Brands Hatch, 23 Settembre 1984. A bordo di una AGS motorizzata BMW, Philippe Streiff precedeva al traguardo Roberto Moreno mentre a bordo pista Mike Thackwell, inondato da champagne, andava a festeggiare il titolo di campione europeo di Formula 2. Era la conclusione della diciottesima edizione di questo importantissimo campionato (iniziato nel 1967), che fungeva da principale trampolino di lancio verso la Formula 1 per le giovani promesse.

Jacky Ickx, Jean-Pierre Beltoise, Clay Regazzoni, Ronnie Peterson, Renè Arnoux, Jacques Laffite, Patrick Depailler sono solo alcuni dei grandi nomi che si posso trovare scorrendo il prestigiosissimo albo d’oro della categoria, rimasto purtroppo troncato in quel fatidico 1984.

Ma oggi la storia è diversa. Nei prossimi mesi infatti, dopo la bellezza di ben 25 anni, la Formula 2 riprenderà a produrre e sfornare campioni per il Grande Circus. Venticinque come il numero dei piloti che si daranno battaglia quest’anno sui più importanti circuiti del mondo con lo scopo di colmare quel vuoto lasciato da Thackwell e di poter apporre la propria firma sulla lista dei vincitori, andando ad accompagnare quei nomi da leggenda che con il solo ricordo riescono ancora a provocare brividi lungo la schiena degli appassionati più doc.

Il parco piloti naturalmente si presenta ricco e di qualità. I test invernali non hanno lasciato trasparire particolari favoriti al titolo, ma basta leggere qualche nome per capire che la lotta nelle prime posizioni sarà davvero emozionante e difficile da prevedere. Il più esperto in pista sarà sicuramente Andy Soucek, campione di Formula 3 spagnola nel 2005 con trascorsi in GP2 ed in Superleague. Altro pilota esperto e da tenere d’occhio in ottica titolo sulla griglia della rinata serie sarà il canadese Robert Wickens, con trascorsi in Formula BMW (campione USA nel 2006), F.Renault, F3, WSR 3.5, A1GP, F.Atlantic.

Presenti anche due importanti figli d'arte, ovvero Henry Surtees, dimostratosi il più veloce nell'ultima sessione di test pre-stagionali a Silverstone, ed Alex Brundle, erede dell'ex pilota di Formula 1 Martin Brundle.

Ben quattro saranno invece i piloti italiani impegnati impegnati a difendere il tricolore: da una parte la sfida tra Mirko Bortolotti ed Edoardo Piscopo, reduci dalla battaglia nel campionato italiano di Formula 3 e dal successivo test premio con la Ferrari F1, che avranno così modo di proseguire anche a livello internazionale la loro rivalsa. Mentre dall'altra Nicola De Marco cercherà di proseguire la sua naturale scaletta, dopo aver disputato le ultime due stagioni in F3 prima con Lucidi nella serie italiana e poi con RP Motorsport nella serie spagnola.

Decisamente tutto da scoprire l’approccio di Pietro Gandolfi che, privo di esperienza (eccetto qualche gara nella F.Renault svizzera …), pare destinato a lottare contro il cronometro nelle ultime posizioni.

Quest’atmosfera carica di storia, passione e ricordi sfocerà quindi da domani, sabato 23 maggio, con la disputa della prima delle due corse del weekend sull’affascinante circuito Ricardo Tormo di Valencia, che sancisce di fatto la rinascita della Formula 2 con lo start sulla 19esima edizione della rinomata serie. Welcome back F2.

Antonio Mancini


Stop&Go Communcation

Brands Hatch, 23 Settembre 1984. A bordo di una AGS motorizzata BMW, Philippe Streiff precedeva al traguardo Roberto Moreno mentre […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/f2F2_WELCOME_BACK.jpg Valencia preview: Welcome back F2! Al via la 19esima edizione della serie. L’Italia punta su Piscopo, Bortolotti e De Marco