La stagione dell’endurance e del motorsport 2018 sta per cominciare come di consueto con la Roar Before the 24, i test collettivi che a loro volta anticipano la 56ma edizione della Rolex 24 at Daytona, atto iniziale del WeatherTech SportsCar Championship.

Quest’anno per la prima volta l’antipasto della classica della Florida assume anche un valore sportivo, con una sessione di qualifica, a partire dalle 11.25 AM di domenica 7 gennaio a definire l’assegnazione delle postazioni ai box, particolare non da poco nella gestione di una gara lunga ed affollata.

Saranno infatti ben 50 le vetture presenti in pista, tra cui la bellezza di 20 Prototypes, equamente suddivise tra DPi ed LM P2 ACO-style. Equipaggi definiti da tempo per le squadre di punta, con i campioni in carica nonchè vincitori dell’ultima edizione del WTR per la prima volta senza l’accoppiata dei due fratelli Taylor, con Ricky ora ai neorivali Penske che porteranno al debutto ufficiale le nuove Acura ARX-05.

Le Cadillac DPi.V-R, recentemente passate a quattro unità grazie all’aggiunta dello Spirit of Daytona Racing, faranno debuttare un nuovo motore 5,5 litri V8 in luogo del 6,2 litri utilizzato lo scorso anno. In funzione del nuovo propulsore, più leggero, l’IMSA ha assegnato 10 kg extra insieme ad un restrittore più largo di 1,8 mm (X2). Con questo peso extra le Cadillac raggiungono i 940 kg a vuoto, così come le Nissan e le Acura, mentre le Mazda debitamente riviste dalla cura Joest si manterranno ai 930 kg come le LM P2.

Tra gli equipaggi, recenti annunci del campione WEC LM P2 2016 e neoacquisto Rebellion Gustavo Menezes nelle fila del JDC-Miller sulla nuova versione del “Red Dragon”. La squadra del Minnesota ha finalizzato anche la line-up dell’altra Oreca 07, aggiungendo due giovani leoni quali Austin Cindric e Devlin De Francesco (nella foto). Cindric, 19 anni, è reduce da una stagione di esordio nelle principali serie americane, NASCAR compresa, mentre il canadese appena 17enne, ha disputato l’Euroformula Open classificandosi al terzo posto finale.

Nick Boulle è listato quale terzo pilota nella Ligier dell’AFS/PR1 Motorsports con Gustavo Yacaman e Sebastian Saavedra. Ulteriore addizione di rilievo nella categoria infine quella di Joel Miller nelle fila del BAR1 Motorsports, che porterà in gara la versione LM P2 della Multimatic-Riley li cui telaio funge da base per la Mazda DPi.

Il Jackie Chan DC Racing ha infine annunciato che saranno Antonio Felix da Costa e Ferdinand Habsburg a completare l’equipaggio della seconda Oreca del team cinese insieme ai regular Ho-Pin Tung ed Alex Brundle. Il portoghese sarà factory driver BMW nel WEC oltre che protagonista nella quarta stagione della Formula E, mentre il 20enne austriaco, discendente della nobile casata, è al suo debutto nei prototipi.

Niente da fare al contrario per Kevin Magnussen. Il 25enne figlio d’arte, attualmente impegnato con la Renault F1, contrariamente alle voci diffuse nei giorni scorsi non completerà le fila dell’Action Express.

Nessuna novità tra le GTLM, con le abituali 9 entry, ma col debutto della nuova BMW M8. Ancora incertezza sull’equipaggio della Ferrari 488 GTE del Risi Competizione, che al momento schiera solamente il neocampione WEC GTE-Pro Alessandro Pier Guidi.

La squadra di Houston si presenta per la prima volta anche con una entry in GTD ed una line-up composta da tre piloti messicani, Ricardo Perez de Lara, Martin Fuentes e Santiago Creel. Una quarta Ferrari 488 GT3 – oltre alle due già annunciate di Scuderia Corsa – sarà gestita da AF Corse sotto l’egida Spirit of Race per i neocampioni WEC GTE-Am (con l’Aston Martin) Paul Dalla Lana, Pedro Lamy e Mathias Lauda, con l’ausilio dell’ex factory driver AMR Daniel Serra.

Tra le ben 21 GTD iscritte spicca inoltre l’addizione di Robert Renauer e Mathieu Jaminet sulla Porsche 911 GT3 R del Wright Motorsports insieme ai “regular” Christina Nielsen e Patrick Long. Iscritta per ora una sola BMW M6 GT3 del Turner Motorsport, con il solo Jens Klingmann quale pilota.

Una nuova Mercedes AMG GT3 infine per il P1 Motorsports per il team owner JC Perez, Kenton Koch, Robby Foley e Loris Spinelli. La squadra della Florida, al debutto nella serie IMSA, dovrebbe disputare le quattro gare lunghe del NAEC.

A parte l’attribuzione del peso minimo di 1250 kg alle due nuove BMW M8, nessuna modifica per ora al BoP delle due categorie GT rispetto all’ultimo atto della stagione 2017, atteso che l’IMSA si può riservare il diritto di modificare queste equivalenze prima della Rolex 24.

La Roar Before the 24 inizierà ufficialmente venerdì prossimo 5 gennaio alle 11.00 AM ora locale.

Piero Lonardo

L’entry list della Roar before the 24 2018


Stop&Go Communcation

Cindric, De Francesco, Da Costa, Habsburg, Menezes, Joel Miller le ultime addizioni all’entry list

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2017/12/JDC-1.jpg USCC – Inizia la stagione con la Roar Before the 24