Sta per scoccare l’ora del 35esimo Trofeo Maremma. In programma per il 28-30 ottobre, la gara ha dunque imboccato la classica dirittura di arrivo, si sta per sentire il rombo dei motori. Si sono chiuse le iscrizioni, arrivate a quota 82 unità, segno tangibile di quanto il rally sia amato e considerato da chi corre.

Difatti, considerando che con l’edizione numero trentacinque il Trofeo Maremma ha voltato pagina proponendosi in calendario senza alcuna validità e considerando anche il particolare momento economico, avere un considerevole numero di adesioni come questo si può definire un successo. Ciò tenendo anche conto del saturo calendario toscano della specialità che in pratica propone una gara ogni quindici giorni.
 
Il Trofeo Maremma che guarda al futuro, legandosi sempre più alla sua terra, conserverà i caratteri di gara di alto spessore tecnico, guardando quindi alla sua tradizione, quella che ha scritto pagine indimenticabili nella storia dei rally nazionali.

Come consuetudine il Comitato Organizzatore ha svolto un minuzioso lavoro preparatorio, teso a favorire i migliori rapporti con Enti locali, patrocinatori e sponsor. Significativo è il rapporto con la città di Follonica, la storica sede del rally, certamente importante è il lavoro concertato con l’Amministrazione Comunale di Castiglione della Pescaia, che darà un vero e proprio saluto della città al rally ed ai suoi interpreti: la giornata di sabato, dopo la prima prova speciale di Tirli, infatti, i concorrenti faranno riordinamento proprio a Castiglione,  in Piazza Gramsci. Si tratta quindi di un forte coinvolgimento di Castiglione della Pescaia, visto che appunto la prova speciale si trova nel suo territorio, un valore aggiunto che tutti, dai concorrenti agli addetti ai lavori ed agli appassionati sapranno apprezzare.
 
“L’aver constatato ancora una volta che il Trofeo Maremma è nel cuore dei piloti ci riempie di gioia – commenta il geometra Mirco Tognarini, presidente del Comitato Organizzatore – con tutte le difficoltà del momento, avere oltre ottanta iscritti equivale ad un successo. Un successo che sicuramente non è solo nostro come organizzatori ma di tutto il territorio e dello sport in generale. Spero che questa nuova dimostrazione di affetto sia anche la molla che ci possa lanciare verso un nuovo capitolo della gara, noi da parte nostra ce l’abbiamo messa tutta per proporre un evento di qualità, adesso spetta a chi verrà in Maremma il prossimo fine settimana dare il giudizio. A tutti i concorrenti, ringraziandoli, faccio un caloroso “in bocca al lupo”, a tutti gli altri, autorità, sportivi appassionati, addetti ai lavori, a tutti coloro che “sopportano” due giorni di… rumore, dico ancora grazie e, semplicemente, buon rally!“.

Il plateau di iscritti, come già accennato sono 82,  propone qualità di vetture e piloti. Sono infatti ben cinque, le vetture Super 2000 pronte a darsi battaglia sulle strade maremmane. Favorito d’obbligo il pluridecorato fiorentino Paolo Ciuffi, recente vincitore a Taormina con una Peugeot 207. Con lo stesso modello di vettura, il pilota fiorentino, che non ha mai vinto in Maremma, proverà ad aggiungere un nuovo alloro al suo carniere dovendo lottare però con diversi “colleghi” di alto livello e ben forniti.

In primis con il locale Alessio Santini, che sarà della partita a bordo di una Abarth Grande Punto S2000 con la quale cercherà il successo casalingo,  cosa che farà anche Matteo Ricaldone (Peugeot 207 S2000) mentre il pistoiese Fabrizio Nannini (Peugeot 207 S2000), Campione Americano “Open” di Kart nel 2010  ed il pisano Fabrizio Bacci (idem) andranno a proporsi come valide alternative. Di sicuro interesse la messe di vetture Super 1600, ben otto iscritte, con Gabriele Lucchesi (Renault Clio), già vincitore al “Monteregio” dello scorso maggio che cercherà di inserirsi nella lotta al vertice. Il pilota di Bagni di Lucca dovrà però duellare con un altro driver locale di livello, David Mochi, anche lui con una Clio.

Da tenere d’occhio anche il giovane senese Simone Borghi (Renault Clio), in grado di far bene nell’assoluta e si annuncia quanto mai avvincente anche il Gruppo R, con regine indiscusse le Renault Clio di ultima generazione. Il pisano Michele Rovatti prenota pure lui posizioni di vertice, quelle cui è abituato da tempo e nella pattuglia delle “due litri” francesi aspirate da 2000cc. Potranno far bene i vari Andrea Volpi,  Giorgio Baisi e il pistoiese Alex Ciardi, che sarà invece al via con una Citroen DS3 R3.

Tra le vetture di “scaduta omologazione”, i locali fratelli Paolini, Francesco ed Andrea, con la loro Renault Clio Williams raccoglieranno la sfida del sempreverde lucchese Mauro Lenci (vincitore, tra l’altro, del “Maremma” nel 1993), al via con una Peugeot 306 Rally e sono annunciate schermaglie anche con un altro brillante esponente locale, Federico Di Buduo, sempre con una Clio Williams.
 
Rimandato dalla scorsa primavera per motivi di concomitanza con una manifestazione ciclistica di respiro internazionale, il “Maremma Graffiti” viene riproposto come ideale complemento della gara “moderna”. Si riprova, dunque, a portare in Maremma le vetture che hanno fatto la storia della specialità. Tra i sette iscritti il favorito è Francesco Domenici, con una Porsche 911, ma promettono battaglia in diversi, da Simone Bellucci (Renault 5 turbo) a Roberto Bussotti (Opel Ascona) e si aspettano “numeri” di alta scuola dalla A112 Abarth del fiorentino Massimiliano Fognani.


Stop&Go Communcation

Sta per scoccare l’ora del 35esimo Trofeo Maremma. In programma per il 28-30 ottobre, la gara ha dunque imboccato la […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/11/rally-271011-02.jpg 82 gli iscritti per la 35esima edizione del Trofeo Maremma