Dopo l’annuncio ufficiale del rafforzamento della Honda in Formula Master, arrivano i primi commenti direttamente dai team manager della fortunata serie. Il prestigio crescente della categoria promossa dalla N.Technology e le caratteristiche tecniche della monoposto, ne garantiscono l’efficacia sia come veicolo promozionale sia come palestra per i giovani piloti che puntano alla Formula 1: la partecipazione di D’Ambrosio, campione 2007, alla GP2 Asia Series ed alla Main Series ne sono l’esempio lampante. Stopandgo.tv ha sentito in merito il team principal della Trident Racing, new entry importante della serie che ha l’interessantissima peculiarità di essere l’unica compagine a rappresentare l’Italia sia nella Formula Master che nella GP2, a conferma del legame sempre più stretto tra i due campionati.

Alessandro Alunni Bravi (Team Principal Trident Racing): "L'annuncio ufficiale di Honda Racing F1 di premiare il vincitore del campionato 2008 della Formula Master con un test ufficiale con il team, anche al fine dell'ottenimento della Superlicenza F1, rappresenta un valore sostanziale per la serie e non soltanto un'ottima operazione promozionale. Infatti, i piloti sanno molto bene quanto sia difficile avere l'opportunità di entrare in contatto con i top team della Massima Formula: non solo meritare la chance di effettuare un test ufficiale, ma anche la semplice possibilità di presentarsi ed accreditarsi ai responsabili dei team. Quindi, tale premio può rivestire per il Campione 2008 davvero un’ opportunità unica per entrare nell'orbita Honda che, come sappiamo, ha varato un programma di sostegno ai piloti giovani e talentuosi – di cui fa già parte il nostro pilota ufficiale in GP2 Mike Conway-, ma che è presente in tutte le categorie top dell'automobilismo mondiale, dalla Formula 1 all'IRL, oltre alla F.Nippon, al Wtcc ed alla F3. Penso, in definitiva, che sia una chance unica alla quale arrivare, però, ben preparati dal punto di vista fisico, tecnico e mentale. Grazie alla nostra esperienza in GP2, abbiamo verificato che l'aspetto più complesso per un giovane pilota al primo approccio con la F1 non sia tanto quello velocistico, quanto le problematiche legate all'analisi tecnica richiesta dagli ingegneri e la preparazione fisica. Trident Racing lavorerà con i suoi piloti già in quest'ottica, applicando alla Formula Master lo stesso approccio e metodo di analisi tecnica utilizzato dal team in GP2".

Nella foto, Alessandro Alunni Bravi (Team Principal Trident Racing)

Pietro Casillo


Stop&Go Communcation

Dopo l’annuncio ufficiale del rafforzamento della Honda in Formula Master, arrivano i primi commenti direttamente dai team manager della fortunata […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/alunnibravi.jpg Trident Racing entusiasta delle novit