Il 21° Rally Città di Schio, previsto per il 26 e 27 ottobre prossimi, entrato dallo scorso 26 settembre nella sua fase cruciale con l’apertura delle iscrizioni (periodo che durerà sino al 18 ottobre prossimo), ha acquisito il valore aggiunto della possibilità di partecipare alla gara da parte dei trofeisti Peugeot "Trendy", una delle serie monomarca più seguite ed amate dai piloti italiani. Infatti, Peugeot Italia ha deciso di ammettere a concorrere a classifiche e premi di classe del Girone finale del Peugeot Competition Trendy (Coppa Italia Csai) tutti i piloti iscritti al Peugeot Competition Trendy che hanno acquisito punti nella classe specifica dei Challenge di Zona con vettura Peugeot secondo le classifiche pubblicate sul sito internet del Peugeot Competition.E’ quindi un altro valore aggiunto alla gara, che avrà la fortuna di poter usufruire quindi di una notevole punta di agonismo in più in un percorso che esalterà certamente le doti di guida dei trofeisti. L’edizione 2007 del "Città di Schio", sarà una delle manifestazioni più prestigiose della stagione sportiva italiana, avrà puntati gli occhi di tutto il mondo rallistico perché sarà la gara che segnerà il ritorno delle finali della Coppa Italia Rally dopo ben venti anni di assenza dalla scena sportiva. E’ un compito delicato: avere assegnato il primo dei tre rally che compongono questa nuova formula ha comportato un grande lavoro preparatorio in quanto si vuole dare a questa nuova iniziativa un forte impatto di immagine (le finali di Coppa Italia fanno parte del vasto e qualificato piano di comunicazione di ACI Sport) segnando anche l’inizio di un nuovo corso che cerca di dare un impulso vibrante all’attività di base.

L’evento è di grande portata, perché in pratica si tratta di una gara aperta a tutti, non solo agli aventi diritto alla finale (classificati quindi in base ad ogni singolo Challenge di Zona): la regola federale, approvata lo scorso luglio prevede infatti la partecipazione alle tre finali di Coppa Italia delle vetture World Rally Car, le regine del mondiale rally, delle vetture GT (la nuova categoria dei rally italiani), delle Kit Car 2000cc. e delle nuove Super 2000. Ed inoltre è aperta anche la partecipazione straniera. Con queste premesse ci si prepara ad una manifestazione di spessore, dedicata a chi non vorrà perdersi una giornata di grande agonismo con il gusto sottile e forte insieme della contesa sportiva ."Siamo lusingati del compito affidatoci dice Mara Contardi, presidente del Comitato Organizzatore per questo stiamo lavorando intensamente dalla scorsa primavera insieme ai nostri partner ed alle amministrazioni locali per proporre un evento che non disattenda le aspettative di tutti, dai piloti, agli addetti ai lavori sino agli appassionati di questo bellissimo sport. Abbiamo cercato di creare una gara molto tecnica ed allo stesso tempo divertente, con un percorso che noi definiamo importante perché crediamo che il ritorno della Coppa Italia a questa formula delle tre finali sia da valorizzare al massimo. Il 21° Rally Città di Schio deve essere un evento non solo nostro ma di tutta la regione e di tutto lo sport nazionale".

LA GARA E LA SUA LOGISTICA
Il percorso conterà 8 Prove Speciali sulle colline dell’alto vicentino: la distanza competitiva sarà di 95 chilometri sui 250 totali, con partenza ed arrivo in centro a Schio, in Piazza Statuto, ove sarà ubicata anche la permanence del rally. La Direzione Gara, la Segreteria, il Centro Accrediti e la Sala Stampa saranno infatti ospitati a Palazzo Fogazzaro, un contesto esclusivo ed elegante che nel tempo ha ospitato manifestazioni e vernissage di alto livello socio culturale. Riordinamenti e Parco di Assistenza sono previsti negli ampi spazi garantiti, sempre a Schio, dalle imponenti strutture del Pala Campagnola.

SEVERI CONTROLLI SULLE RICOGNIZIONI
Il percorso di gara sarà reso noto il 23 ottobre. Le ricognizioni del percorso, il 24 e 25 ottobre, saranno regolamentate negli orari e nella modalità definiti dall’organizzazione, si dovranno effettuare con vetture di serie nel rispetto del Codice della Strada ed ovviamente saranno controllate da ufficiali di gara. L’organizzazione comunica che per evitare ricognizioni abusive che possono causare disturbo alla popolazione residente nei luoghi di passaggio del rally, oltre che per garantire la massima trasparenza al confronto sportivo, anche quest’anno sta predisponendo severi controlli contro le ricognizioni non consentite. Verrà adottata la mano dura contro chi non rispetta il regolamento federale: forze dell’ordine e ufficiali di gara stanno già vigilando con estrema attenzione le strade che saranno poi sede delle prove speciali ed i trasgressori verranno segnalati alle autorità competenti con conseguenti pesanti sanzioni.

LA REGOLA
Alle tre prove valevoli per la Coppa Italia Rallies Nazionali potranno partecipare i primi tre classificati nella classifica generale di gara ed i primi classificati nelle classifiche di classe in ognuna delle 9 zone dello Challenge Rallies di zona.

IL CALENDARIO
Le finali della Coppa Italia Rally 2007 sono tre, ovviamente previste a fine stagione per dar modo ai campionati delle ben 9 zone che compongono la geografia da rally italiana di emettere i propri verdetti. Le validità sono state assegnate con il criterio di abbracciare tutta l’Italia da corsa. Il Rally Città di Schio aprirà la serie delle tre sfide finali, poi i duelli proseguiranno a Taormina, per finire nelle Marche, con l’unica gara su terra prevista.


Stop&Go Communcation

Il 21° Rally Città di Schio, previsto per il 26 e 27 ottobre prossimi, entrato dallo scorso 26 settembre nella […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/citta-di-schio.jpg Anche il Trofeo Peugeot “Trendy” al 21