L’intenso weekend di motorsport ha già preso il via a Road Atlanta per la 21ma edizione della Petit Le Mans, atto finale del WeatherTech SportsCar Championship 2018.

La prima giornata è stata come sempre dedicata alle prove libere, con la bellezza di tre sessioni, tutte disputate in assenza di pioggia dopo che i margini dell’uragano Michael hanno lavato la pista mercoledì sera.

Al mattino sono state le Cadillac a dominare, con Filipe Albuquerque autore di 1.11.878 davanti al compagno di squadra Felipe Nasr (solo 13 giri per la Cadillac #31, in lotta per il titolo) e a Jordan Taylor con le altre DPi V.R iscritte, racchiuse nel raggio di 3 decimi.

Nel secondo turno invece è stata la volta dell’altro contender, l’Oreca LM P2 del CORE Autosport, con Colin Braun che ha abbassato il limite ad 1.11.669 su Tristan Vautier, che all’ultimo momento preso il posto di Joao Barbosa, ancora sofferente alle costole dopo il botto al via di Laguna Seca, sulla Cadillac #5.

In notturna infine sono stati Norman Nato e Pipo Derani con la Nissan DPi trionfatrice dell’ultima edizione ad innalzare definitivamente l’asticella con il francese autore nel finale di 1.11.457 davanti a Ricky Taylor con la migliore delle Acura DPi rinvigorite dal BoP, ad Albuquerque e alla Mazda di Jonathan Bomarito. I primi cinque sono comunque racchiusi in meno di 2 decimi.

In GTLM, Ford e Corvette sono destinate a giocarsi il titolo in volata. Dopo un dominio iniziale delle due GT dell’ovale, le due C7.R hanno dominato la sessione finale, chiudendo con l’uno-due da parte di Tommy Milner ed Antonio Garcia, unici piloti a scendere sotto l’1’18”, con lo statunitense autore di 1.17.847.

Ryan Briscoe, distanziato in classifica ricordiamo di 9 punti dall’equipaggio della Corvette #3 insieme al teammate Richard Westbrook, ha comunque terminato in terza posizione a 3 decimi.

Cristopher Mies ha fissato infine il limite delle GTD già nel primo turno, portando l’Audi del Montaplast sull’1.20.283. In forma anche le due Mercedes di Riley Motorsports e P1 Motorsports, al top nelle altre due sessioni con Jeroen Bleekemolen e Felipe Fraga.

Posizioni di media classifica invece per le due contender al titolo di categoria, l’Acura NSX GT3 #86 dello Shank Meyer Racing e la Lamborghini Huracàn del Paul Miller Racing.

Il programma proseguirà con la quarta ed ultima sessione di libere e le qualifiche, rispettivamente alle 11.15 AM ed alle 3.55 PM, ora locale, del venerdì statunitense.

Piero Lonardo

La classifica delle Libere 1

La classifica delle Libere 2

La classifica delle Libere 3


Stop&Go Communcation

Infiamma il duello Corvette-Ford in GTLM

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2018/10/esm.jpg USCC – Petit Le Mans, Libere 1, 2 e 3: Le Nissan prendono subito il largo