In vista della tappa malese di Sepang, terza prova stagionale dell’A1GP in programma nel weekend del 21/23 novembre, Edoardo Piscopo è stato a Modena per provare il simulatore utilizzato dai piloti della serie. Il simulatore è stato progettato e adattato esclusivamente alle caratteristiche della nuova monoposto A1GP "Powered by Ferrari" per istruire piloti e ingegneri all’uso dei sistemi elettronici. Grazie a questo strumento, i drivers hanno la possibilità di migliorare i tempi di reazione ma soprattutto di imparare le piste che affrontano per la prima volta.

«Ero già salito sul simulatore circa 2 mesi fa – ricorda Piscopo -, ieri sono tornato per prepararmi alla corsa di Sepang. Questo test è servito soprattutto per aiutarmi a conoscere il circuito e, di conseguenza, per avere un’idea degli assetti e dei carichi aerodinamici su cui settare la macchina. La pista malese alterna lunghi rettilinei a curvoni improvvisi. Per essere veloci nei rettifili serve una macchina molto scarica, mentre per andare bene nelle curve serve un gran carico aerodinamico. A Sepang dovremo trovare un compromesso tra questi due aspetti».

«Il simulatore è molto realistico – aggiunge il pilota capitolino – soprattutto nella raffigurazione del tracciato e nelle sensazioni al volante. E’ uno strumento valido per preparare un pilota di A1GP ma anche per i colleghi della Formula 1. Il simulatore contribuisce ad alzare il livello tecnico dei piloti e consente di svolgere prove libere (valide all’80%, ndr), abbattendo i costi e i tempi delle trasferte».

Nella foto, Edoardo Piscopo (Team Italy)


Stop&Go Communcation

In vista della tappa malese di Sepang, terza prova stagionale dell’A1GP in programma nel weekend del 21/23 novembre, Edoardo Piscopo […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/a1gpA1GP_21471_HiRes1.jpg Piscopo ha studiato il circuito di Sepang al simulatore A1GP di Modena