E’ stata una settimana particolarmente calda quella conclusa ieri per i vertici de L’Automobile Club d’Italia, che negli ultimi giorni si sono scontrati con la difficile realtà economica che stanno vivendo due gare simbolo del rallismo italiano e internazionale.

Il primo campanello d’allarme è arrivato dalla Targa Florio, settimo appuntamento della serie tricolore in programma il 29 settembre, sulla quale attualmente è sceso un cauto ottimismo. “L’Automobile Club d’Italia e l’AC Palermo stanno mettendo nel contempo a punto tutti gli aspetti tecnico organizzativi per lo svolgimento della gara. Allo studio numerose novità che potranno dare alla Targa ulteriore interesse pur mantenendola nel solco della sua grande tradizione. Allo stato i problemi più grossi sono di tipo finanziario, problemi a cui l’AC Palermo non può fare fronte e dei quali dovrà eventualmente essere l’Automobile Club d’Italia a farsene carico” si legge nella nota diffusa dall’ACI.

La gara siciliana dovrebbe quindi svolgersi regolarmente e sarà valida per il campionato italiano dopo le polemiche dello scorso anno. L’AC Palermo si scontrò infatti con gli organizzatori del Rally d’Italia Sardegna e per qualche mese riuscirono addirittura a conquistare un posto nel calendario iridato proprio a scapito dell’Isola dei Quattro Mori, decisione successivamente revocata dalla FIA. Poi la Targa Florio venne inserita in extremis nel campionato IRC, ma venne bruscamente interrotta (con assegnazione della vittoria finale a Jan Kopecky) dopo otto prove speciali per la morte di Gareth Roberts, lo sfortunato 24enne copilota di Craig Breen, dopo un brutto incidente della loro Peugeot 207 S2000 che ha terminato la corsa su un guard-rail. Ora i tifosi siciliani vorrebbero lo svolgimento della gara per voltare pagina, per quella che sarebbe la 97° edizione della gara.

Se in Sicilia non si ride, la situazione non è migliore in Liguria. L’edizione 2013 del Rally di Sanremo dovrebbe svolgersi grazie al grande lavoro di mediazione svolto da Sergio Maiga, figura storica dell’automobilismo locale, che nelle ultime ore ha risolto alcuni problemi di budget che mettevano a serio rischio lo svolgimento della gara. Nella Riviera dei Fiori è in programma l’arrivo degli equipaggi iscritti sia al campionato italiano sia quello europeo, visto che la FIA ha confermato la gara in calendario. L’esborso totale sfiora i 400.000 euro, di cui 150.000 coperti dalle iscrizioni e dalle istituzioni locali, 130mila dal Comune e qualche migliaio dagli sponsor. Si parla di un buco di circa 50.000 euro, che non mettono comunque a rischio lo svolgimento della gara.

Gli organizzatori hanno infatti pubblicato il programma della manifestazione, con l’apertura delle iscrizioni il 17 settembre e la chiusura 13 giorni dopo. Saranno dieci le prove speciali da disputare di cui la bellissima Ronde in notturna da disputare venerdì 11 ottobre poco dopo le 21. L’arrivo è previsto per le 18 del giorno successivo presso il parco chiuso dell’area ex stazione.

Luca Piana


Stop&Go Communcation

E’ stata una settimana particolarmente calda quella conclusa ieri per i vertici de L’Automobile Club d’Italia, che negli ultimi giorni […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2013/08/02_perico_014.jpg CIR – Dall’ACI conferme sul regolare svolgimento della Targa Florio e del Sanremo