Ancora una volta i delegati tecnici della FIA e dell’ACO hanno dovuto modificare l’esito finale di una gara del World Endurance Championship.

Nel mirino al Fuji soprattutto le Porsche del Dempsey-Proton ed il loro bocchettone di rifornimento. Nelle due 911 spec-2017 infatti è stato rilevato che il particolare non avrebbe rispettato il tempo minimo di rifornimento di 45”, misurato invece nel post gara nella misura di 43”8 per la #77 e 42”3 per la #88.

La differenza mancante è stata quindi aggiunta al risultato in pista, moltiplicato per quattro volte, risultando quindi rispettivamente di 31 e 76 secondi totali.

In funzione di ciò, Matteo Cairoli, Giorgio Roda Jr e Satoshi Hoshino perdono il secondo posto in GTE-Am a favore dell’Aston Martin del TF Sport e vengono classificati quinti, dietro all’Aston Martin di Paul Dalla Lana, Mathias Lauda e Pedro Lamy, che avanza sul terzo gradino del podio, e alla Porsche del Gulf Racing UK. L’altra entry del team mantiene invece l’ottavo ed ultimo posto della categoria.

Il fatto ritenuto però più grave consiste nella modifica, ritenuta intenzionale, dei dati trasmessi alla direzione gara. Il team owner Christian Ried e Giulio Pucci sono stati ascoltati ed è stato deciso che i due apparati vengano tenuti sigillati e verificati più accuratamente prima del prossimo round di Shanghai.

Una penalità di 30” assegnata anche in GTE-Pro per la Ford di Stefan Mucke ed Olivier Pla per il contatto causato dal francese, che nell’ultima ora di gara ha comportato il testacoda della BMW #81.

A seguito di ciò, la GT #66 si classifica ora all’ottavo posto, dietro le due Aston Martin, permettendo così all’equipaggio della Porsche vincitrice di Kevin Estre e Michael Christensen di portare il proprio vantaggio a 33 punti.

Riscontrate infine anche infrazioni sulla velocità tenuta dalla Ford di Andy Priaulx, da Matteo Cairoli e dal vincitore della GTE-Am Joerg Bergmeister in regime di doppia bandiera gialla. In questo caso la direzione gara ha ritenuto di sospendere con la condizionale la penalità prevista di 30”.

Piero Lonardo

L’ordine di arrivo definitivo della 6 Ore del Fuji


Stop&Go Communcation

30” anche alla Ford di Pla e Mucke per il contatto con la BMW #81

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2018/10/PL59695-1024x683.jpg WEC – Penalità nel post-gara del Fuji per le Porsche del Dempsey-Proton