Qualifiche senza problemi per le due Toyota TS050-Hybrid, che piazzano l’ennesimo uno-due della stagione in vista della 6 ore di Silvestone, terzo appuntamento stagionale del World Endurance Championship.

Unica variante rispetto a Spa e a Le Mans, l’ordine inverso col quale di schiereranno al via, con la #7 di Mike Conway, Josè Maria Lopez e Kamui Kobayashi davanti ai vincitori di Le Mans Fernando Alonso, Kazuki Nakajima e Sebastien Buemi.

Conway ha tenuto a 20 millesimi Alonso, incaricato della prima frazione, poi, dopo i consueti cambi, non è stato un problema per un “Pechito” Lopez sempre più a proprio agio sul prototipo giapponese dopo le incertezze dello scorso anno, ribadire il concetto su Nakajima, per un distacco finale di oltre 4 decimi grazie alla media record di 1.36.895.

Unico avversario vagamente nella scia delle due Toyota, la BR1 a motore AER di Jenson Button, Vitaly Petrov e Mikhail Aleshin, P3 a oltre 2” dal vertice.

A seguire, via via sempre più distanziate, le due Rebellion, le altre due BR di DragonSpeed ed SMP Racing, e la Enso CLM del ByKolles.

 

 

Prima pole stagionale e doppietta in LM P2 per il Jackie Chan Racing, che piazza la #37 dell’equipaggio tutto malese composto da Nabil Jeffri, Jazeman Jaafar e Weiron Tan, davanti alla gemella di Gabriel Aubry e Stèphane Richelmi con la media di 1.55.727.

Solo terza piazzola per l’Alpine capolista di Nicolas Lapierre e Pierre Thiriet, mentre fa riflettere la quarta prestazione assoluta da parte della Dallara del Racing for Holland a cura di Giedo van der Garde, ancorchè a 8 decimi dalla vetta. Il magnate dei supermercati Frits van Eerd ha poi rovinato tutto con un’uscita, fortunatamente incruenta, alla Copse, che ha comportato un’interruzione di qualche minuto della sessione.

La bandiera rossa è stata utile soprattutto a Pastor Maldonado, che dopo 7 giri è finalmente riuscito a non farsi annullare la prestazione dalla direzione gara.

Ford e Aston Martin ancora protagoniste nelle qualifiche della GTE-Pro, con la Ford di Stefan Mucke ed Olivier Pla, trionfatori a Spa, alla prima pole annuale alla media di 1.55.727.

Il neoacquisto Aston Maxime Martin ed Alex Lynn hanno provato in tutti i modi a contrastare il dominio della #66, ma sono riusciti a terminare solo a 78 millesimi, poco più avanti dei compagni di squadra Marco Sorensen e Nicki Thiim e dell’altra Ford dell’accoppiata britannica formata da Harry Tinkcnell ed Andy Priaulx.

Incredibilmente, le due Porsche stradominanti a Le Mans, hanno finito per battagliare con le Ferrari mal servite dal BoP automatico, anche grazie a colpi di giri cancellati dalla direzione gara. Ad ogni modo, il duello è stato vinto dai trionfatori della Sarthe, con Michael Christensen e Kevin Estre a precedere Davide Rigon e Sam Bird.

Porsche si rifà invece in GTE-Am, grazie alla meno accreditata forse delle 911 RSR spec-2016 iscritte, quella del Team Project 1, il tutto grazie all’indubbio contributo del veterano Joerg Bergmeister, che insieme ad Egidio Perfetti ha le meglio alla media di 1.59.001 sull’altra Porsche del Dempsey-Proton vincitrice a Le Mans di Christian Ried, Julian Adlauer e Matt Campbell.

Lo start della 6 ore di Silverstone domani, alle 12.00 ora locale.

Piero Lonardo

I risultati delle Qualifiche


Stop&Go Communcation

Uno-due Jackie Chan in LM P2. Ford e Project 1 Racing al palo in GTE

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2018/08/Toys.jpg WEC – Silverstone, Qualifiche: Prima pole stagionale per la Toyota #7