Dopo un 2013 entusiasmante e pieno di trionfi, la scuderia Cubeda Corse riallaccia le cinture e rimette il casco nella velocità in salita con Domenico Cubeda e Giuseppe Corona. Una stagione che si annuncia ricca di prestigiose novità quella della scuderia etnea guidata da Sebastiano Cubeda con l’apporto di collaboratori come il direttore sportivo Salvo Castro e che proprio da Erice presenta le prime grandi sorprese in gara dopo alcune sessioni di test invernali sul circuito di Battipaglia.

Il campione siciliano in carica Domenico Cubeda torna al volante dell’Osella PA2000 Honda curata dalla Paco74 e da LRM per il motore e gommata Avon con la quale lo scorso anno si è imposto ben quattro volte nelle cronoscalate, delle quali una proprio nel Campionato Italiano (al Reventino). Dopo tali exploit, a Erice, tracciato a lui già caro in passato, Cubeda avrà come obiettivo quello di confermarsi tra i più importanti interpreti della specialità.

La prima missione da compiere, però, è quella di testare al meglio la novità 2014, ovvero il nuovo cambio al volante che per la prima volta proverà in salita sulla PA2000, prototipo biposto di gruppo E2/B e cilindrata 2 litri sul quale dal 2013 ha inaugurato un importante progetto di sviluppo per le gare del centro-sud in collaborazione con lo stesso ingegnere Enzo Osella e infatti a Erice saranno anche altri gli elementi tecnici al debutto.

Mancava la “ciliegina” delle levette al volante e ora Cubeda ha l’occasione di testarle in un contesto competitivo e iniziare ad adattarsi sperando di cogliere subito dei positivi riscontri cronometrici: “Questa bella novità è la prima vera sfida della stagione – dichiara il vincente scudiero della Cubeda Corse -, ma non sarà l’unica, perché dovremo essere ancora più concentrati e professionali rispetto allo scorso anno. Per confermarci su elevati standard in primis, ma cercando di migliorare in tutti gli aspetti. Sono curioso di gettarmi nella mischia con queste evoluzioni in più e spero di fare bene fin da Erice e poi nel proseguo in CIVM e TIVM Sud. Siamo fiduciosi e questo weekend darò il massimo anche per il fatto che si corre in Sicilia”.

Per Giuseppe Corona la novità è addirittura assoluta. Fiero e vincente interprete della guida delle vetture Turismo, con numerosi successi colti in gruppo N con l’Honda Civic, nel 2014 il giovane catanese affronterà una sfida del tutto diversa e super impegnativa. Corona si presenta a Erice per la prima volta in carriera al volante di una sport. Si tratta dell’Osella PA21/S Honda, biposto da 2000cc del gruppo dei prototipi CN (cioè con motore in questo caso derivato dalla serie).

Un cambio di “concezione” e di velocità estremo, dunque, per il catanese, chiamato a un grande lavoro che innanzitutto sarà di apprendistato: “Pilotare un prototipo – dice Corona – è un obiettivo che mi ero posto per una personale crescita. Ho girato in pista e le sensazioni sono positive. Però serve percorrere chilometri su strada, tutta un’altra storia. Abbiamo avviato un percorso di adattamento e ora siamo chiamati a proseguirlo nel migliore dei modi. Cercherò di ben figurare e iniziare da una gara siciliana che conosco è favorevole. Conto di migliorare i miei tempi a ogni salita e domenica sera faremo i primi bilanci di questa nuova esperienza che già ora mi entusiasma”. Anche per Corona l’auto, gommata Avon, è curata dal preparatore Paco74.


Stop&Go Communcation

Dopo un 2013 entusiasmante e pieno di trionfi, la scuderia Cubeda Corse riallaccia le cinture e rimette il casco nella […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2014/04/corona_e_cubeda_con_le_rispettive_osellakll.jpg CIVM – Cubeda e Corona con le Osella!