Non accenna a migliorare la situazione climatica sulle Azzorre, dove si sta svolgendo il quarto appuntamento del campionato europeo, con forti piogge e banchi di nebbia a tormentare gli equipaggi nelle prime due giornate di gara, condizionando pesantemente anche la classifica generale. Ne sa qualcosa Robert Kubica, mattatore della prima tappa con la vittoria di tutte le speciali, che stasera è tornato al parco assistenza con l’ottava posizione assoluta.

Il polacco ex Formula 1 ha gestito bene la gara nelle quattro prove disputate nel primo pomeriggio, ma si è dovuto arrendere al maltempo che nel secondo passaggio ha frenato diversi equipaggi. Il calvario di Kubica è iniziato sulla PS8, quando i piloti partiti davanti – praticamente tutti quelli che hanno ottenuto un risultato deludente alle qualifiche – sono riusciti a raggiungere il traguardo con condizioni climatiche accettabili. Discorso diverso, invece, per tutti coloro che hanno scelto una posizione di partenza alta, tra cui Kopecky, Cerny, Ancian e lo stesso Kubica, che si sono ritrovati stretti nella morsa di una fitta nebbia.

Nonostante qualche problema di navigazione e la perdita di qualche minuto, il pilota ceco della Skoda è riuscito a raggiungere il traguardo, conquistando anche la prima posizione al termine della giornata, che si è conclusa con una speciale di anticipo a causa della fitta nebbia sulla PS12. Niente da fare invece per Kubica, che nell’ultima prova di oggi si è ribaltato danneggiando pesantemente la sua Citroen DS3 RRC e perdendo diversi minuti, concludendo la tappa con l’ottava piazza e la vettura senza finestrini.

Chi approfitta della debacle del duo di testa è Craig Breen, che ora può seriamente puntare alla vittoria visto lo svantaggio esiguo di 13” nei confronti di Kopecky (Skoda). Per il nordirlandese la tappa odierna ha rappresentato un vero e proprio esame di maturità, superato alla grande nonostante alcuni problemi alla sua Peugeot 207 S2000 nelle prime speciali di stamane. Interessante anche la lotta per un posto sul podio, con i tre portoghesi Magalhaes (Peugeot), Moura (Skoda) e Sousa (Ford) racchiusi in 3”. Per questi tre locali ci sono ancora speranze di conquistare il bottino pieno, visto che il leader della gara è distante solo 30” da Magalhaes, attualmente terzo.

Ben diversi i distacchi per gli inseguitori, a partire dal giovane Jeremy Ancian (Peugeot) che domani avrà oltre 2 minuti da recuperare da Kopecky. La sesta piazza, comunque, appare certa per il francese, che ha un buon vantaggio da amministrare su Raoux (Peugeot) e sullo stesso Kubica. I due locali Barbosa e Rego Luis, entrambi su Mitsubishi, chiudono la top ten e conquistano le prime due posizioni nel campionato produzione, approfittando del ritiro del ceco Orsak (Mitsubishi). I due dovranno fare i conti con Alex Bruschetta, undicesimo e terzo di classe con la Subaru Impreza R4, che ha meno di un minuto di ritardo da Barbosa.

Tra le vetture con 2 Ruote Motrici dominio di Dazinger (Renault) che approfitta dei problemi di Lefebrve (Peugeot), crollato in nona posizione. Gago Dogo (Citroen) e Bessenyey (Honda) sono sul podio virtuale, inseguiti dall’italiano Tobia (Citroen). L’italo-rumeno Marco Tempestini (Subaru) è attualmente 14°, mentre suo figlio Simone si è ritirato sulla PS8 a causa di un problema meccanico.

Domani sono in programma le ultime sette prove speciali, con arrivo previsto in serata per le premiazioni. Secondo gli esperti meteo dei team presenti alle Azzorre, anche la terza tappa sarà condizionata dalle pessime condizioni climatiche.

Classifica (Top 10)

01. Kopecky/Dresler – Skoda Fabia S2000 – 1:05:11.9
02. Breen/Nagle – Peugeot 207 S2000 – +13.1
03. Magalhaes/Da Silva – Peugeot 207 S2000 – +33.9
04. Moura/Eiro – Skoda Fabia S2000 – +35.5
05. Sousa/Magalhaes – Ford Fiesta RRC – +36.1
06. Ancian/De Turckheim – Peugeot 207 S2000 – +2:01.0
07. Raoux/Mazotti – Peugeot 207 S2000 – +4:06.2
08. Kubica/Baran – Citroen DS3 RRC – +5:10.4
09. Barbosa/Silva – Mitsubishi Lancer Evo IX – +6:01.6
10. Rego/Silva – Mitsubishi Lancer Evo IX – +7:07.7

Luca Piana


Stop&Go Communcation

Non accenna a migliorare la situazione climatica sulle Azzorre, dove si sta svolgendo il quarto appuntamento del campionato europeo, con forti piogge e banchi d

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2013/04/erc-kopecky-260413-01.jpg ERC – Azzorre, Day 2: Kopeck vola in testa, crolla Kubica