È un momento d’oro per Chris van der Drift: dopo le due Super Finali conquistate a Jarama e al Nurburgring, e la prima pole position messa a segno ieri, per il pilota neozelandese è arrivato oggi il successo numero 2 in una manche “vera” della Superleague Formula, grazie al trionfo in Gara 1 sul circuito di Zolder con cui bissa il risultato ottenuto ad Assen. La, onestamente, non ha offerto grosse emozioni: l’alfiere dell’Olympiacos ha ceduto il comando soltanto durante la finestra dei pit-stop, senza mai piegarsi alla pressione di Davide Rigon, che è rimasto costantemente alle sue spalle.

Solo nel finale il vicentino avrebbe potuto tentare un attacco sfruttando le difficoltà di van der Drift nel doppiare Maria de Villota, ancora una volta decisamente poco attenta (per non dire addirittura scorretta…) nel lasciare strada agli avversari. Per Rigon la piazza d’onore è comunque un bellissimo risultato, ottenuto peraltro proprio in casa del suo club, l’Anderlecht. A completare il podio Robert Doornbos, pure lui 3° sin dall’inizio, e finalmente in grado di raccogliere la prima soddisfazione di una stagione fino a qui piuttosto travagliata.

L’olandese nelle tornate conclusive ha resistito alla minaccia del connazionale Yelmer Buurman, che decidendo di utilizzare pneumatici nuovi anche nel secondo stint era riuscito a scalzare in precedenza Craig Dolby (diretto rivale nella caccia al titolo) con una staccata fulminante alla chicane che precede la Terlamenbocht. Il driver milanista è così giunto 4°, rosicchiando ancora qualche punto all’avversario del Tottenham. Dolby al via era stato un vero fulmine guadagnando due posizioni, ma ha poi deciso di montare coperture usate, dovendo inevitabilmente difendersi anche da James Walker e Max Wissel a causa del calo di grip con cui combattere.

Pochi episodi da replay pure nelle retrovie, dove si registra la 9° posizione del rientrante Andy Soucek. 12° posto invece per il debuttante assoluto Jaap Van Lagen, che non ha sfigurato nonostante i tre anni di digiuno dalle monoposto. In apertura ha dovuto scontare un drive-through John Martin (solo 13°), mentre è incappato in un testacoda senza conseguenze Tristan Gommendy. Unico ritiro, dovuto a problemi tecnici, quello di Duncan Tappy, costretto a parcheggiare in fondo al rettilineo principale dopo 24 giri.

Alle 14:00 ci sarà la partenza di Gara 2, con lo stesso Tappy che potrà cercare di riscattarsi allineandosi davanti a tutti, affiancato dalla de Villota.

Classifica

01. Chris van der Drift – Olympiacos – 34 giri
02. Davide Rigon – Anderlecht – +1.892
03. Robert Doornbos – Corinthians – +3.966
04. Yelmer Buurman – Milan – +4.519
05. Craig Dolby – Tottenham – +8.265
06. James Walker – Liverpool – +9.272
07. Max Wissel – Basilea – +12.432
08. Marcos Martinez – Siviglia – +24.315
09. Andy Soucek – Sporting Lisbona – +25.570
10. Narain Karthikeyan – PSV Eindhoven – +59.767
11. Alvaro Parente – Porto – +1:01.149
12. Jaap Van Lagen – Bordeaux – +1:02.617
13. John Martin – Guoan Pechino – +1:05.294
14. Tristan Gommendy – Galatasaray – +1:11.997
15. Julien Jousse – Roma – a 1 giro
16. Maria de Villota – Atletico Madrid – a 1 giro

Ritirati

17. Duncan Tappy – Flamengo – 24 giri

Jacopo Rubino


Stop&Go Communcation

È un momento d’oro per Chris van der Drift: dopo le due Super Finali conquistate a Jarama e al Nurburgring, […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/slfslf-180710-011.jpg Zolder – Gara 1: Chris van der Drift implacabile fino al traguardo, 2° posto per Rigon. Primo podio stagionale per Doornbos