Sul circuito Tazio Nuvolari (PV), Coyote presenta la nuova gamma di prodotti e progetti per il futuro, accompagnati da un “co-pilota” d’eccezione come l’ex Formula Uno, Jean Alesi.

Informazioni in tempo reale, su strada come in pista. Questa la ricetta vincente di un prodotto come Coyote, sempre più leader del settore. Grazie all’apertura di nuovi punti vendita, l’azienda francese prende piede nel nostro paese.

Durante l’evento stampa in quel di Cervesina, Maurizio Izzo e lo stesso Alesi hanno presentato i nuovi progetti attivi dal mese di giugno. Un prodotto definito senza concorrenza che va oltre i normali canoni di un semplice navigatore, vero e proprio strumento di sicurezza e assistenza stradale, dotato di community. Un servizio in grado di mettere in comunicazione tutti i dispositivi e tutti gli automobilisti, per segnalazione di ogni genere e tipo. Dall’autovelox alle condizioni meteo, da un restringimento di corsia all’ostacolo sulla strada. Strumento di importanza non indifferente per chi lavora con la patente, presente in tre modelli ben distinti: Coyote Mini, Coyote S, Coyote Nav. Non solo devices veri e propri ma anche app per i maggiori sistemi operativi e soluzioni integrate in molti marchi automobilistici. Dal più piccolo al più sofisticato, tutti con l’unico imperativo, la sicurezza stradale.

Coyote espande il suo raggio d’azione con la nuova campagna pubblicitaria, presente su tutte le reti televisive nazionali. Protagonista dello spot e volto del marchio, ancora una volta, Jean Alesi.

Per i microfoni di Stop&Go, l’ex Ferrari e Formula Uno, racconta la partnership con l’azienda e non solo.

– Jean, cosa rappresenta per te questo marchio e perché hai scelto di diventarne il testimonial?

“Sai, questo è prodotto che esiste da anni in Francia, li siamo in tanti ad averlo. E’ nato perché, con la patente a punti ed il sistema “laser” dell’autovelox, la polizia rileva da un chilometro. Per quelli che lavorano con la patente, un momento di distrazione può essere fatale e togliere dei punti. Questo dispositivo per loro è davvero fondamentale. Andando avanti con i tempi, questo prodotto si è evoluto ed è diventata una possibilità anche per scambiare informazioni, per quanto riguarda ciò che accade sulla strada. Dalle condizioni meteo al restringimento di corsia, quante volte è mai capitato di vedere ad esempio dei detriti? Con le segnalazioni di tutti gli utenti, queste situazioni sono già segnalate a quelli che transiteranno dopo.”

– Si può dire che Coyote possa essere una sorta di “social network” in chiave stradale?

“Totalmente. La sola differenza, chiaramente, è che non rappresenta un distrazione, segnala dei pericoli ma non qualcosa che va oltre. E’ un sistema molto immediato d’informazione.”

– Quanto può contare la tua esperienza da pilota, per quanto riguarda lo sviluppo di questo strumento?

“L’esperienza da pilota non conta in modo incisivo come ad esempio un valore aggiunto. Io riesco ad andare molto bene sulla strada oltre che in pista, ma se uso Coyote è per avere qualcosa in più. Sta crescendo è può essere utile anche in altri paesi dove le assicurazioni necessitano di una “prova visiva” per poter lavorare, con Coyote è possibile.”

– Jean, passando al motorsport, cosa pensi della situazione attuale dei kartodromi italiani? Alcuni sono ormai spariti

“Le piste, soprattutto di kart, sono un modo non solo per svagarsi ma anche per portare avanti quella che è la “scuola” dei nuovi talenti. Penso che le piste vadano protette, chiaramente l’urbanizzazione fa in modo che tracciati anni fa in posti quasi deserti, ad oggi si trovano circondati da città, questo non aiuta la loro permanenza. Più si preservano le piste storiche, almeno, meglio è per questo sport.”

– Tra tutti i kartodromi che hai provato, italiani e non solo quale sceglieresti come tuo preferito?

“Direi Lonato, li è presente il vero spirito da kartista, pista dove sono passati tutti i campioni gestista da persone valide, del mestiere.”

Dal circuito Tazio Nuvolari, Simone Corradengo.

Credits: Coyote PH.


Stop&Go Communcation

Sul circuito Tazio Nuvolari (PV), Coyote presenta la nuova gamma di prodotti e progetti per il futuro, accompagnati da un […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2017/06/M58A7085-1024x683.jpg Speciale – Dalla pista alla strada, Jean Alesi racconta la partnership con Coyote