Dopo i grandi numeri e notevoli performance tecniche e sportive dell’esordio a Genova, le Citroen DS3 R3 del trofeo, insieme alla C2 R2 Max ed i loro piloti saranno al via del secondo ed attesissimo round, in una gara che metterà a dura prova uomini e mezzi. Al via ben 16 trofeisti, due in più che all’avvio di Genova, conferma del successo riscosso dalla proposta di Citroen Italia e Citroen Racing.
 
L’appuntamento è di quelli da segnare in calendario, il periodo si sposa bene con un week-end di solo rally in uno degli angoli più belli della Toscana, il Casentino.

Sabato prossimo 2 luglio saranno infatti le vallate della provincia aretina, quelle che guardano verso Firenze ed anche verso la Romagna, il teatro della seconda prova del Citroen DS3 R3 Racing Trophy Italia. Dopo aver acceso i motori ad inizio del mese a Genova riscuotendo un forte interesse da parte degli appassionati, degli addetti ai lavori e della stampa, il trofeo arriva dunque in Toscana, al 31° Rally del Casentino, terza prova del Campionato IRCup-Pirelli.

Protagoniste assolute saranno le Citroen DS3 R3 del nuovo trofeo organizzato da Citroen Italia e Citroen Racing per tornare al fianco dei piloti e team che hanno scelto di correre con Citroen DS3 R3. A Bibbiena (AR) si rinnoveranno dunque le sfide “francesi” della nuova generazione, con un ulteriore “rafforzamento” della squadra, contando su ben 13 Citroen DS3 R3 e tre Citroen C2 R2 Max, quindi due unità in più che all’avvio genovese.

Non si è ancora spenta l’eco delle grandi performance delle Citroen DS3 R3 al Rally della Lanterna che ecco all’orizzonte una nuova ed esaltante sfida di una delle gare di riferimento dell’International Rally Cup-Pirelli: da sabato prossimo, a metà mattina, dalla pedana di partenza di Bibbiena, per finire in tarda serata, gli equipaggi si sfideranno lungo otto prove speciali di alto profilo tecnico, che sapranno certamente esaltare le doti di potenza ed agilità delle Citroen DS3 R3.

Una distanza competitiva che sfiora i 140 chilometri che i trofeisti cercheranno di interpretare al meglio dai primi chilometri. Questo primo dato, quello degli iscritti, supera il numero dei presenti all’avvio di Genova, confermando quindi il Trofeo Italiano come il più partecipato tra quello organizzati nelle ben 11 nazioni europee.

Tutti a caccia di Roberto Vescovi e Federico Gasperetti, vale a dire i primi due della classifica al “Lanterna”. Il parmense ed il pistoiese, piloti di lungo corso, avevano cercato di fare il vuoto duellando sulle montagne della vecchia Repubblica marinara , a fine gara Vescovi vinceva la sfida con un distacco di circa un minuto. Saranno loro, gli “osservati speciali”, con Gasperetti che medita la riscossa per non far prendere il largo all’altro. Anche gli altri concorrenti vorranno imporsi. Preme l’esperto trevigiano Alex Bruschetta, che proprio con il debutto genovese tornava alla guida di una vettura a trazione anteriore dopo oltre dieci anni ed il secondo giro di gara lo ha fatto esprimere decisamente su toni alti. Sono pronti a sfidarsi anche i piloti Under 28, che con il Citroen DS3 R3 Racing Trophy Italia si giocano una fetta importante della loro carriera, visto che il premio in palio – se uno di loro vincesse il Trofeo è un volante ufficiale per il 2012. In quarta posizione vi è il bergamasco Andrea Cortinovis, pronto che mira all’alto della classifica, così come i vari Tagliapietra, Botta, Costenaro, Brunello e compagnia, che all’esordio sotto la Lanterna hanno cercato soprattutto di capire la vettura. Nel ben mezzo a loro vi è Vittalini, che “Under” non è, ma è pronto a gettarsi nella mischia con decisione.

Tra le Citroen C2 R2 Max al via per il Citroen C2 R2 Max Racing Trophy Italia, il veneto Michele Caliaro per adesso guarda dall’alto il sammarinese William De Angelis. Il successo genovese andò infatti al primo, dopo che l’altro in avvio di gara venne rallentato da un indurimento dell’idroguida: logico aspettarsi scintille.

Le foreste casentinesi, il Pratomagno, alcuni dei luoghi più suggestivi ed ancora incontaminati del “Granducato” faranno da splendida cornice al 31° Rally del Casentino, frequentando quindi il Campionato, la IRCup-Pirelli, che i trofeisti ritroveranno anche dopo le ferie, con il Rally delle Valli Cuneesi. Gara di spessore, caratterizzata da un percorso disegnato per far vedere la vera essenza delle corse su strada, per mettere a dura prova uomini e macchine, il “Casentino”, organizzato dalla Scuderia Etruria, sodalizio capace e dinamico, ed avrà come centro nevralgico la città di Bibbiena, la sede storica. Sarà una gara decisamente frenetica: venerdì 1 luglio avranno luogo le verifiche tecnico-sportive a Stia e lo shakedown, a Lonnano, presso Pratovecchio.

In serata, poi, la sempre affollatissima passerella, sul palco in pieno centro cittadino a Bibbiena, di tutti gli equipaggi che, il giorno seguente, animeranno la gara. Sabato 2 luglio, alle ore 13.31, la partenza del rally da viale Garibaldi a Bibbiena, verso le otto prove speciali della gara: “Dama”, “Caiano”, “Barbiano”, “Crocina”, e gli interminabili ed affascinanti 35 km della durissima “Talla” a chiudere l’impegno, con arrivo finale, sempre a Bibbiena, nella tarda serata di sabato. Domenica 3 luglio imperdibile la premiazione a Poppi, nella prestigiosa cornice del Castello dei Conti Guidi.


Stop&Go Communcation

Dopo i grandi numeri e notevoli performance tecniche e sportive dell’esordio a Genova, le Citroen DS3 R3 del trofeo, insieme […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/10/rally-290611-01.jpg Al Casentino il secondo atto del Citroen DS3 R3 Racing Trophy Italia