È entrata nel vivo proprio nel periodo natalizio, l’undicesima edizione del Rally di Vallelunga, organizzato da Promogest ed in programma dal 20 al 22 gennaio 2012. L’evento ha infatti aperto le iscrizioni lunedì 19 dicembre per chiuderle il 13 gennaio e sarà una gara decisamente importante anzi, destinata ad entrare nella storia della specialità italiana, in quanto sarà la prima che potrà accogliere i piloti minorenni dai 16 ai 18 anni. Alla gara verranno ammesse soltanto vetture in configurazione “Rally” ed il massimo delle iscrizioni accettate sarà quello di 70 unità, questo per motivi prettamente logistici, legati alla conformazione del percorso ricavato interamente dentro le strutture dell’Autodromo di Vallelunga.

L’11esimo Rally Autodromo di Vallelunga – “Memorial Angelo Ciufoli” – avrà il delicato compito di dare il via ad una nuova frontiera della specialità, permettendo di correre ai minorenni (dai 16 ai 18 anni), per i quali è stato concepito un regolamento apposito. Quella che si aprirà a Vallelunga, con il suo celebre rally in circuito, rappresenta una decisa inversione di tendenza dei rallies italiani, voluta con forza e passione della CSAI, proseguendo così nella sua politica di incentivare l’attività giovanile. I rallies italiani sino ad ora non avevano potuto accogliere, come accade invece in altri paesi europei, i minorenni in gara , ma dalla seconda metà di gennaio in avanti si aprirà per loro un nuovo capitolo, che proseguirà poi con altre due gare negli autodromi di Varano e Franciacorta. Per giovani piloti in erba, i quali potranno correre esclusivamente con vetture Renault Twingo R2 fornite a condizioni particolari proprio per rispettare la filosofia del progetto, sono previste particolari modalità di iscrizione e di acquisizione della licenza, con l’attenta supervisione della Scuola Federale CSAI Rally.

Nella sostanza il format della gara duemiladodici sarà quello “vecchio”. Quello cioé già visto a gennaio scorso, riproposto con convinzione in quanto è una formula estremamente valida e snella, tanto amata dai rallisti che per due giorni si possono confrontare dentro le arterie asfaltate di uno dei templi dell’automobilismo mondiale, uno degli autodromi di riferimento per l’attività motoristica non solo italiana.

Nato nel 1998 dalla passione, dal voler portare qualcosa di nuovo al rallismo del centro sud ed anche a tutto il movimento nazionale, poi cresciuto grazie ad edizioni di alto contenuto tecnico e sportivo con i rallisti che venivano sfidati dai “pistaioli”, il Rally dentro l’Autodromo di Vallelunga, ha conosciuto momenti di grande sport. Ma ha dovuto anche fare i conti con la realtà di un calendario sempre più fitto di gare, che di anno in anno non permetteva di avere un plateau di concorrenti pari al valore di quanto proposto. Il 2007 fu l’ultima edizione del “primo corso”, dalle cui ceneri è stata fatta rinascere l’edizione messa in scena lo scorso gennaio grazie a nuovi stimoli trovati anche con la direzione dell’Autodromo stesso. Con un successo di partecipanti ed anche di pubblico.

Collocato a inizio stagione, quando chi corre cerca soprattutto di definire gli ultimi dettagli della propria attività e cerca anche di “sistemare” la vettura al meglio, posizionato soprattutto in un’area geografica centrale, raggiungibile agevolmente sia da nord che da sud, che nonostante l’inverno non ha temperature da sottozero, il Rally Autodromo di Vallelunga si propone dunque come valida alternativa a costose giornate di test, facendo coniugare il lavoro sulla vettura all’agonismo. Per questo si aspettano adesioni di “nomi” e macchine importanti, per proseguire la tradizione che nel passato ha visto prevalere a Campagnano diversi grandi rallisti, come si nota nell’albo d’oro, decisamente di alto livello: in esso si notano le ben quattro vittorie di Felice Re e i due successi di Claudio de Cecco, sino ad arrivare all’ultimo alloro consegnato, quello del gennaio scorso, messo al collo del romano Angelo Proietti.

Ideale complemento della gara “moderna”, al Rally Autodromo di Vallelunga saranno ammesse anche le vetture storiche. Se, da un lato, è sempre interessante vedere vetture da rally in circuito, certamente sarà bello e curioso vedere le performance delle vetture che hanno fatto la storia del rallismo italiano e mondiale. Per esse e per il loro piloti-estimatori, la gara di Vallelunga può rappresentare un probante test in vista del via ufficiale della stagione.


Stop&Go Communcation

È entrata nel vivo proprio nel periodo natalizio, l’undicesima edizione del Rally di Vallelunga, organizzato da Promogest ed in programma […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2012/02/rally-221211-02.jpg Aperte le iscrizioni per il Rally di Vallelunga, il primo in Italia per gli “Under 18”