Anche nella mattina di venerdì il sole non accenna a far capolino sulle Ardenne, pur sempre – almeno fin qui – senza precipitazioni temporalesche di sorta.

La terza sessione di libere ha visto le Toyota prendere subito il largo prima con Mike Conway e poi con Kazuki Nakajima, che ha preceduto di 5 soli millesimi il compagno, fissando il limite provvisorio a 1.55.233, quasi mezzo secondo meglio della miglior prestazione di Brendon Hartley nel 2016, a riprova che le nuove norme regolamentari non hanno inficiato lo sviluppo in pista delle LM P1 ibride.

Il tris Toyota è completato da Nicolas Lapierre, che si porta a 2 soli decimi dai teammates, nonostante la TS050 Hybrid #9 corra con una configurazione aerodinamica meno adatta al tracciato delle Fiandre. Ancora in difficoltà solo il debuttante Yuji Kunimoto il quale, seppur migliorando, si mantiene ancora a ben 4” dai compagni; il più veloce delle Porsche invece Andrè Lotterer, a 1”2 dal vertice.

Alex Lynn si piazza in cima tra le LM P2 con l’Oreca del G-Drive ed il tempo di 2.01.708, 5” esatti in meno rispetto al poleman 2016, Renè Rast, proprio con la precedente versione motorizzata Nissan, dell’Oreca nera e arancio. Seguono nella classifica di categoria Mathias Beche con la Vaillante Rebellion e Ho-Pin Tung con la entry #38 del Jackie Chan DC Racing, vincitrice a Silverstone.

Continua a girare con tempi da metà schieramento delle LM P2 la Enso CLM del ByKolles, con James Rossiter autore di 2.03.886.

Risorgono le Ferrari di AF Corse, che si piazzano al top in GTE-Pro con Alessandro Pier Guidi (nella foto, in azione) – unico fin qui ad abbattere il limite del 2’15” – e Davide Rigon. I due italiani lasciano ad 8 decimi la Ford di Harry Tincknell.

Exploit infine di Matteo Cairoli in GTE-Am. Il comasco porta la Porsche versione 2016 del Dempsey-Proton in mezzo al gruppo delle Pro con 2.15.893, lasciando a quasi 8 decimi Pedro Lamy con l’Aston Martin #98.

Tutto pronto per le qualifiche, come sempre separate fra GT e prototipi, a partire 14.50. Sul tema qualifiche, smentite, almeno per ora, le voci di una qualifying race stile Blancpain, almeno per la stagione in corso, dai vertici ACO.

Piero Lonardo

I risultati delle Libere 3


Stop&Go Communcation

Italiani al top in GT con Pier Guidi, Rigon e Cairoli

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2017/05/Ferr51-1024x682.jpg WEC – Spa, Libere 3: Tre Toyota al comando