Il Rally 1000 Miglia, la gara della “Freccia Rossa”, che quest’anno festeggia ben trentacinque anni, entra oggi nel vivo dell’edizione 2011 con l’apertura delle iscrizioni, che resteranno aperte per un mese esatto, chiudendosi sabato 2 aprile. Trentacinque edizioni sono la conferma più immediata della straordinaria passione per i motori che contraddistingue la terra bresciana, un traguardo prestigioso che andrà certamente a confermare il grande valore dell’evento in ambito internazionale.

Dopo la soddisfazione di aver ricevuto dalla Federazione Internazionale dell’Automobile il riconoscimento quale “Best European Rally Championship Organizer 2010”, quindi di migliore gara in assoluto, sotto tutti i punti di vista, del Campionato Europeo Rally dell’anno passato, l’Automobile Club Brescia rivela oggi i tratti dell’edizione 2011, pronta a proseguire la tradizione. Inoltre, proprio per essere la prima gara a titolazione continentale dell’anno, in quest’occasione tutti gli organizzatori del Campionato Europeo saranno presenti a Brescia per la presentazione del Campionato stesso.

UNA GARA CHE GUARDA AL FUTURO RIVOLGENDOSI ALLA TRADIZIONE
Il 35° Rally 1000 Miglia andrà in scena il 14, 15 e 16 Aprile; come consuetudine, sarà l’evento che apre la lunga stagione del Campionato Europeo Rally FIA e la seconda del Campionato Italiano Rally, che inizierà alla fine del mese sulle strade del Rally del Ciocco (LU). Il Rally 1000 Miglia 2011sarà proposto con una veste in parte rinnovata, pur conservando alcuni delle caratteristiche che nel recente passato l’hanno visto sempre più apprezzato da addetti ai lavori e appassionati. Avrà quindi un percorso di alto livello, che saprà ispirare le sfide più esaltanti e, nel frattempo, sarà dotato di una logistica funzionale, per far lavorare al meglio tutti coloro che vi graviteranno intorno e anche per permettere al pubblico di essere vicino ai propri idoli. Si guarda dunque al futuro con un occhio al passato: partenza e arrivo della gara avranno luogo nel cuore di Brescia, in Piazza della Vittoria, rispettivamente nelle serate di Giovedì 14 e Sabato 16 Aprile. Si tratta della conferma più importante, dovuta al notevole successo di pubblico della passata edizione e alla sensibilità dell’Amministrazione Comunale e di Brescia Mobilità, nel rispetto della tradizione della corsa dal nome leggendario.

LA LOGISTICA DI GARA
Come lo scorso anno, tutta l’organizzazione farà capo a Brescia: Direzione Gara, Segreteria, Sala Stampa e Centro Cronometraggio saranno nuovamente presso la sede dell’Automobile Club, in Via Enzo Ferrari a San Polo. Il Parco Assistenza e il Rally 1000 Miglia Village saranno allestiti anche nel 2011 in via Borgosatollo, nell’area solitamente destinata agli spettacoli itineranti, prospiciente la rotatoria del casello autostradale di Brescia Centro.

IL PROGRAMMA DI GARA
Giovedì 14 Aprile, dopo lo shakedown a Gavardo, dalle 10:00 alle 15:00, il programma prevede la partenza “tecnica” dal Parco di Via Borgosatollo alle 18:31. Poco più tardi, in Piazza della Vittoria, si terrà la cerimonia di partenza dalla pedana ufficiale, sulla quale gli equipaggi saranno presentati agli spettatori. Grazie ad un apposito tempo di neutralizzazione, ciascuna vettura sosterà per circa mezz’ora nel centro della città: si tratterà di un appuntamento che restituirà al Rally 1000 Miglia e alla Piazza l’atmosfera delle grandi corse di un tempo, quando i piloti incontravano appassionati e ammiratori per autografi, incoraggiamenti e interviste. Dal centro di Brescia, le vetture in gara si dirigeranno verso la prima novità del Rally 1000 Miglia 2011: la consueta Prova Spettacolo d’apertura tornerà a Castrezzato, sulla pista dell’Autodromo di Franciacorta. Nelle due giornate successive, Venerdì 15 e Sabato 16 Aprile, la corsa prenderà il via dal Rally 1000 Miglia Village di Via Borgosatollo: rispetto allo scorso anno il percorso di gara e le “piesse” lungo le strade già protagoniste di epiche edizioni del rally hanno subito alcune variazioni. Nel disegnare il percorso dell’edizione 2011 si è cercato di ascoltare e soddisfare le esigenze del territorio, optando per una rotazione dei centri attraversati dalla gara, tenendo conto delle richieste di passaggio di molte Amministrazioni Comunali e cercando allo stesso tempo di non provocare disagi alla popolazione. Quest’anno, l’alto lago d’Iseo e la bassa Valle Camonica sono stati privilegiati rispetto al Lago di Garda. Venerdì 15 Aprile, le prove saranno la “Acquebone”, una novità assoluta per il CIR poiché mai disputata al Rally 1000 Miglia (era una Prova del Rally Valle Camonica quando era valido per il Campionato Italiano 2RM), la “Colle San Zeno” (la più lunga della gara, con oltre 30 km) e la classica “Irma”, tutte da ripetere due volte. Sabato 16 aprile, sarà la volta nella “Cavallino”, della “Moerna”, che mancava da qualche anno (la prima parte è costituita dalla discesa della prova di “Capovalle”) e della “Pertiche”, anch’esse percorse due volte, oltre alla “Colle S. Eusebio”, la prova più corta, da disputare una sola volta a favore delle telecamere della RAI, che la trasmetterà in diretta. Dalle 18:35 di sabato pomeriggio, i concorrenti concluderanno la gara sulla pedana di Piazza della Vittoria, sulla quale i vincitori riceveranno i trofei, bissando l’affollata cerimonia di premiazione dello scorso anno.

UNA PIOGGIA DI VALIDITÀ
Oltre alle titolazioni continentale e italiana, e alla validità per la Coppa d’Europa per vetture a due ruote motrici, il 35° Rally 1000 Miglia sarà valido anche per il tricolore per vetture di Produzione, per il tricolore Junior e per il Challenge Rally Nazionali di Zona 2, con coefficiente doppio. Inoltre, a conferma del palcoscenico che solo la gara della Freccia Rossa propone, ben tre Case automobilistiche hanno previsto i loro trofei promozionali: sono il Trofeo Mitsubishi Evolution Cup, il Trofeo Abarth 500 Rally e il Trofeo Renault Clio R3 Top.

NOBILI INTENTI CON D.A.D.D.
Il 35° Rally 1000 Miglia sarà un evento firmato D.A.D.D., acronimo di “Drivers against drug and drunk”, un’iniziativa che mira a sensibilizzare i giovani tra i 13 e i 35 anni contro l’abuso di droga e alcool, utilizzando a tale scopo dei testimonial d’eccezione, piloti di auto e moto e, come nel caso del 1000 Miglia, anche eventi: una vera e propria campagna informativa itinerante che attraversa tutta l’Italia. Obiettivo principale del progetto é quello di interagire direttamente con i giovani, proprio nei luoghi dello “sballo”, unendo l’attività sportiva a quella informativa attraverso l’esperienza dei piloti, per sensibilizzare la fascia “a rischio” sulla sicurezza stradale e sui pericoli che comporta la guida in stato di ebbrezza o sotto l’effetto di droghe. Utilizzare le competizioni agonistiche per fare informazione sulle conseguenze dell’abuso di droga e alcool alla guida significa rendere coscienti i giovani su come sia necessario seguire regole ben precise. “Io guido, non bevo!” è lo slogan pensato per raggiungere i giovani nei luoghi del divertimento e dello sport e trasformarli in testimonial attivi dell’iniziativa, sensibilizzandoli contro la guida “a rischio” e invitandoli a correre solo “in pista”, seguendo le regole dei piloti autentici. Il progetto prevede la partecipazione di numerosi testimonial del mondo dello sport e dello spettacolo in un percorso per aiutare i giovani a capire quali sono i rischi per chi guida sotto l’effetto di alcool e sostanze stupefacenti.


Stop&Go Communcation

Il Rally 1000 Miglia, la gara della “Freccia Rossa”, che quest’anno festeggia ben trentacinque anni, entra oggi nel vivo dell’edizione […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/35-1000miglia1.jpg CIR – Il 35° Rally 1000 Miglia entra nel vivo: aprono oggi le iscrizioni