Si respira aria di grande soddisfazione, presso l’Automobile Club Livorno e presso anche ACI Livorno Sport. La loro “nuova creatura”, la 1° Coppa Liburna Asfalto, ha chiuso le iscrizioni con un successo, con 74 adesioni pervenute. In programma – con una nuova veste e quindi anche con nuovi stimoli – per il 28 e 29 gennaio prossimi, prima gara dell’anno in Toscana e seconda in assoluto in Italia, l’evento ha dunque ricevuto la risposta che gli organizzatori si attendevano, quella decisamente forte, importante da parte dei piloti e delle squadre in un periodo fortemente condizionato dalle difficoltà economiche del Paese. Tutto questo è da leggere con due chiavi: la prima è quella che conferma la passione messa nell’organizzare questa gara dal nome glorioso per riportarla ai fasti di un tempo mentre la seconda è riferita a cosa è stato proposto in termini di percorso e di Prove Speciali. Con il marchio “Coppa Liburna”, vero patrimonio dello sport non solo nazionale, chi correrà all’edizione duemiladodici si troverà di fronte un nuovo format di gara, quello di un “Rally-2”, quindi due prove Speciali da ripetere per altrettante volte.

Si tratta di due Prove Speciali che appartengono di diritto al mito ed alla storia della specialità delle corse su strada: la “Traversa Livornese”, già corsa lo scorso anno nelle versione “Ronde” della gara e la mitica “Sassetta”, ritenuta all’unanimità “l’Università della curva”, un misto di sensazioni, più che una strada da rally, che difficilmente si trova da altre parti. Tra l’altro, sarà proprio lei, nella serata di sabato 28 gennaio, a tenere a battesimo i duelli con il cronometro.

Il primo atto ufficiale dopo la chiusura delle iscrizioni sarà la presentazione della gara. Avrà luogo domani, giovedì 26 febbraio alle ore 11,30 presso la hall del Terminal Crociere della Porto Livorno 2000-Piazzale dei Marmi in Livorno. Alla presenza delle autorità e della stampa verrà affrontato l’argomento “Coppa Liburna” a tutto tondo, tornando ad evidenziare il ruolo che può avere nel tessuto sociale economico e sportivo di Livorno e del suo territorio, oltre alla ricaduta in termini di immagine per il turismo, soprattutto quello emozionale legato all’evento ed alla forte quantità di persone che farà arrivare.

Quattro le vetture Super 2000 al via. Trazione integrale, motore aspirato, saranno queste le vetture che cercheranno la vittoria a Livorno. Alla loro guida piloti di elevato spessore. Si nota subito che potrà essere un remake del 2011, con il vincitore dell’anno passato, il locale Luca Baldini, affiancato da Agostinelli che dovrà guardarsi dalle incursioni di Daniele Batistini, con alle note Pinelli. Entrambi alla guida di una Peugeot 207, riproporranno il dualismo del 2011, quando Baldini vinse sull’altro per l’inezia di due decimi. Il primo vorrà concedere il bis, l’altro, Vice Campione su terra in carica cercherà l’alloro con convinzione in quanto parte della gara (la prova di Sassetta) parte proprio da dove lui abita, a Suvereto. Non starà certo a guardare neppure il pistoiese Massimiliano Danesi, Peugeot 207 S2000 pure per lui (con la quale è al debutto), pronto a ingaggiare le sfide più accese. Al via anche Cristiano Matteucci, che si propone pure lui per la vittoria con la due litri francese, vettura che ha guidato per tutto l’anno passato, portandolo sopra il podio per due volte.

Per il successo assoluto si prenota anche il montecatinese Paolo Moricci, che ha preparato la sua Mitsubishi Lancer Evo IX da Gruppo N a Gruppo R (una regolamentazione quindi diversa che permette una più ampia preparazione delle vetture da corsa) e quindi debutta con una macchina a lui nuova.

Tra le due ruote motrici il confronto sarà tra le vetture Super 1600 e le nuove gruppo R. A Ivo Colombini (Renault Clio), al livornese Giorgio Vacca (Peugeot 206) e ad Alessio Mori (Renault Clio), si opporrà con decisione il pratese Roberto Orioli (Renault Clio R3) sicuramente generando momenti altamente adrenalinici.

Da seguire anche il gruppo N, dove un altro locale, Massimiliano Restano e la sua Renault Clio RS cercheranno il risultato d’effetto davanti al pubblico amico, certamente contrastato dall’altro pistoiese Leonardo Pucci (Renault Clio RS). Non mancherà pure una punta di “amarcord”: sono infatti quattro, le macchine storiche al via: due Autobianchi A112 Abarth, una VolksWagen Golf ed una Triumph TR7, pronte anche loro a dare spettacolo.


Stop&Go Communcation

Si respira aria di grande soddisfazione, presso l’Automobile Club Livorno e presso anche ACI Livorno Sport. La loro “nuova creatura”, […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2012/02/rally-250112-03.jpg 1° Coppa Liburna Rally Asfalto: pronti a partire con 74 iscritti