Fernando Alonso, vero prezzemolo della “silly season” del motor sport, non la smette di stupire e, a due giorni di distanza dalla sua ultima gara in Formula 1, piazza un altro colpo a sorpresa accasandosi con il Wayne Taylor Racing per la prossima Rolex 24 at Daytona.

Ad affiancare l’Asturiano sulla Cadillac DPi V.R #10 vincitrice nel 2017, oltre ai “regular” Jordan Taylor e Renger van der Zande, nientemeno che Kamui Kobayashi, pure pilota Toyota nel World Endurance Championship, al debutto nella classica della Florida e nella serie endurance americana, grazie ai buoni uffici dello sponsor Konica Minolta.

Difficile non vedere una sinergia tra la seconda partecipazione di Alonso a Daytona – dopo l’esperienza dello scorso anno con la Ligier LM P2 dello United Autosports conclusa al 13mo posto – con una macchina brandizzata del gruppo GM ed il recente “muro” di Honda susseguente alla recente conferma del suo impegno alla Indy 500 con McLaren ed il probabile utilizzo nel prossimo assalto all’ultimo tassello della “Triple crown” di propulsori Chevrolet.

United Autosports dal canto suo non sarà invece della partita in questa 57ma edizione della classica apertura stagionale. La squadra angloamericana ha deciso di non profondere per ora ulteriori sforzi nella serie IMSA dopo la divisione in classi separate tra DPi ed LM P2, in vigore dal 2019.

Chi sarà invece presente a partire da Daytona e per tutta la stagione dl WeatherTech SportsCar Championship sarà Will Owen, che sarà al volante della Cadillac dello Juncos Racing. La 23enne promessa del Colorado, dopo due stagioni disputate nell’European Le Mans Series proprio con United Autosports, tornerà a vestire i colori della squadra con la quale ha disputato un paio di stagioni nel Pro Mazda Champioship nel biennio 2015-2016.

Ricordiamo che Owen lo scorso anno sfiorò il podio con l’altra Ligier LM P2 del team di Zak Brown, insieme a Bruno Senna, Hugo de Sadeleer e Paul di Resta.

L’appuntamento con la Rolex 24 at Daytona è per il 26-27 gennaio 2019 e sarà preceduta dai consueti test collettivi, la Roar Before the 24, in programma dal 4 al 6 gennaio prossimi.

Piero Lonardo


Stop&Go Communcation

United Autosports non ci sarà ma Will Owen sì, per una stagione completa con Juncos Racing

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2018/11/012717_r24daytona_bcpix351886_980.jpg USCC – Bomba: Alonso e Kobayashi a Daytona col WTR!