La FIA ha diffuso il Balance of Performance delle GT per la prossima Journée Test della 24 Ore di Le Mans, in programma il 4 giugno prossimo.

In GTE-Pro, penalizzate di 20 kg rispetto alla trionfale edizione 2016 le Ford GT (+15 kg rispetto ai primi due appuntamenti stagionali), che sconteranno anche una generale riduzione della pressione del turbocompressore ed una riduzione della capacità del serbatoio di 3 litri.

Per contro, per le grandi rivali, le Ferrari 488 GTE, solo una riduzione del serbatoio (-2 litri), come le Aston Martin, mentre le Corvette vedranno la capacità ridotta di un solo litro. Sia le Vantage che le C7.R godranno di una maggiore quantità d’aria mediante un allargamento dei restrittori, rispettivamente di 0,4 e 0.7 mm. Per le GT inglesi però una zavorra di 10 kg rispetto al peso del 2016, così come le nuove Porsche 911 RSR a motore centrale, cui rispetto alle prime due tappe del 2017 verrà applicato un restrittore d’aria leggermente più piccolo di 0,1 mm.

Tante modifiche anche in GTE-Am, con le Porsche penalizzate di 10 kg, al contrario di Ferrari e Aston Martin, che viaggeranno invece più leggere i rispettivamente di 10 e 5 kg. La Corvette Larbre, assente dalla serie mondiale, vista di recente a Monza – dove in questi giorni ha mosso i primi passi la nuova Dallara LM P2 dell’SMP Racing nelle mani tra l’altro di Robert Kubica – si schiererà fra meno di due settimane con 1.288 kg di peso.

Va inteso che queste equivalenze potranno essere modificate nuovamente prima della 24 Ore, proprio in funzione delle risultanze della Journée Test.

Piero Lonardo


Stop&Go Communcation

Ford penalizzate di 20 kg rispetto al 2016. Kubica svezza la Dallara SMP

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2017/05/GTs-1024x681.jpg WEC – Il BoP delle GT per Le Mans