Coppa di scuderia, secondo e terzo posto assoluto e ben tre vittorie di gruppo. Decisamente ottimo il bilancio della Speed Motor di Gubbio nella 42esima edizione della Cronoscalata della Castellana, disputatasi domenica scorsa a Orvieto e valevole come prova del Trofeo Italiano di Velocità in Montagna (Tivm).

Alle spalle del grande dominatore – il “nipote d’arte” cosentino Domenico Scola junior, che con la sua Osella Pa 2000 ha calato un eccezionale tris consecutivo nella salita umbra – si sono piazzati nell’ordine il trentino Adolfo Bottura su Lola B99/50 (tempo complessivo 6’11″76) e l’eugubino Gianni Urbani su Osella Pa 21S (6’15″38), che hanno dato vita a una sfida davvero interessante per la conquista della piazza d’onore lungo i 6190 metri del tracciato.

Alla fine, per Bottura la soddisfazione del trionfo nel gruppo delle monoposto E2M e per Urbani la leadership fra i prototipi Cn. Peccato per l’altro pilota di classifica della Speed Motor, il 24enne beniamino di casa Michele Fattorini, presentatosi al via con la Lola B02/50 Zytek e forte di un secondo tempo assoluto nelle prove ufficiali del sabato: nel corso della prima salita, Fattorini ha “perso” il posteriore intorno a metà tracciato ed è finito fuori pista a seguito di un testacoda che ha provocato qualche conseguenza alla vettura ma non per fortuna a lui.

A completare la prodezza della Speed Motor, già protagonista in pista a Magione prima dell’appuntamento orvietano, hanno provveduto il secondo posto nella classe 1600 e terzo di gruppo per Giuseppe Giacomo Vacca su Osella Pa 21 Junior (per lui anche il nono piazzamento assoluto), più l’affermazione di un altro “driver” di casa, Daniele Pelorosso, che al volante della sua Renault Clio Proto si è imposto nella E1 Italia e per soli 98 centesimi di secondo nella somma dei tempi ha mancato il decimo posto nella classifica assoluta. Quarto piazzamento nella classe 2000 della E1 Italia, infine, per l’altro pilota di Gubbio al via, Paolo Biccheri su Renault Clio.

“Credo che anche la stagione 2014 stia proseguendo sul giusto binario – ha dichiarato un soddisfatto Tiziano Brunetti, patron della Speed Motor – perché i risultati di Bottura, Urbani e Pelorosso sono di indubbio livello. Mi dispiace per Michele Fattorini, davvero sfortunato e tutti noi vogliamo dedicare questa vittoria di scuderia a suo padre Fabrizio, direttore tecnico del Trentino Team (fondato da Bottura), attualmente ricoverato in ospedale, anche se presto tornerà al lavoro: troppo prezioso è il contributo di Fabrizio per le sue capacità tecniche con l’esperienza che si ritrova”.


Stop&Go Communcation

Coppa di scuderia, secondo e terzo posto assoluto e ben tre vittorie di gruppo. Decisamente ottimo il bilancio della Speed […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2014/05/10363986_10202066738170436_8916252278311524525_nbvnn.jpg TIVM – Speed Motor vince alla Castellana con dedica a Fattorini