Alfonso Di Benedetto e Antonio Pittella, portacolori della S.G.B. Rally, su Peugeot 207 S2000 dell’ennese BR Sport si sono imposti nella 6^ Ronde dei Peloritani, la corsa disputata nei dintorni di Messina, promossa dalla Scuderia Messina Racing Team con l’organizzazione tecnica della Eagles Racing ed il supporto dell’Automobile Club Messina.

Il pubblico ha fatto da folta cornice alla gara che ha riportato le auto da rally nel cuore della città dello Stretto sin dalla partenza di ieri sera dall’esclusiva Piazza Duomo. La competizione si è articolata oggi su quattro prove speciali e si è conclusa in Piazza Unione Europea davanti al Municipio della Città.

Seconda posizione per l’arrembante giovane santateresino Andrea Nucita, primo under a partire con il numero 1, che ha migliorato ad ogni passaggio la sua prestazione al volante della Renault Clio S1600, sulla quale è stato navigato dalla piemontese Sara Cotone, alla sua seconda esperienza in gara, ma subito molto determinata. I fidanzati del team Phoenix, si sono così imposti tra le due ruote  motrici e nella classifica under 23. Hanno ceduto la seconda piazza sul terzo crono Osman Caristi e Francesco Gismondo sulla Renault New Clio R3, l’equipaggio due volte vincitore della corsa e portacolori della Sunbeam Motorsport non ha ottenuto i risultati sperati dalle modifiche all’assetto dopo il secondo crono. Gismondo ha festeggiato la sua 200^ gara.

“Sono partito con l’obiettivo di vincere anche se per me si trattava di una gara nuova – ha dichiarato Di Benedetto – il mio trionfo è una grande soddisfazione nonostante la forte concorrenza dei piloti locali. Un allenamento proficuo in vista della prova finale del Trofeo Rally Asfalto che correrò domenica prossima al Fabaria Rally ad Agrigento. Ottimo il feeling con Pittella e con la 207 sempre perfetta”.

“Non potevamo sperare in una gara migliore – sono state le parole di Andrea Nucita – ad ogni passaggio ci siamo migliorati ed abbiamo aumentato il feeling con l’agile Clio S1600. Sicuramente l’esperienza del supercorso federale ha fatto la differenza per me ed anche per Sara, che si è rivelata un’ottima navigatrice anche in una gara sconosciuta per entrambi”.

“Abbiamo attaccato sin dal primo passaggio – ha detto Caristi – il nostro mezzo era in debito di prestazioni contro le super 2000 e quando abbiamo cercato di cambiare strategia, la scelta non è stata azzeccata”.

A ridosso del podio e primo di classe N4 ha concluso Giuseppe Nucita, fratello 24enne di Andrea, che ha condiviso la sua Mitsubishi Lancer EVO X con il pattese Giuseppe Princiotto, un po’ limitati da un problema ai freni sulla seconda prova e successivamente costretti alla difesa da una foratura sulla terza. Ottima quinta posizione per Giusppe La Torre affiancato dall’esperto Franco Chambeyront sulla Peugeot 207 S2000, con la quale l’equipaggio locale è subito entrato in sintonia. Ha risalito la corrente fino alla sesta piazza il torrese della Rally Team Mario Lisa, che al volante della Fiat Punto S1600, sulla quale lo ha navigato Tindaro Cutrona, è arrivato 2° tra le due ruote motrici, davanti all’equipaggio New Turbomark Angelo Sturiale e Rosario Lo Giudice, primi tra le omologazioni scadute con la sempre affidabile Renault Clio Williams FA7. Ottavi nell’assoluta e vincitori della combattuta classe N3 i messinesi del Messina Racing Team Nunzio e Roberto Longo, molto contenti delle prestazioni della Renault Clio RS Light curata dalla Ferrara Motors, con la quale hanno preceduto i compagni  squadra e leader indiscussi di gruppo A Maurizio Rizzo e Massimo D’Angelo, anche loro su Clio RS Light. A completare la top ten Enzo Gembillo protagonista di un’ottima prestazione. Il messinese originario di Brolo alfiere della Tirreno Corse su Peugeot 106 Rallye ha conquistato il primato in una affollata ed agguerrita classe N2. Tra i principali ritiri si sono registrati quello di Salvatore Armaleo sulla 1^ prova per il cedimento della frizione sulla Renault Clio S1600; Ninni Oieni ha alzato bandiera bianca dopo il secondo crono per un feeling mai raggiunto con la Peugeot 207 S2000; un problema all’alimentazione ha fermato la Mitsubishi Lancer Evo 9 di Bruno Briguglio.

Classifica dei primi 10: 1. Di Benedetto-Pittella (Peugeot 207 S2000) in 21’54”7; 2. Nucita A.-Cotone (Renault Clio S1600) a 10”9; 3. Caristi-Gismondo (Renault New Clio) a 17”9; 4. Nucia G.-Princiotto (Mitsubishi Lancer Evo 10) a 24”8; 5. La Torre-Chambeyront (Peugeot 207 S2000) a 59”5; 6. Lisa-Cutrona (Fiat Punto S1600) a 1’30”9; 7. Sturiale-Lo Giudice (Renault Clio Williams) a 1’37”1; 8. Longo N.-Longo R. (Renault Clio Rs Light) a 1’42”8; 9. Rizzo-D’Angelo (Renault Clio Rs Light) a 1’43”1; 10.  Gembillo-Schepis (Peugeot 106 Rally) a 1’47”5


Stop&Go Communcation

Alfonso Di Benedetto e Antonio Pittella, portacolori della S.G.B. Rally, su Peugeot 207 S2000 dell’ennese BR Sport si sono imposti […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/Anucita2.jpg Alla 6a Ronde dei Peloritani, vittoria per Di Benedetto-Pittella su peugeot 207