Il toscano Paolo Andreucci e la navigatrice friulana Anna Andreussi, Peugeot 207 Super 2000, hanno vinto il 34° Rally 1000 Miglia, gara organizzata dell’Automobile Club di Brescia e valida come prova di apertura del Campionato Italiano Rally ACI CSAI. Il campione italiano in carica ha così iniziato nel migliore dei modi la nuova serie tricolore. In seconda posizione hanno chiuso i friulani Luca Rossetti e Matteo Chiarcossi, Abarth Grande Punto, che hanno chiuso a 44″6. A chiudere il podio il trentino Renato Travaglia in coppia con il toscano Lorenzo Granai, Peugeot 207 Super 2000, staccato di 1’43″5 ma capace di mettersi dietro in ben quattro prove tutti gli avversari. A dimostrazione del grande equilibrio che ha regnato a lungo sulla gara c’è da sottolineare che Paolo Andreucci ha vinto il rally realizzando il miglior tempo in uno solo dei 14 tratti cronometrati in programma.

Il campionato si è quindi aperto nel segno del rinnovato duello tra Andreucci e Rossetti, duello che lo scorso anno ha contrassegnato tutta la serie tricolore. Ma la gara ha espresso anche altri valori. Ha detto ad esempio anche che Giandomenico Basso, con qualche errore in meno e con una dose di fortuna leggermente superiore, è sicuramente alla pari dei primi tre con la sua Abarth Grande Punto. Ha detto poi che l’aostano Elwis Chentre, il bergamasco Alessandro Perico, il toscano Rudy Michelini, tutti su Peugeot, ed anche il sempre verde astigiano Luca Cantamessa, Abarth Grande Punto, possono comunque lottare per un posto al sole. Ha detto infine che il tanto temuto pilota ceco Kopecki, Skoda Fabia, considerato uno dei migliori driver europei è ancora ben lontano dal passo dei nostri migliori e che altri invece come il piemontese Piero Longhi, Peugeot 207 Super 2000, il veneto Franco Cunico, Abarth Grande Punto, l’altro veneto Marco Signor (Skoda Fabia), ed il toscano Tobia Cavallini (Peugeot) non erano in una giornata dalla sorte propizia.  

Il Campionato Italiano Rallies Junior ed il due ruote motrici hanno invece parlato solo in francese. A vincere l’uno e l’altra classifica la Renault New Clio R3C del bresciano Stefano Albertini, che nel due ruote motrici ha superato la vettura gemella del bergamasco Matteo Gamba, mentre nello Junior la Renault New Clio R3C del giovane romagnolo Simone Campedelli. Nel Campionato Italiano Produzione la vittoria non è sfuggita al favorito della vigilia il valtellinese Andrea Perego, Mitsubishi Lancer Evo X.

Classifica

01. Andreucci – Andreussi (Peugeot 207 S2000) in 2h 58:39
02. Rossetti – Chiarcossi (Abarth Grande Punto) a 44.6
03. Ravaglia – Granai (Peugeot 207 S2000) a 1:43.5
04. Chentre – Pogliano (Peugeot 207 Super 2000) a 3:29.7
05. Basso – Dotta (Abarth Grande Punto) a 3:46.5
06. Perico- Carrara (Peugeot 207 Super 2000) a 4:55.4
07. Michelini – Biondi (Peugeot 207 Super 2000) a 5:33.3
08. Betti – Scalvini (Peugeot 207 Super 2000) a 6:08 6
09. Fontana – Casazza (Peugeot 207 Super 2000) a 6:25.8
10. Kopecky – Stary (Skoda Fabia) a 6:36.5


Stop&Go Communcation

Il toscano Paolo Andreucci e la navigatrice friulana Anna Andreussi, Peugeot 207 Super 2000, hanno vinto il 34° Rally 1000 […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/rally-240410-01.jpg CIR – 1000 Miglia: Paolo Andreucci vince su Peugeot il rally d’apertura del campionato italiano