Dopo la spettacolare vittoria del Visit Florida Racing di domenica scorsa, il WeatherTech SportsCar Championship torna di scena fra meno di due settimane a Road Atlanta per il tradizionale finale di stagione, la Petit Le Mans.

Per la 20ma edizione della enduro della Georgia, annunciati 38 equipaggi. Ultima novità fra le vetture, il ritorno della Rebellion con una Oreca LM P2 condotta da Mathias Beche, Nick Heidfeld e Gustavo Menezes.

Sempre fra le Prototypes, confermati i rinforzi di lusso dell’Extreme Speed Brendon Hartley e Bruno Senna, che vanno ad aggiungersi ai già noti Ryan Hunter-Reay, Filipe Albuquerque e Mike Conway sulle Cadillac di WTR ed Action Express. Il team della famiglia Taylor vanta 29 e 28 punti di vantaggio sulle altre due DPI-V.R

A completare i ranghi della categoria, Julien Canal sulla Ligier PR1/Mathiasen, Chris Miller sulla Oreca del JDC-Miller e l’ex-Mazda Jonathan Bomarito ad affiancare i vincitori di Laguna Seca. Nessuna Oreca gestita da Penske in pista purtroppo, nonostante le premesse della vigilia.

Ritornano anche le Oreca LM PC per l’ultima apparizione di sempre nelle serie a stelle e strisce, con tre sole entry per BAR1 e i neotitolati del Performance Tech.

I campioni in carica della GTLM Antonio Garcia e Jan Magnussen si presentano a Road Atlanta con un robusto vantaggio di 19 lunghezze sull’equipaggio della Ford GT #67 composto da Ryan Briscoe e Richard Westbrook, ancora alla ricerca della prima vittoria stagionale, seguiti da presso dai compagni di squadra Joey Hand e Dirk Mueller e dall’equipaggio della BMW #25, Bill Auberlen ed Alexander Sims. Speranze matematiche anche per la migliore delle Porsche, con Patrick Pilet e Dirk Werner a -32.

Anche in questa categoria ritornano i rinforzi di lusso dell’IndyCar, Scott Dixon e Sebastien Bourdais, per il Team Ganassi; ritorno estemporaneo in GT sulle Porsche 911 per i trionfatori di Le Mans 2015, Nick Tandy ed Earl Bamber.

Mike Rockenfeller e Marcel Fassler tornano alla guida delle Corvette, così come Nicky Catsburg e Kuno Wittmer si riappropriano del volante delle due BMW M6 GTLM. Infine in casa Ferrari, sarà Alessandro Pier Guidi ad affiancare, come a Daytona e a Sebring, Toni Vilander e Giancarlo Fisichella sulla 488 de Risi Competizione.

Ben 17 infine le GTD iscritte, alla caccia della Ferrari di Scuderia Corsa, lanciata verso il titolo-bis con Alessandro Balzan e Christina Nielsen, ancora una volta insieme a Matteo Cressoni.

Jeroen Bleekemolen, unico contender rimasto, segue con la Mercedes AMG GT3 a ben 25 punti di distanza. Insieme all’olandese e a Ben Keating, salirà Mario Farnbacher, già vincitore di categoria a marzo in quel di Sebring.

Il driver factory Porsche del WEC Michael Christensen completerà i ranghi dell’Alegra Motosport trionfatrice a sorpresa a Daytona. Ancora da completare infine solo l’equipaggio dell’Audi R8 del Montaplast con Connor De Phillippi e Christopher Mies.

In attesa dello start della 20ma edizione della Petit Le Mans, previsto per le 11.00 AM di sabato 7 ottobre, le attività in pista inizieranno con le prime libere, giovedì 5, alle 11.10 AM, li tutto ora locale.

Piero Lonardo

L’entry list della 20ma Petit Le Mans


Stop&Go Communcation

Ultime addizioni: Rebellion, Bomarito, Hartley Tandy, Bamber, Pier Guidi

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2017/09/Start-P.jpg USCC – 38 vetture per la 20ma Petit Le Mans