Andres Saravia ha sfruttato il “fattore campo” per mettersi in evidenza nel secondo weekend della Panam GP Series, disputato all’autodromo di Los Volcanes in Guatemala. Saravia, vincitore del campionato locale GT1 e ottimo conoscitore della pista, non ha faticato a trovare subito il feeling alla prima presa di contatto con la Tatuus-FPT, dettando il ritmo nelle prove libere e conquistando la pole-position in qualifica.

Il driver guatemalteco, al primo colpo, ha quindi vinto Gara 1 precedendo Francisco Cerullo (Venezuela) e Sebastian Marchan (Ecuador), che lo hanno poi affiancato sul podio.

A seguire tre messicani: Enrique Baca, Rodolfo Camarillo e Gerardo Nieto, mentre ha chiuso 7° il cileno Jorge Bas. Javier Amado, protagonista anche nella nostra Formula Abarth, è stato punito con 10″ aggiuntivi per il contatto con Giancarlo Vecchi, perdendo così l’ottavo posto conseguito al traguardo.

Nel complesso la prima manche è stata piuttosto “tranquilla”, senza episodi degni di nota. L’unico fuoripista è stato quello compiuto dalla costaricana Veronica Valverde, che in ogni caso è riuscita a continuare regolarmente.

Classifica (Top 10)

01. Andres Saravia – Guatemala – 21 giri
02. Francisco Cerullo – Venezuela – +1.904
03. Sebastian Merchan – Ecuador – +2.908
04. Enrique Baca – Messico – +6.914
05. Rodolfo Camarillo – Messico – +11.217
06. Gerardo Nieto – Messico – +11.777
07. Jorge Bas – Chile – +23.566
08. Giancarlo Vecchi – Messico – +38.149
09. Luis Martinez – Messico – +38.313
10. Javier Amado – Venezuela – +40.898

In Gara 2, come accaduto nel round di apertura a Città del Messico, è stato l’esperto Gerardo Nieto a imporsi: la vittoria è maturata dopo essere partito terzo (si invertono i primi otto della corsa mattutina) e aver superato Vecchi e Bas che scattavano dalla prima fila.

Doppio podio per Merchan, questa volta 2° davanti a Camarillo. Quarta posizione per Enrique Baca, autore tra l’altro del miglior giro, mentre Saravia è riuscito a risalire fino al quinto posto.

Nelle ultime fasi è intervenuta la safety-car dopo l’incidente che ha coinvolto Oscar Arroyo, accendendo ulteriormente la lotta. La configurazione del tracciato, corto e tortuoso, non ha però reso semplici i sorpassi.

Classifica (Top 10)

01. Gerardo Nieto – Messico – 20 giri
02. Sebastian Merchan – Ecuador – +2.096
03. Rodolfo Camarillo – Messico – +5.047
04. Enrique Baca Amador – Messico – +5.437
05. Andres Saravia – Guatemala – +6.049
06. Francisco Cerullo – Venezuela – +6.986
07. Giancarlo Vecchi – Messico – +10.499
08. Jorge Bas Viguera – Cile – +11.377
09. Luis Martínez – Messico – +11.852
10. Veronica Valverde – Costa Rica – +12.181

A dispetto della costante minaccia di pioggia, il meteo è stato clemente e l’asfalto è rimasto asciutto per l’intero fine settimana. Con l’assenza di Hugo Oliveras, principale protagonista della prima tappa, è proprio Nieto a balzare ora in testa alla classifica generale con 54 punti, davanti a Cerullo (46) e Merchan (43).

Il prossimo appuntamento per la Panam GP Series sarà quello del 15 luglio all’autodromo di La Guacima, in Costa Rica.

Jacopo Rubino


Stop&Go Communcation

Andres Saravia ha sfruttato il “fattore campo” per mettersi in evidenza nel secondo weekend della Panam GP Series, disputato all’autodromo […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2012/07/mixage-020712-011.jpg Panam GP Series – Los Volcanes: Saravia profeta in patria, Nieto vince Gara 2 ed è leader