Ancora una sorpresa nelle fasi preliminari della 66ma 12 ore di Sebring, con Tristan Vautier che issa in pole position la Cadillac DPi dello Spirit of Daytona Racing. Il francesino ha vinto l’agguerrita concorrenza con 1.47.432 su una pista resa assai scivolosa dalla sabbia e dalla fuliggine depositatasi stamattina, nonostante un lungo nell’outlap.

Le Acura pagano un errore in curva 10 di Ricky Taylor nel giro buono, cui era stato dato l’onere di portare in pista la DPi #7 per la seconda qualifica dell’anno e si deve accontentare della terza piazzola, dietro un altro francese, Olivier Pla, con la Nissan #2.

Extreme Speed piazza anche Pipo Derani in seconda fila, davanti alla Cadillac di Felipe Nasr e alla seconda Acura di Juan Pablo Montoya. Solo P7 per la migliore delle Mazda con René Rast, mentre Renger van der Zande non ripete l’impresa di Daytona e termina col decimo tempo, a precedere a sua volta la migliore delle LM P2, l’Oreca del JDC-Miller di stephen Simpson, a 1“3 dalla vetta.

La BMW rinvigorita dal BoP riesce ad aggiudicarsi la prima pole per la M8 GTLM con Conor de Philippi ed il tempo di 1.55.839. James Calado riesce a sfiorare il colpaccio con la Ferrari 488 GTE del Risi Competizione, inserendosi davanti all’altra GT di Monaco condotta da Jesse Krohn.

Parziale delusione in casa Ford, con Richard Westbrook e Joey Hand rispettivamente quarto e quinto davanti alla Porsche di Laurens Vanthoor e alla migliore delle Corvette con Antonio Garcia. Ad ogni modo, tutto il parco delle 9 GTLM risulta racchiuso nello spazio di un secondo.

Da segnalare che la BMW in pole non si è fermata per le foto di rito, recandosi immediatamente alle verifiche tecniche, così come la vettura gemella.

Daniel Serra infine si ripete in GTD dopo Daytona con la Ferrari 488 GT3 iscritta da Spirit of Race. Il brasiliano ha demolito la concorrenza della categoria lasciandosi ad addirittura mezzo secondo l’Audi di Cristopher Mies col tempo monstre di 1.58.710. Seconda fila per le due Lexus di Jack Hawksworth e Dominik Baumann. Sesta e nona piazzola per le due Ferrari Scuderia Corsa di Gunnar Jeannette e Frankie Montecalvo.

Ancora non è dato sapere se saranno stati utili gli sforzi del Michale Shank Racing per farsi recapitare da HPD i tanti pezzi necessari per riparare l’Acura NSX GT3 incidentata ieri nelle libere, così che possa prendere il via domani alla 66ma edizione della 12 Ore di Sebring, il cui start avverrà come di consueto alle 10.40 AM, a precedere un breve warm-up di 20’ dalle 8.00 AM, sempre ora locale.

Piero Lonardo

I risultati delle Qualifiche

UPDATE: Sulle due Mazda sono state rilevate ,nelle verifiche post qualifica delle irregolarità tecniche e partiranno dal fondo dello schieramento dei prototipi. L’infrazione effettuata dal Team Joest, che ricordiamo ha in carico da quest’anno la gestione delle RT24-P DPi, consiste nell’aver chiuso con nastro adesivo delle fessure sulla carrozzeria, pratica regolarmente permessa nel WEC ma non nella serie IMSA.


Stop&Go Communcation

BMW senza rivali in GTLM. Daniel Serra e la Ferrari si ripetono in GTD

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2018/03/PL59210-1024x682.jpg USCC – Sebring, Qualifiche: Miracolo Vautier