Il Campionato Italiano Velocità Montagna ha vissuto la sua intensa decima tappa in Umbria con il 49° Trofeo Luigi Fagioli che si è corso nell’incantevole cornice di Gubbio, sui 4.150 che dalla cittadina medievale portano a Madonna della Cima. La seconda delle tre tappe finali del C.I.V.M. sarà dal 12 al 14 settembre alla Rieti – Terminillo con la Coppa Bruno Carotti.

Simone Faggioli su Norma M 20 FC con motore Zytek da 3000 cc ufficiale di gruppo E2/B, ha vinto entrambe le gare, ha conquistato la sua decima vittoria a Gubbio ed ha rinsaldato la leadership nel tricolore, dopo aver agguantato il suo settimo titolo europeo solo un settimana fa. Seconda posizione in entrambe le salite di gara per Christian Merli sulla Osella PA 2000 Honda anch’essa vettura ufficiale, con la quale il trentino non perde il contatto dalla vetta. Terzo sul podio con caparbietà la giovane conferma bresciana Paride Macario, l’alfiere Speed Motor vincitore del gruppo E2/M.

L’altoatesino Armin Hafner su Mitsubishi Lancer EVO preparata da Bicciato, è Campione Italiano di gruppo N. Il bolzanino della Scuderia Mendola si è assicurato il titolo con due prove d’anticipo grazie alla doppia vittoria in gara. Altro titolo matematico per il reatino Antonio Scappa su Renault New Clio, che è Campione Italiano gruppo Racing Start RS, la categoria delle vetture con motore aspirato.

In gruppo CN Omar Magliona è tornato alla doppia vittoria con l’Osella PA 21/S EVO Honda che ha ben assecondato il sardo della CST Sport, quarto nella classifica generale ed ora di nuovo ai vertici della classifica sempre più incerta di categoria.

Nona piazza assoluta e successo in classe E2/B 1600 per il potentino di AB Motorsport Achille Lombardi sulla Radical SR4, con cui ora ha allungato le mani sulla Coppa di classe. A ridosso della top ten il calabrese della Cubeda corse Francesco Ferragina autore di una superba prestazione con la Elia Avrio con cui ha dominato la classe 1300 del gruppo E2/B.

Non ha risparmiato le consuete emozioni forti il gruppo E1 dove al suo ritorno ha firmato il doppio successo il preparatore e driver romano Marco Iacoangeli con la sempre prestante BMW 320, con cui ha reso ancora più incerte le sorti della combattuta categoria.

La classe 2000 ha visto un deciso acuto del pesarese Ferdinando Cimarelli, il driver e preparatore della Scuderia Catria, che ha Gubbio ha trovato finalmente il feeling ideale con l’Alfa 156, con cui ha preceduto l’orvietano Daniele Pelorosso su Renault Clio Proto ed il rientrante vesuviano Luigi Sambuco sulla versione New della Clio.

Sfide sul filo dei centesimi di secondo tra le supercar di gruppo GT, dove la doppia affermazione è stata per il sempre più leader Roberto Ragazzi sulla Ferrari 458 Superchallenge, che vede avvicinarsi il titolo. Ma il siracusano Ignazio Cannavò non molla ed ha concluso gara 1 a pochi centesimi di secondo dalla vetta con la Lamborghini Gallardo della Eurotech Engineering, purtroppo al siciliano è costato caro un doppiaggio ad un avversario in gara 2, con sesta piazza finale.

In gruppo A doppio acuto dell’altoatesino Rudi Bicciato, il portacolori della Scuderia Mendola, che ha molti ammiratori a Gubbio, ha condotto due gare perfette al volante della Mitsubishi Lance EVO.

In gruppo N alle spalle del neo campione Hafner si è piazzato in gara il rientrante e sempre verde trevigiano Lino Vardanega, il portacolori Best Racing Team con la Mitsubishi EVO X con cui era all’esordio stagionale. Sul podio di gruppo anche l’udinese della Friuli 1956 campione 2013 Michele Buiatti che a Gubbio è tornato con la Honda Civic Type-R di classe 2000.

In gruppo N alle spalle del neo campione Hafner si è piazzato in gara il rientrante e sempre verde trevigiano Lino Vardanega, il portacolori Best Racing Team con la Mitsubishi EVO X con cui era all’esordio stagionale. Sul podio di gruppo anche l’udinese della Friuli 1956 campione 2013 Michele Buiatti che a Gubbio è tornato con la Honda Civic Type-R di classe 2000.


Stop&Go Communcation

Il 49° Trofeo Luigi Fagioli, decimo round del Campionato Italiano Velocità Montagna ha assegnato i primi Titoli Tricolori ad Hafner su Mitsubishi in gruppo N e Scappa su Renault in gruppo RS Racing Start […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2014/08/Fagio_Gubbio.jpg CIVM – A Faggioli la Gubbio-Madonna della Cima