La seconda edizione della Coppa della Primavera si è tenuta a 50 anni esatti dalla prima edizione della classica cronoscalata della quale porta il nome: l’Associazione Sportiva Road Legends Sorrento ha onorato degnamente una ricorrenza tanto importante, portando sui “gironi” della strada più bella del mondo alcune tra i modelli di macchine più rappresentative delle cronoscalate di ieri e di oggi.

Gli 8,7 chilometri della prova di regolarità hanno visto avvicendarsi 58 equipaggi in tre prove cronometrate, la prima delle quali è stata purtroppo annullata in quanto la massiccia presenza di spettatori ha creato qualche problema sul controllo orario di fine prova.

Lo spettacolo non è  mancato sulla SS 366, a cominciare dalle vetture apripista, che per motivi “di età” non hanno potuto prendere parte alla gara di precisione: la rievocazione infatti ammetteva al via soltanto modelli prodotti dal 1961 al 1990. Primo degli apripista il sorrentino Andrea Reale con una magnifica Fiat Balilla del 1933 in allestimento Coppa d’Oro, che ha dato quindi il via alla kermesse. Dietro di lui Gargiulo su Lancia Delta Evoluzione del 1994 nella vistosa colorazione giallo ginestra, a rappresentare la regina dei Rally.

Non è passato inosservato il terzo degli apripista, Daniele Vanacore su una impressionante Radical SR3 motorizzata Suzuki 1500, sport prototipo a telaio tubolare di costruzione inglese. I nomi da ricordare sono quelli di Vincenzo Nigro, Giuseppe Maccario e Antonio Amabile: è questo il podio ufficiale della gara di Regolarità Turistica effettuatasi domenica 20 marzo 2011. A darsi battaglia a suon di precisione sono sopratutto i primi due, con Nigro ad avere la meglio su Maccario per un solo centesimo di secondo nella seconda manche utile, dopo che entrambi hanno realizzato la stessa penalità nella prima.

L’edizione 2012 quindi vedrà sulla locandina la bella Lancia Fulvia HF di Maccario, così come quest’anno capeggiava il vincitore 2010 Pierpaolo Gargiulo, oggi solo 28esimo con la sua Fiat Abarth 850 Nurburgring.

Piazza d’onore quindi al portacolori della Scuderia Partenio, Giuseppe Maccario su Alfa Romeo GT Junior del 1972, mentre il podio viene completato dalla più recente Lancia Delta Integrale di Antonio Amabile, portacolori della Montoro Historic Car Club, terzo con 15 penalità.

La Scuderia Partenio domina la classifica Scuderie con 18 punti, forte anche degli ottimi quinto ed ottavo posto realizzati dagli altri due Maccario, rispettivamente Emilio su Lancia Fulvia Coupe ed Antonio su Porsche 911.

Più che soddisfatti gli organizzatori del Road Legends Sorrento e dell’Historic Montoro Car Club, visto anche e sopratutto l’incremento qualitativo delle vetture in gara in questa seconda edizione: oltre alle già menzionate Lancia, Porsche e Alfa spiccavano tra gli altri Lucio Peruggini con la splendida Lancia 037, già portata in gara nel 1983 dal compianto padre Teodoro, la Renault 5 Maxi Turbo di Francesco Mauro, la Ferrari Testarossa di Graziano Giordano. Apprezzatissime anche le Delta Integrali e la nutrita pattuglia di A112 Abarth.

L’appuntamento è per il 2012 sempre sulla strada più bella del mondo. 

 


Stop&Go Communcation

La seconda edizione della Coppa della Primavera si è tenuta a 50 anni esatti dalla prima edizione della classica cronoscalata […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/RoadLegends.jpg Seconda Coppa Primavera: la Fulvia HF torna grande