Balzan e Comandini agguantano una vittoria ciascuno nel quarto round della Carrera Cup Italia disputatasi sul circuito di Imola. Di seguito i report dettagliati delle due corse.

La temperatura elevata ed Alessandro Balzan sono stati i protagonisti della prima delle due corse della Carrera Cup Italia ad Imola. Il rodigino si aggiudicava la gara scattando in testa con la Porsche 911 GT3 Cup della Ebimotors – Centro Porsche Varese e da subito prendeva un buon margine su Vito Postiglione (Petricorse Motorsport), che chiudeva al secondo posto. Terzo al traguardo, dopo una gara costante, il reggiano Max Fantini (Ebimotors – Porsche Haus Milano), seguito da un altrettanto costante Massimo Monti (Antonelli Motorsport). Il quinto posto veniva conteso tra il pilota di casa, Christian Passuti (Antonelli Motorsport) e il romano Stefano Comandini (AB Racing). Protagonista nella top ten il rientrante Enrico Fulgenzi (Petricorse Motorsport), assente nella prova di Adria. La gara vedeva numerosi testacoda, come quello che arretrava Andrea Sonvico (Bonaldi Motorsport) dalla quarta all’ottava posizione. Il comasco riusciva poi a recuperare una posizione sul traguardo.

Nella Silver Class ancora un’affermazione del reggiano Alessandro Bonacini, nonostante la partenza dall’ultima fila: per lui già il secondo passaggio registrava la leadership fra le Carrera 911 MY 08-09, con il pilota della Ebimotors – Porsche Haus Milano che riusciva a passare incolume dal contatto tra Alex Frassineti e Massimo Giondi (Antonelli Motorsport). Sul secondo gradino del podio Silver il viterbese Gianluca Carboni (Petricorse Motorsport) e il milanese Federico De Nora (Bonaldi Motorsport).

“Era il risultato che ci voleva – commentava sul podio il vincitore Balzan – una gara davvero sofferta per il gran caldo. Sono comunque ancora attardato in classifica generale e il mio rivale Postiglione non sbaglia mai, ma ora proverò a mettergli un po’ di pressione”.

“Ho cercato di spingere al massimo fin dal primo giro – affermava il vincitore della Silver Class, Bonacini – quando ho visto che riuscivo ad evitare la confusione e a risalire, ho capito che ce l’avrei fatta. E’ stata la gara più bella che abbia mai corso”.

Classifica Assoluta Gara 1: 1. Balzan (Ebimotors – Centro Porsche Varese), 16 giri in 29’22”464; 2. Postiglione (Petricorse Motorsport) a 5”954; 3. Fantini (Ebimotors – Porsche Haus Milano) a 11”286; 4. Monti (Antonelli Motorsport) a 15”420; 5. Passuti (Antonelli Motorsport) a 20”315; 6. Comandini (AB Racing) a 21”941; 7. Sonvico (Bonaldi Motorsport) 21”941; 8. Fulgenzi (Petricorse Motorsport) a 48”325; 9. Rogari (AB Racing) a 56”113; 10. Bonacini (Ebimotors – Porsche Haus Milano) a 1’03”474.

Classifica Silver Class Gara 1: 1. Bonacini (Ebimotors – Porsche Haus Milano), 16 giri in 30’25”938; 2. Carboni (Petricorse Motorsport) a 18”110; 3. De Nora (Bonaldi Motorsport) a 58”890.

Giro più veloce: il n°6 di Balzan in 1’49”010, media 162, 117 km/h.

In gara 2 ha vinto Stefano Comandini (AB Racing). Una gara movimentata ha visto il romano scattare bene fin dal via, anticipato però dal comasco Andrea Sonvico (Bonaldi Motorsport) che aveva preso il comando scalzando dalla pole position il ventiquattrenne Enrico Fulgenzi (Petricorse Motorsport). Successivamente si inserivano nella ricerca della vittoria anche Max Fantini (Ebimotors – Porsche Haus Milano) e i piloti della Antonelli Motorsport, Massimo Monti e Christian Passuti, seguiti da Vito Postiglione (Petricorse Motorsport). Il sorpasso decisivo per Comandini su Sonvico avveniva al quarto giro. Il pilota della Bonaldi Motorsport era costretto al ritiro a causa del dechappamento della ruota anteriore destra, che provocava anche danni alla vettura.

Successivamente, il liquido perso da una vettura in gara causava scompiglio nel gruppo degli inseguitori: Passuti, Postiglione, Balzan e in seguito anche Monti finivano fuori pista quasi contemporaneamente. A beneficiarne era il romano Alex Frassineti (Ebimotors – Centro Porsche Varese), che era risalito fino alle prime posizioni pur partendo dall’ottava fila in griglia. Anche egli incappava però nello scoppio di uno pneumatico proprio all’ultimo giro, che lasciava così spazio a Fantini e Fulgenzi, rispettivamente secondo e terzo sul podio. Il romano ha finito comunque al quarto posto, guadagnando punti utili in classifica generale. Dietro di lui si sono classificati l’umbro Angelo Rogari (AB Racing), autore della propria migliore prestazione stagionale e da Giorgio Piccioni (De Lorenzi Racing).

Nella Silver Class il dominio del reggiano Alessandro Bonacini (Ebimotors – Porsche Haus Milano) è stato interrotto dall’affermazione di Gianluca Carboni (Petricorse Motorsport) maturata all’ultimo giro quando anche il leader della Silver Class si è dovuto ritirare. Sul podio sono saliti poi Alan Simoni (Petricorse Motorsport) e Sergio Parato (De Lorenzi Racing).

“Sono stato fortunato in partenza – ha commentato all’arrivo il vincitore Comandini – e poi ho infilato un bel sorpasso su Sonvico, decisivo. Sono molto contento, anche se ancora non abbiamo raggiunto la messa a punto della vettura che cerchiamo”.

“Ho cercato di difendermi fin dallo start e poi la costanza mi ha premiato – ha affermato sul podio Fulgenzi – dopo il brutto incidente di Brno ci voleva un risultato come questo che mi ridesse fiducia”.

“Adesso ci siamo – il commento del vincitore Silver Class, Carboni – ho capito la macchina e sono stato anche aiutato dalla fortuna”.

Le classifiche sono provvisorie in quanto al momento della pubblicazione sono in corso le verifiche tecniche predisposte dai commissari sportivi. Il prossimo appuntamento della Carrera Cup Italia si correrà sulla pista del Mugello il 25 e 25 Luglio.

Classifica Assoluta Gara 2: 1. Comandini (AB Racing), 17 giri in 31’25”679; 2. Fantini (Ebimotors – Porsche Haus Milano) a 15”867; 3. Fulgenzi (Petricorse Motorsport) a 39”114; 4. Frassineti (Ebimotors – Centro Porsche Varese) a 41”585; 5. Rogari (AB Racing) a 51”585; 6. Piccioni (De Lorenzi Racing) a 55”340; 7. Proietti (Erre Esse – Antonelli Motorsport) a 1’03”480; 8. Carboni (Petricorse Motorsport) a 1’07”425; 9. Simoni (Petricorse Motorsport) a 1’27”425; 10. Parato (De Lorenzi Racing) a 1’45”338.

Classifica Silver Class Gara 2: 1. Carboni (Petricorse Motorsport), 17 giri in 32’33”104; 2. Simoni (Petricorse Motorsport) a 20”000; 3. Parato (De Lorenzi Racing) a 37”963.

Giro più veloce: il n°4 di Frassineti in 1’49”106, media 161, 975 km/h.

Classifiche Carrera Cup Italia Assoluta Assoluta Conduttori: 1. Postiglione punti 79; 2. Passuti 70; 3. Frassineti 64; 4. Balzan 60; 5. Comandini 59; 6. Fantini 40; 7. Sutton 36; 8. Sonvico 35; 9. Monti 34; 10. Bonacini 20; 11. Fulgenzi 11; 12. Piccioni 9; 13. Rogari 7; 14. Proietti e Carboni 4; Roda 2; 15. Simoni e Maccario 1.

Silver Class: 1. Bonacini punti 71; 2. Simoni e Carboni 25; 3. De Nora 20; 4. Roda 16; 5. Giondi 12; 6. Gayday 8; 7. Parato 7; 8. Cappella e Maccario 6; 8. Greco 5; 9. Bresci 4.

Classifica Team: 1. Ebimotors punti 103; 2. Petricorse Motorsport 91; 3. Antonelli 82; 4. AB Racing 72; 5. Bonaldi 52; 6. Centro Porsche Padova 45; 7. De Lorenzi Racing 29; 8. Erre Esse-Antonelli Motorsport 24; 9. GT Motorsport by Autotecnica Tadini 16.


Stop&Go Communcation

Balzan e Comandini agguantano una vittoria ciascuno nel quarto round della Carrera Cup Italia disputatasi sul circuito di Imola. Di […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/sportgtheadimage11.jpg Porsche – Carrera Cup Italia – Imola report: Balzan e Comandini fanno 1-1