Bella gara sulle strade dell’entroterra sanremese, gara degna della grande tradizione del Rallye Sanremo giunto quest’anno alla 49^ edizione. Vince la Peugeot con la 207 Super 2000 di Luca Rossetti che mette dietro tutti, anche i campioni stranieri protagonisti dell’Intercontinentale Rally Challenge. Ma a festeggiare sul lungomare della città della Riviera di Ponente sono anche gli uomini Fiat in particolare Giandomenico Basso e Mitia Dotta che sono ormai certi della vittoria nel tricolore rally. Scarti alla mano e permanendo l’accordo dei Costruttori sulla non partecipazione all’ultima gara delle serie, considerata quindi come scarto anch’essa, l’equipaggio della Grande Punto Abarth ha infatti festeggiato il tricolore piloti. La gara ligure, organizzata dall’Automobile Club Sanremo, ha sottolineato al grande forma dei due piloti terminati al vertice.

Luca Rossetti dopo le vittorie ottenute nel Salento e nel Rally di Ypres, altra gara del IRC, ha confermato di aver grandi doti e di poter domare in scioltezza la grinta della Peugeot 207 Super 2000 preparatagli per Peugeot Italia dalla Racing Lions. La freddezza dimostra dal friulano in tutte le fasi della complicata gara, ha definitivamente convinto anche i più scettici delle sue grandi doti. Per Giandomenico Basso invece si tratta di una conferma a livelli altissimi che giunge ad un anno di distanza dal titolo europeo e dal titolo Irc conquistati nella passata stagione. Fra l’altro con questo risultato Basso ha portata la Fiat al comando anche nella classifica costruttori tricolore. Loro i dominatori della gara, loro a duellare fino in vista del traguardo, come dimostra il distacco minimo che gli ha divisi alla fine, soli 8"7. Chi invece abdica è Paolo Andreucci che lascia il titolo tricolore conquistato la passata stagione . La gara del toscano è stata brillantissima per tutta la prima tappa, alla fine della prima frazione di gara era infatti terzo ad un paio di secondi da Basso, per poi andare pesantemente a calare . Per lui e per la sua Mitsubishi Lancer della RalliArt Italy alla fine solamente un quinto posto, che non rende giustizia pienamente alla loro grande corsa.

Alle spalle di Rossetti e Longhi si è piazzato il francese Nicola Vouilloz che con la sua Peugeot 207 Super 2000 ha disputato una gara sicuramente di rilievo terminando a soli 29"8 dal primo. Dietro di lui Umberto Scandola, giovane promessa del rallismo tricolore, capace con la sua Grande Punto Abarth di mettersi dietro tanti dei migliori piloti a livello europeo. Buona nel complesso la prova delle due Subaru di Piero Longhi e Andrea Aghini, veloci fino a quando il terreno di gara ha iniziato ad asciugarsi dopo la pioggia della prima tappa. I due concludono con settimo ed un nono posto in attesa di rifarsi sulle strade sterrate del Costa Smeralda. Ottime le prove anche di Alessandro Perico, Peugeot 207 Super 2000, e Luca Cantamessa, Mitsubishi Lancer Evo IX, terminati subito sotto alla top ten.

Tra le Super 1600 la vittoria è andata Gabriele Tognozzi , Renault Clio , mente il Trofeo Nazionale al giovanissimo Ivan Paire , sempre su Renault, qui solamente quarto dopo una gara corsa soprattutto con l’obiettivo di arrivare a punti. Nel Trofeo Grande Punto Api Ip Oro Diesel vittoria con dominio per il fiorentino Umberto Consigli che con la sua Fiat Grande Punto JTD ha superato Alessio Pisi e Dimitri Brunello. Nel Trofeo Peugeot Top Competition vittoria in gara per Claudio Vallino che ora conduce anche nella classifica generale Una classifica corta ce le vede precedere Pienotti, Rovatti Catterina e Cogo, tutti ancora con la possibilià di lottare per il trofeo. Nel Trofeo d’Italia Rally GT la vittoria è andata a Adriano Piras, al debutto nella categoria. Il pilota nato negli Stati Uniti ma residente a Milano, con la sua Porsche Cayman S, ha preceduto la vettura gemella di Aldo Calabrini che con questo successo fa un passo deciso in avanti verso la conquista del Trofeo. Il duello finale con Patuzzo, qui terminato solamente terzo anche a causa di una foratura, si svolgerà quindi sulle strade del Rally di Como, ma il distacco da Calabrini, cinque punti, non consente grande ottimismo. Al quarto posto ha chiuso l’ Aston Martin V8 Vantage di Gianluca Canobbio, ad inizio gara rallentato da una foratura.

Classifica finale 49° Rallye Sanremo – 1. Rossetti – Chiarcossi (Peugeot 207 Super 2000) in2h 31’32"0; 2. Basso – Dotta (Grande Punto Abarth) a 8"7; 3. Vouilloz – Klinger ( Peugeot 207 Super 2000) a 29"8; 4. Scandola – D’Amore (Grande Punto Abarth) a 1’31"1; 5. Andreucci – Andreussi (Mitsubishi Lancer Evo IX) a 1’52"2; 6. Garcia Ojeda – Barrabes (Peugeot 207 Super 2000) a 1’58"1; 7. Longhi- Imerito (Subaru Impreza Sti) a 2’12"3, 8. Panizzi – Panseri(Peugeot 207 Super 2000) ; 9. Aghini – Cerrai (Subaru Impreza Sti) a 2’20"9; 10. Navarra – D’Esposito (Grande Punto Abarth) a 2’40"1; ……12. Perico – Carrara (Peugeot 207 Super 2000) a 3’08"1;13. Cantamessa – Capolongo (Mitsubishi Lancer Evo IX) a 3’18"1;15. Perego – De Luis (Mitsubishi Lancer Evo IX) a 5’20"7;16.Gamba- Guzzi (Mitsubishi Lancer Evo IX) a 6’18"3

Campionato Italiano Rally classifiche dopo nove delle undici gare in programma

Piloti: 1. Basso (Grande Punto Abarth) 70 punti; 2. Rossetti (Peugeot Super 2000) 63; 3. Andreucci (Mitsubishi Lancer Evo IX) 58; 4. Cantamessa (Mitsubishi lancer Evo IX) e Aghini (Subaru Impreza) 32

Costruttori: 1. Fiat 68; 2. Mitsubishi 64 punti; 3. Peugeot 60 ; 4. Subaru 42

Classifica di gara del Trofeo d’Italia Rally GT: 1. Piras-Demonte (Porsche Cayman S) in 1h10’42"7; 2. Calabrini- Verdelli ( Porsche Cayman S) a 31"5; 3. Patuzzo – Martini (Porsche 911/997 Rs GT3) a 2’12"2; 4. Canobbio – Zonca (Aston Martin V8 Vantage) a 11’13"3

Classifica assoluta Trofeo d’Italia Rally Gt: 1. Calabrini 46; 2. Patuzzo 41; 3. Canobbio 15; Piras e Gardemeister 10


Stop&Go Communcation

Bella gara sulle strade dell’entroterra sanremese, gara degna della grande tradizione del Rallye Sanremo giunto quest’anno alla 49^ edizione. Vince […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/rossetti101.jpg A Rossetti-Basso il 49