Dopo il grande successo riscontrato nel 2009, ormai tutto è pronto per la seconda edizione della nuova Formula 2, resuscitata ormai più di un anno fa dal britannico Jonathan Palmer. Così come nella passata stagione, la categoria si presenta come candidata antagonista di GP2 Main Series e World Series by Renault per il ruolo di "vice" Formula 1; ben gestito ed organizzato, il circus ha fatto tesoro dei pregi e dei difetti mostrati nel 2009 per acquisire esperienza e consolidare il bel livello di competitività e spettacolo ammirati nel campionato trascorso.

Il primo grande cambiamento è quello riguardante la vettura; salutata la JPH1, sarà dato il benvenuto alla Williams JPH1B, evoluzione del modello precedente. Aerodinamica molto più sviluppata ma soprattutto motore Audi molto più potente, in grado di sprigionare 480 cavalli durante la fase di overboost. Risultato: tra i due ed i tre secondi più rapida al giro.

Come l'anno scorso i driver non correranno in team, ma avranno meccanici ed ingegneri assegnati di gara in gara. L'unico passo indietro rispetto al 2009 lo si potrebbe rilevare nel parco partenti: i piloti schierati in griglia sono "solo" ventidue in confronto ai ventisei della passata stagione. I vari Soucek, Bortolotti, Piscopo, Wickens, Aleshin, Jousse ed Hegewald sono emigrati altrove lasciando spazio ad un'ondata di rookie ancora tutta da scoprire.

Tra i protagonisti del campionato concluso gli unici ad essere rimasti sono Vasiliauskas, Eng e De Marco. In compenso, Palmer, Gladdis, Clarke ed Ebrahim sono parsi molto più in forma rispetto a come hanno abituato i fan. Molto promettenti i debuttanti Dean Stoneman e Johan Jokinen, a cui devono essere aggiunti i già esperti Will Bratt e Sergey Afanasiev. Da tenere sott'occhio il belga Bailly Benjamin ed il rumeno Mihai Marinescu, oltre che l'olandese Kelvin Snoeks, proveniente dalla fallita Formula Master. Curiose le "presenze" di Plamen Kralev ed Ajith Kumar, ormai quasi quarantenni con pochissime esperienze nel mondo delle corse, lentissimi nel corso dei test invernali.

Ricco e di qualità il nuovo calendario con ben nove appuntamenti: si inizierà a Silverstone in un autodromo dedicato per l'occasione solo alla categoria di Palmer per poi viaggiare al seguito del WTCC verso Marrakech per l'unica tappa extraeuropea; a seguire Monza, Zolder, Portimao, Brands Hatch, Brno, Oschersleben e Valencia.

Il sipario finalmente si aprirà questo week-end a Silverstone, dove la Formula 2 ha sempre provato ma non ha mai svolto una gara ufficiale. Il più veloce nel test effettuato Lunedì 12 è stato Jolyon Palmer: la sfida per prendere il possesso del trono di Andy Soucek e meritarsi il test con la Williams FW32 è aperta.

Antonio Mancini

Programma del week-end

Venerdì 16 aprile
13:00 – Libere 1
16:00 – Libere 2

Sabato 17 aprile
12:20 – Qualifica 1
16:25 – Qualifica 2

Domenica 18 aprile
12:35 – Gara 1
16:35 – Gara 2


Stop&Go Communcation

Dopo il grande successo riscontrato nel 2009, ormai tutto è pronto per la seconda edizione della nuova Formula 2, resuscitata […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/f25.jpg Silverstone, Preview: Tutto è pronto per l’edizione 2010. Chi sarà il successore di Andy Soucek?