A poco più di un mese dal via del Campionato Italiano Rally, la Federazione ha assestato definitivamente il calendario della serie nazionale.

Rispetto alle comunicazioni iniziali c’è una modifica importante per il Rally di Roma Capitale. La gara, giunta alla sua terza edizione, farò il suo debutto nel CIR a settembre (dal 18 al 20) e continuerà a svolgersi su fondo asfaltato, nonostante la prima richiesta degli organizzatori di effettuare le prove sugli sterrati del Lazio. In un primo momento l’Aci ha accolto le richieste, salvo poi accettare il dietrofront proveniente direttamente da Roma.

Max Rendina, pilota del WRC e organizzatore della gara, ha parlato di difficoltà riscontrate nelle trattative con i sindaci per il passaggio delle vetture sulle strade comunali dopo la morte di Emanuele Garosci avvenuta nell’ultime edizione della gara (a causa di un infarto). E così il Rally di Roma Capitale resterà su asfalto e modificherà il format tradizionale del campionato che, dopo aver perso il “Costa Smeralda”, avrà sei gare su asfalto e due su terra.

Luca Piana


Stop&Go Communcation

A poco più di un mese dal via del Campionato Italiano Rally, la Federazione ha assestato definitivamente il calendario della […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2014/11/GAROSCI_press_roma-1024x681.jpg CIR – Il Rally di Roma Capitale sarà su fondo asfaltato