Scatta domani, con la prova cronometrata cittadina prevista ad Udine, il 47esimo Rally del Friuli – Alpi Orientali, gara organizzata dalla Scuderia Friuli e dall’Automobile Club di Udine, penultima prova del Campionato Italiano Rally. Con il titolo già assegnato, lo ha fatto suo per sesta volta in carriera il toscano Paolo Andreucci navigato dalla friulana doc Anna Andreussi, l’attenzione si sposterà sulla lotta per il secondo e terzo posto tricolore e su quella per i Campionati Italiani Rally Junior e Produzione.

Per quanto riguarda il podio tricolore sono tre i piloti, alle spalle di Andreucci, appaiati a 63 punti; il pilota di Pordenone Luca Rossetti, alla guida di una Abarth Grande Punto, lo straordinario vicentino Gianfranco Cunico, Peugeot 207 S2000, ed il veronese Umberto Scandola in gara con una Ford Fiesta S2000. I tre naturalmente lotteranno anche per il successo in gara cercando di fermare l’inarrestabile marcia della Peugeot di Andreucci, fino a questo momento vincitrice di tutti gli appuntamenti della serie. Nella lotta dove cercherà di inserirsi anche il bergamasco Alessandro Perico, Peugeot 207 S2000, capace di grandi imprese.

Ma assolutamente di primaria importanza il duello per il Campionato Italiano Rally Junior che vede impegnate Renault contro Citroen, con i loro due migliori piloti, il siciliano Andrea Nucita e il romagnolo Simone Campedelli entrambi giovanissimi. Per quanto riguarda invece i favoriti per il successo in gara, ai due protagonisti della serie Junior vanno aggiunti anche il trevigiano Marco Signor ed al piacentino Andrea Carella, entrambi su Renault Clio R3T.

La corsa potrebbe essere decisiva anche per il Campionato Italiano Produzione. Anche in questo caso sono in due a giocarsi il titolo. Da una parte il napoletano Fabio Gianfico e dall’altra i salernitano Maurizio Angrisani, entrambi su Mitsubishi, ora divisi da soli 12 punti. Quello di Udine sarà un appuntamento altresì importante per i trofei monomarca Peugeot 207 Top e Renault Clio R3T Top.

La bandiera di partenza della gara sventolerà domani, giovedì 1° settembre, ad Udine alle ore 19:30 (alle 17:01 ci sarà invece il via delle storiche) con i concorrenti che quattro minuti dopo andranno ad affrontare la prova-spettacolo in Piazza primo maggio per poi entrare nel riordinamento notturno di Cividale a partire dalle ore 21:10.

Venerdì 2 settembre il resto della prima tappa, con partenza da Cividale alle ore 11:30 per poi per andare al primo impegno “vero”, quello della prova di “Valle di Soffumbergo”, nuova per quest’anno, in quanto prevista in senso inverso rispetto ad alcuni anni fa. Poi si proseguirà per la prova di “Subit”, con partenza da Forame, quindi parzialmente nuova, visto che arriva a 15 chilometri di lunghezza. La prova seguente di “Erbezzo” sarà come nella versione 2010 ed il giro si ripeterà una seconda volta, con termine della giornata a Cividale del Friuli alle ore 18:45.

La seconda tappa, che scatterà alle ore 9:15 di sabato 3 settembre, sempre da Cividale, avrà l’unica variazione nella prova di “Canebola” che partirà da Plan dal Jof, con la famosa discesa che porterà fino a Canal di Grivò, riproponendo quindi il famoso tornante di Bocchetta Sant’Antonio. Le altre due prove saranno un classico: “Trivio” e “Tribil” ed il giro anche in questo caso i concorrenti lo ripeteranno due volte con l’eccezione della prova “Città di Cividale del Friuli”, di 1,300 km. L’arrivo finale sarà ad Udine alle 15,30 per le vetture storiche ed alle 18:00 per le “moderne”, nello storico ed affascinante contesto di Piazza Libertà, dove l’Inno di Mameli verrà suonato dalla Fanfara della Brigata Alpina Julia.


Stop&Go Communcation

Scatta domani, con la prova cronometrata cittadina prevista ad Udine, il 47esimo Rally del Friuli – Alpi Orientali, gara organizzata […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/10/rally-310811-02.jpg CIR – Al via il 47esimo Rally del Friuli Alpi Orientali