Grane in arrivo per l’autodromo di Portimao. Gli organizzatori della Parkalgar si trovano infatti in una situazione di insolvenza nei confronti di Bernie Ecclestone per la cifra di 3.2 milioni di euro. La questione risale al settembre 2009, quando l’impianto portoghese accolse l’ultima tappa stagionale della GP2 Series, in concomitanza con il FIA GT (nella foto).

I finanziamenti per l’evento sarebbero dovuti arrivare direttamente dallo stato del Portogallo, e la difficile situazione economica vissuta dal governo di Lisbona, vicino al rischio di fallimento, ha ulteriormente complicato la vicenda.

L’ufficio stampa dell’Autodromo Internacional do Algarve, attraverso una nota ufficiale inviata ai quotidiani Observatorio do Algarve e Diario de Noticias, ha voluto spiegare la situazione: “C’è un processo in corso in tribunale. Il problema sono i mancati pagamenti per la gara di GP2 che si è tenuta nel settembre 2009. Il circuito era in accordo per ottenere i fondi dal governo portoghese, ma non sono stati ottenuti e si trova così ad essere insolvente”.

A quanto si legge, la Formula One Management di Ecclestone ha richiesto un pignoramento di beni per rivalersi della somma mancante. In totale le cause analoghe avviate sarebbero 14, ma il direttore Paulo Pinheiro ha assicurato che ne restano “sei o sette” da sistemare, motivando nella mancanza di denaro liquido i ritardi nei pagamenti.

Nel complesso i conti della stessa Parkalgar non sono propriamente in salute, tanto da aver convinto Pinheiro a ritirare la propria squadra dal Mondiale Supersport di motociclismo dopo sei stagioni. Il tracciato di Portimao resta comunque in grado di suscitare un forte appeal, tanto da accogliere quest’anno categorie come WTCC, FIA GT1, European Le Mans Series, GT Open e la Superbike.

Jacopo Rubino


Stop&Go Communcation

Grane in arrivo per l’autodromo di Portimao. Gli organizzatori della Parkalgar si trovano infatti in una situazione di insolvenza nei […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2012/03/mixage-150312-02.jpg Problemi per il circuito di Portimao: 3.2 milioni di debiti con Bernie Ecclestone