Si chiama Alessio Pisi la sorpresa del 45esimo Rally del Salento, quinta prova del Campionato Italiano Rally. Il ligure, in coppia con Fabio Cadore su una Peugeot 207 Super 2000, ha preso la testa del plotone già dalla prima prova di questa mattina, imponendo poi un ritmo assolutamente sostenuto. Pisi ha oggi terminato con un vantaggio di 12″5 sul numero uno in carica Paolo Andreucci, costruendo gran parte del suo margine sulla prova di Specchia, tratto cronometrato da lui vinto in tutti e tre i passaggi disputati.

Nella giornata di domani si aspetta il contrattacco del toscano, profondo conoscitore di questo appuntamento da lui vinto già in due occasioni. Alle spalle dei primi due troviamo il bergamasco Alessandro Perico, molto veloce nonostante un problema al freno a mano che lo ha penalizzato soprattutto nelle inversioni più strette. Quarto si è piazzato Gianfranco Cunico in coppia con Rudy Pollet, completando un poker di vertice tutto Peugeot.

Il vicentino ha preceduto Luca Rossetti (Abarth Grande Punto), rallentato sulla prima PS odierna da un problema alle cinture di sicurezza e poi da un dritto. Il primo driver del Campionato Produzione è Maurizio Angrisani (Mitsubishi Lancer Evo X), il quale ha chiuso al sesto posto.

Per quanto riguarda il Gruppo R e quindi anche il Campionato Italiano Rally Junior, duello serratissimo tra il romagnolo Simone Campedelli (Citroen DS3 R3), oggi settimo, e il siciliano Andrea Nucita ( Renault Clio R3C), nono, attualmente divisi da soli 5″7. All’ottavo e al decimo posto assoluto hanno invece concluso la tappa odierna due tra i concorrenti più sfortunati della prima tappa: Umberto Scandola ed Elwis Chentre, che a causa di forature hanno dovuto abbandonare i loro sogni di gloria.

La gara salentina, indetta dall’Automobile Club di Lecce, organizzata da Organization Sport Event e dalla Scuderia Piloti Salentini, si è dimostrata come di consueto particolarmente selettiva. Tra i ritiri da segnalare quelli di Andrea Crugnola, fermo dopo aver toccato con la sua Citroen, Massimiliano Rendina (Mitsubishi), e Andrea Perego, la cui Mini John Cooper Works si è ammutolita al parco assistenza.

Domani seconda e decisiva tappa. In programma ancora 359 chilometri complessivi, comprendenti 5 prove speciali pari a 63 chilometri cronometrati.

Classifica

01. Pisi/Cadore (Peugeot 207 Super 2000) in 1’00″11
02. Andreucci/Andreussi (Peugeot 207 Super 2000) a 12″5
03. Perico/Carrara (Peugeot 207 Super 2000) a 25″6
04. Cunico/Pollet (Peugeot 207 Super 2000) a 52″4
05. Rossetti/Chiarcossi (Abarth Grande Punto) a 1’18″7
06. Angrisani/Pollicino (Mitsubishi Lancer Evo X) a 1’28″8
07. Campedelli/Fappani (Citreon DS3 R3) a 1’40″4
08. Scandola/D’Amore (Ford Fiesta Super 2000) a 1’42″0
09. Nucita/Princiottto (Renault Clio R3C) a 1’45″7
10. Chentre/Canova (Peugeot 207 Super 2000) a 1’53″5


Stop&Go Communcation

Si chiama Alessio Pisi la sorpresa del 45esimo Rally del Salento, quinta prova del Campionato Italiano Rally. Il ligure, in […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/rally-170611-03.jpg CIR – Salento, Day 2: Alessio Pisi, la sorpresa di oggi in terra pugliese