A Timaru, sede del secondo round della Toyota Racing Series, i piloti di casa hanno tenuto “a freno” l’avanzata degli agguerriti colleghi europei: sono stati infatti Nick Cassidy e Damon Leitch a spartirsi i successi nelle tre corse in programma, capeggiando così la classifica generale.

Le qualifiche avevano visto svettare Hannes van Asseldonk, davanti a Bruno Bonifacio e Nick Cassidy. È stata così “tripletta” per il team Giles Motorsport, il più competitivo dello schieramento.

È stato però Cassidy ad aggiudicarsi Gara 1. Il neozelandese ha subito beffato al primo giro il poleman, dopo una partenza caotica in cui il gruppo ha dovuto sfilare Bonifacio, rimasto al palo in prima fila. Per rimuovere la vettura del brasiliano è stato necessario l’ingresso della safety-car. Alla fine van Asseldonk chiuderà solamente 5°: incassati al restart anche i sorpassi di Leitch e Felix Serralles, l’olandese più avanti è stato beffato pure da Josh Hill.

La lotta per la vittoria ha invece visto Cassidy resistere con tenacia agli attacchi di Leitch, giunto sul traguardo con soli tre decimi di ritardo. La loro battaglia, nelle fasi finali, ha permesso a Hill di avvicinarsi: l’inglese ha però preferito consolidare il suo podio davanti a Serralles.

10° piazza per il nostro Raffaele Marciello (nono in griglia), di un soffio dietro al più esperto compagno di squadra Nathanael Berthon, prossimo al passaggio in GP2. La romana Michela Cerruti ha terminato 17°.

Classifica Gara 1 (Top 10)

01. Nick Cassidy – Giles Motorsport – 12 giri
02. Damon Leitch – Victory Motor Racing – +0.397
03. Josh Hill – ETEC Motorsport – +0.821
04. Felix Serralles – Giles Motorsport – +2.390
05. Hannes van Asseldonk – Giles Motorsport – +3.036
06. Lucas Auer – Giles Motorsport – +3.496
07. Jordan King – M2 Competition – +3.772
08. Jono Lester –  ETEC Motorsport – +6.327
09. Nathanael Berthon – M2 Competition – +6.797
10. Raffaele Marciello – M2 Competition – +7.074
17. Michela Cerruti – Victory Motor Racing – +8.328

La griglia di Gara 2, determinata dalla media dei due giri più veloci di ciascun concorrente nella prima manche, ha determinato un’altra pole per van Asseldonk. Al suo fianco ancora Bonifacio, che per poche fasi ha preso il comando, prima di lasciare strada al rivale. La corsa è iniziata sull’asfalto umido, e al terzo giro è passato al comando Cassidy, con una spettacolare manovra all’interno. Da lì il compito dei piloti è diventato sempre più difficile, mentre la pista si asciugava e le gomme intagliate andavano a deteriorarsi. Cassidy, con mestiere, ha “cercato” tutte le chiazze d’acqua tenendo sotto controllo la situazione alle sue spalle: a chiudere 2° è stato il portoricano Serralles, seguito da King (3°).

4° posto per Jono Lester, davanti a Leitch e Lucas Auer, che ha così guadagnato la pole per Gara 3 (si invertono i primi sei). Sfortuna per Raffaele Marciello: velocissimo nelle battute conclusive, il giovane campano ha dovuto rimboccarsi le maniche dopo essere stato urtato da Auer. Michela Cerruti, senza prendere rischi, ha visto il traguardo 15°.

La scelta di montare le coperture slick non ha pagato: ci ha provato il solo Berthon, addirittura doppiato.

Classifica Gara 2 (Top 10)

01. Nick Cassidy – Giles Motorsport – 20 giri
02. Felix Serralles – Giles Motorsport – +4.453
03. Jordan King – M2 Competition – +7.793
04. Jono Lester – ETEC Motorsport – +8.621
05. Damon Leitch – Victory Motor Racing – +8.784
06. Lucas Auer – Giles Motorsport – +12.375
07. Dmitry Suranovich – Victory Motor Racing – +20.420
08. Josh Hill – ETEC Motorsport – +20.426
09. Victor Sendin – ETEC Motorsport – +30.320
10. Raffaele Marciello – M2 Competition – +30.756
15. Michela Cerruti – Victory Motor Racing – +59.772

La terza manche ha registrato il successo di Leitch, portatosi immediatamente in testa e rimasto davanti fino alla fine. Alle sue spalle il russo Dmitry Suranovich, che ha regalato alla scuderia Victory Motor Racing un bell’uno-due. Terzo Cassidy, il quale ha fatto en-plein di podi in questo week-end dopo aver avuto la meglio sul connazionale Lester.

Grandissima prestazione di Raffaele Marciello: a suon di giri veloci (il migliore assoluto è stato il suo 58.506) il talento della Ferrari Driver Academy è risalito fino al quinto posto, dimostrando il proprio potenziale in una trasferta in cui la fortuna non gli ha sorriso.

I commissari hanno inflitto una penalità di 50″ a van Asseldonk, reo di aver speronato Josh Hill, ritrovatosi in testacoda e in fondo al plotone.

Classifica Gara 3 (Top 10)

01. Damon Leitch – Victory Motor Racing – 12 giri
02. Dmitry Suranovich – Victory Motor Racing – +3.657
03. Nick Cassidy – Giles Motorsport – +4.167
04. Jono Lester – ETEC Motorsport – +7.050
05. Raffaele Marciello – M2 Competition – +7.715
06. Jordan King – M2 Competition – +9.582
07. Melvin Moh – ETEC Motorsport – +10.803
08. Nathanael Berthon – M2 Competition – +11.137
09. Victor Sendin – ETEC Motorsport – +14.790
10. Felix Serralles – Giles Motorsport – +14.887
15. Michela Cerruti – Victory Motor Racing – +31.289

In graduatoria Cassidy guida ora con 383 lunghezze, 11 in più di Leitch. Più lontani gl altri, con Serralles terzo a quota 295. Nel prossimo week-end la Toyota Racing Series sarà al Taupo Motorsports Park.


Stop&Go Communcation

A Timaru, sede del secondo round della Toyota Racing Series, i piloti di casa hanno tenuto “a freno” l’avanzata degli […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2012/02/mixage-210112-01.jpg TRS – Timaru: Cassidy e Leitch si dividono la posta