Il Challenge CSAI Raceday Ronde Terra è giunto al suo quarto appuntamento stagionale. La 6° Ronde Valtiberina (3-4 marzo), la gara che ha invogliato Alberto Pirelli a creare questa serie giunta alla quarta edizione, propone alcune novità ai suoi iscritti.

Il PRS Group di Oriano Agostini, insieme a Valtiberina Motosrsport, ha deciso di cambiare la prova speciale e di utilizzare un tratto cronometrato spettacolare e con un passato nel Campionato del Mondo, l’Alpe di Poti. Quindi 11,500 km sterrati con un passato illustre, che metteranno alla prova l’abilità dei piloti. La prova verrà ripetuta quattro volte e verrà scartato il peggior tempo ottenuto, una deroga alle nuove normative della Federazione, in considerazione del fatto che il Challenge Raceday è iniziato a novembre dello scorso anno prima che venisse introdotta questa nuova regolamentazione.

Saranno 45,44 i chilometri cronometrati, con un percorso totale di 298,60 km, quattro assistenze e cinque Riordini. Il Parco Assistenza sarà sempre ubicato nella Zona Industriale “Santa Fiora” di Sansepolcro, ma spostato più avanti rispetto agli scorsi anni, in una zona più ampia, che permetterà alle assistenze delle scuderie, di avere più spazio a disposizione. La Cerimonia di Partenza sarà alle ore 19,01 di Sabato 3 marzo da Piazza Fiorentina a Sansepolcro. Nello stesso posto, domenica alle ore 17.20, sventolerà la bandiera a scacchi finale.

Tante saranno le sfide sia per la leadership nella Classifica Assoluta che nei dieci Raggruppamenti del Challenge Raceday Ronde Terra. Una delle principali sarà nel Raggruppamento WRC+A8+FA8, dove si è iscritto anche il campione neozelandese Hayden Paddon, navigato dall’esperta Fabrizia Pons, su una Mitsubishi Evo X del team HRT Motorsport, e che disputerà le ultime due gare del Challenge.

Il vicentino Simone Romagna (Citroen Xsara WRC) con un secondo posto al Prealpi Master Show e un quinto posto alla Ronde della Val d’Orcia è attualmente in testa alla classifica assoluta provvisoria, ma dovrà stare attento agli attacchi del nuovo arrivato, Hayden Paddon, del toscano Valter Pierangioli (Mitsubishi Lancer Evo IX) ottimo quarto in Val d’Orcia e del giovane bassanese Edoardo Bresolin (Peugeot 206 WRC), terzo sia alla Ronde Balcone delle Marche che al Prealpi Master Show e che vorrà rifarsi dopo il ritiro a Radicofani. Alessandro Taddei (Citroen Xsara WRC) vincitore della Ronde della Val d’Orcia e attualmente terzo nella classifica assoluta provvisoria del Challenge Raceday, non sarà al via di questa gara a causa di problemi di lavoro.

Sarà da tenere d’occhio anche il romagnolo Bruno Bentivogli che con la sua fida Subaru Impreza Sti, ha fatto una strepitosa gara a Radicofani salendo sul terzo gradino del podio e che attaccherà Valter Pierangioli, attuale leader di Raggruppamento.

Alessandro Landini (Suzuki Swift GTI), “Brik” (Renault New Clio), il giovane veneto Nicolò Marchioro (Ford Fiesta) e Filippo Baldinini (Renault Clio) dovranno raccogliere punti preziosi per la classifica Due Ruote Motrici e per i loro Raggruppamenti, in vista della finale.


Stop&Go Communcation

Il Challenge CSAI Raceday Ronde Terra è giunto al suo quarto appuntamento stagionale. La 6° Ronde Valtiberina (3-4 marzo), la […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2012/02/rally-010312-01.jpg Al via la quarta gara del Challenge CSAI Raceday Ronde Terra