Chris van der Drift ha descritto come ‘un incidente di gara’ la paurosa carambola avvenuta ad oltre 200 km/h che lo scorso weekend a Brands Hatch gli ha procurato delle fratture multiple e un immediato ricovero in ospedale mentre era in pista per la seconda gara dell’appuntamento inglese della Superleague Formula.

Il pilota neozelandese ha riportato la frattura di due costole, della caviglia destra, di un mignolo, di una scapola e dei gravi danni all’indice della mano sinistra. Le immagini catturate dalla camera-car non hanno aiutato a capire del tutto le cause che hanno innescato l’incidente. Van der Drift sostiene che Jousse possa aver cambiato due volte la sua traiettoria, ma anche che sono situazioni che possono accadere quando si corre in monoposto.

“Ricordo di avere azionato il mio push-to-pass, è di essermi spostato sul lato destro della pista per provare a sorpassare Jousse – ha spiegato van der Drift – ma anche lui ha provato a stringere, così ho mantenuto il mio piede destro a fondo e mi sono spostato ancora più a destra, ma anche Jousse ha stretto. Così mi sono ritrovato sull’erba e ci siamo toccati. La prima volta che Jousse ha chiuso la traiettoria eravamo vicini, ma mi ha lasciato spazio, mentre la seconda volta non avevo fisicamente più pista per terminare il sorpasso che ormai avevo già iniziato. E ‘stato un incidente di gara, sono ancora vivo e questo è quello che conta”.

“Mi ricordo bene l’istante in cui la monoposto è decollata ed ho iniziato a volare, poi il ricordo successivo e quando mi sono ritrovato bloccato nella monoposto. E’ come se mi fossi svegliato, poi ho visto la mia mano malconcia e sentivo il dolore alla caviglia. A quel punto ho slacciato le cinture ed ho iniziato ad uscire dalla monoposto da solo”.

Dopo aver trascorso due notti presso l’ospedale di Dartford, van der Drift è stato trasferito ieri sera in un centro specializzato di Northampton, dove un equipe medica valuterà la gravità del danno causato al dito indice sinistro. Van der Drift, nonostante i pochi giorni trascorsi dall’incidente, è convinto che le fratture non saranno un grosso problema, e che appena possibile tornerà al volante di una vettura da corsa.

“Mi sento un po’ ammaccato, ma alla fine non è poi così male come si potrebbe pensare – ha commentato Chris – mi hanno dato un sacco di antidolorifici che devo dire mi aiutano molto. La mia caviglia è stata operata ieri ed è a posto, ora la priorità è mettere a posto il dito. Quando anche la mano sarà pronta ho intenzione di fare del mio meglio per tornare in forma e per essere pronto al ritorno in pista. Al momento non so per quanto tempo dovrò stare lontano dalle piste, devo solo vedere come va nelle prossime settimane e quanto rapidamente riuscirò a recuperare”.


Stop&Go Communcation

Chris van der Drift ha descritto come ‘un incidente di gara’ la paurosa carambola avvenuta ad oltre 200 km/h che […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/slfchris1.jpg Van der Drift: “Ricordo tutto benissimo, è stato un incidente di gara”