Poteva essere una affermazione unica nel suo genere, almeno per la Superleague Formula. Ma quando ormai sembrava fatta, ecco l'episodio che riscrive il nome del vincitore. Franck Perera, all'ultimo giro di Gara 2 a Vallelunga, si è visto soffiare il successo sulla pista di casa della Roma, concendendo gli estremi per un implacabile sorpasso del connazionale Tristan Gommendy, settimo trionfatore diverso su dieci manches sin qui disputate.

L'alfiere del Porto, passato in seconda posizione alla 17esima tornata (approfittando di una sbavatura di Yelmer Buurman), era riuscito a portarsi a ridosso del rivale giallorosso, riducendo il gap ad un pugno di decimi. La pressione subita ha indotto Perera a lasciare la porta aperta, con il risultato di doversi accontentare di un secondo posto dal sapore amaro. A completare il podio, poco più staccato, proprio Buurman per il PSV Eindhoven, con ampio margine su Adrian Valles.

In quinta posizione ha concluso invece un concreto Davide Rigon, scattato dall'ultima piazza per il trionfo di Gara 1. Il veneto del Gouan Pechino in avvio è riuscito a evitare l'incidente che ha determinato il triplice ko di Tuka Rocha, Robert Doornbos e Antonio Pizzonia, causato alla Cimini dal portacolori del Flamengo tamponando la monoposto del Milan, e in cui l'incolpevole alfiere del Corinthians s'è trovato suo malgrado coinvolto. Necessario l'intervento della safety-car.

In generale è stata senza dubbio una corsa ad eliminazione, con appena sette concorrenti al traguardo: fra i ritirati spicca innanzitutto Enrico Toccacelo. Partito dalla pole, il romano, che già aveva incassato al sesto giro l'attacco di Andy Soucek (poi fermo per noie alla trasmissione), è andato a sbattere malamente contro le barriere della curva Campagnano al nono passaggio, epilogo del contatto con Perera. Davvero un week-end nero per il corridore del Borussia Dortmund, uscito di scena battagliando contro la vettura della propria squadra del cuore, da lui guidata sino a Zolder. Crash spettacolare anche quello che, al giro 27, ha visto protagonisti Katsimis, Tappy e Pier Guidi, scatenato dal testacoda del greco dell'Olympiacos.

Rigon lascia quindi il "Piero Taruffi" rafforzando ulteriormente la leadership in campionato del Gouan, forte adesso di 59 lunghezze di vantaggio sul PSV e 62 sul Liverpool, con 100 ancora in palio. La possibilità di aggiudicarsi fra tre settimane a Jerez il primo titolo nella storia della SLF, è decisamente concreta.

Jacopo Rubino

Classifica Gara 2

01. Tristan Gommendy – Porto – 30 giri in 46'15.508
02. Franck Perera – Roma – +1.482
03. Yelmer Buurman – PSV Eindhoven – +4.562
04. Adrian Valles – Liverpool – +13.321
05. Davide Rigon – Gouan Pechino – +14.126
06. Craig Dolby – Anderlecht – +25.284
07. Ryan Dalziel – Glasgow Rangers – +30.185
08. Dominick Muermans – Al-Ain – +1'04.015

Ritirati

09. Stamatis Katsimis – Olympiacos – 26 giri
10. Duncan Tappy – Tottenham Hotspur – 26 giri
11. Alessandro Pier Guidi – Galatasaray – 26 giri
12. Andy Soucek – Atletico Madrid – 21 giri
13. Borja Garcia – Siviglia – 18 giri
14. Enrico Toccacelo – Borussia Dortmund – 8 giri
15. Max Wissel – Basilea – 3 giri
16. Antonio Pizzonia – Corinthians – 0 giri
17. Robert Doornbos – Milan – 0 giri
18. Tuka Rocha – Flamengo – 0 giri

Classifica Campionato

POS

SF RACING TEAMTOTAL
1 Beijing Guoan 353
2 PSV Eindhoven 294
3 Liverpool FC 291
4 AC Milan 267
5 RSC Anderlecht 244
6 AS Roma 243
7 Galatasaray SK 236
8 FC Porto 218
9 Sevilla FC 217
10 Tottenham Hotspur 207
11 Corinthians 205
12 Al-Ain 200
13 Rangers FC 190
14 FC Basel 183
15 Flamengo 171
16 Borussia Dortmund 158
17 Olympiacos 142
18 Atletico de Madrid 120


Stop&Go Communcation

Poteva essere una affermazione unica nel suo genere, almeno per la Superleague Formula. Ma quando ormai sembrava fatta, ecco l'episodio […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/slfSLF0211082.jpg Vallelunga, Gara 2: Tristan Gommendy vince sorpassando all’ultimo giro Perera