Giandomenico Basso e Mitia Dotta si sono aggiudicati il 36esimo Rally il Ciocco e Valle del Serchio, gara di apertura del Campionato Italiano Rally. Il veneto ha avuto dalla sua una vettura perfetta, la Peugeot 207 Super 2000 del Power Car Team, e gli pneumatici Michelin, rivelatisi particolarmente performanti sulla insidiose strade della Garfagnana, rese ancora più difficili dalle variabili condizioni climatiche.

Tra gli avversari alla fine è emerso Alessandro Perico, in coppia con Fabrizio Carrara, l’unico in grado di tenere a tratti il passo del vincitore. Il bergamasco si è espresso su ottimi livelli riuscendo a contenere il suo distacco finale intorno al minuto.

Delusione invece in casa Skoda. Umberto Scandola, pur ottenendo un terzo posto che ad inizio stagione può e deve esser considerato un risultato positivo, non è infatti mai riuscito a trovare un set-up capace di far esprimere il massimo potenziale della Fabia S2000. I problemi incontrati saranno oggetto di attenta analisi ma il veronese, in coppia con Guido d’Amore, mantiene ancora a tutti gli effetti il ruolo di grande favorito della serie tricolore e già dal prossimo 1000 Miglia ci si attende un pronto riscatto.

Luca Rossetti, su una Mitsubishi Lancer Evo X R4 di ritorno sulle scene del CIR dopo un paio di stagioni passate all’estero ha mostrato chiaramente di essere uno dei migliori piloti nosrani in circolazione. Limitato sicuramente da un mezzo leggermente inferiore a quello dei suoi diretti avversari, il friulano ha realizzato tempi interessanti e cogliendo alla fine un quarto posto di assoluto rilievo. Buona la prova del giovane Lorenzo Bertelli, su una Ford Fiesta RRC allestita direttamente dalla M-Sport: dopo un inizio titubante, il milanese ha iniziato a prendere un buon ritmo realizzando anche qualche tempo di rilievo.

Il round toscano ha pure visto il debutto sulla nuova Peugeot 208 R2 di Paolo Andreucci. Il toscano ha vissuto con la consueta classe e determinazione questa sua nuova dimensione, per la prima volta dopo tanti anni non era alla guida di una vettura da assoluto, riuscendo comunque a ottenere un ottimo risultato, ottavo assoluto e secondo tra le due ruote motrici, e soprattutto a portare in casa Peugeot tanti dati interessanti per lo sviluppo della neonata vettura.

Per quanto riguarda il Campionato Italiano Produzione la vittoria è andata all’astigiano Alessandro Bosca (Renault Clio R3), primo anche nel trofeo dedicato, che ha chiuso davanti al siciliano Andrea Nucita (Citroen DS3 R3) vincitore tra i partecipanti al trofeo Citroen Racing Trophy Italia.

Fra Junior, prima importante vittoria per una Peugeot 208 R2. A portare il primo significativo successo alla vettura del leone rampante è stato Andrea Carella, molto bravo a tenere dietro le due Renault Twingo Gordini di Fabrizio Junior Andolfi, primo nel Trofeo Twingo Top R2, e di Andrea Crugnola.

Classifica (Top 10)

01. Basso/Dotta – Peugeot 207 S000 – 1:54.16.1
02. Perico/Carrara – Peugeot 207 S2000 – +1:00.2
03. Scandola/D’Amore  – Skoda Fabia S2000 – +1:28.4
04. Rossetti/Chiarcossi – Mitsubishi Lancer Evo X – + 3:00.9
05. Bertelli/Granai  – Ford Fiesta RRC – + 4:14.4
06. Lucchesi/Ghilardi – Peugeot 207 S2000 – + 5:20.9
07. Bosca/Aresca – Renault Clio R3 – +6:37.9
08. Adreucci/Andreussi  – Peugeot 208 R2 – +6:57.7
09. Nucita/Princiotto – Citroen DS3 – +7:05.5
10. Michelini/Guzzi – Renault Clio – +7:07.7


Stop&Go Communcation

Giandomenico Basso e Mitia Dotta si sono aggiudicati il 36esimo Rally il Ciocco e Valle del Serchio, gara di apertura del Campionato Italiano Rally.

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2013/03/cir-basso-240313-01.jpg CIR – Ciocco, Day 2: Il primo round tricolore è di Basso