Prima pole e prima vittoria stagionale. Un sabato da incorniciare per Adrien Tambay al Mugello, vincitore di Gara 1 dell’Auto GP. Corsa quasi impeccabile quella del figlio d’arte francese, che non ha mai ceduto le redini del gruppo. Partito benissimo, l’alfiere del team Campos è riuscito inizialmente a prendere un piccolo margine sul resto del gruppo, ma ha dovuto poi resistere alla pressione di Luca Filippi. Nelle fasi finali il piemontese si è fatto decisamente minaccioso, ma senza mai tentare un vero attacco.

Con questo risultato, potenzialmente, Tambay può addirittura ambire al titolo. Ma, a meno di clamorosi colpi di scena, è solo un vezzo per gli amanti dei numeri. I contendenti al trono rimangono i soliti tre: Filippi, appunto, Kevin Ceccon e Sergey Afanasiev.

Con la piazza d’onore il driver della Super Nova si è riportato al secondo posto anche in classifica generale, a nove lunghezze da Ceccon. Il giovane bergamasco ha conquistato un bel 4° posto, sfiorando nel finale il terzo gradino del podio conquistato da un bravo Fabio Onidi.

Ceccon ha pagato qualche difficoltà alla partenza, perdendo terreno alle spalle di Rio Haryanto. Rientrato ai box l’indonesiano per il cambio gomme, l’alfiere della Ombra ha immediatamente fatto il suo ritmo guadagnando anche diversi decimi sui primi, riuscendo a recuperare grazie inoltre ad una buona strategia.

Questo ha consentito al 18enne lombardo di scavalcare Sergey Afanasiev (6°), poi sorpassato anche dal compagno Haryanto. Il russo si è portato a quota 117 punti, 11 in meno del leader.

Curiosamente, sono state le due partenze. La prima è stata annullata per l’errore di Samuele Buttarelli, mossosi con netto anticipo dalla prima fila. Il genovese ha sciupato così la prima fila colta in qualifica, dovendo scontare una penalità di drive-through. Con le bandiere gialle sventolate per la falsa partenza, i concorrenti hanno dovuto ripetere il giro di ricognizione, facendo scendere la distanza di gara da 17 a 16 tornate, come da procedura. Ma nel secondo “warm up lap” è rimasto al palo Adam Carroll, retrocesso in fondo. Il nordirlandese è risalito alla fine 8°.

Da segnalare inoltre i ritiri di Francesco Dracone (testacoda) e Giuseppe Cipriani.

Gara 2 di domani si preannuncia quindi un “tutto e per tutto”: lo start alle 14:50, per conoscere il nome del campione 2011.

Classifica

01. Adrien Tambay – Campos Racing – 16 giri
02. Luca Filippi – Super Nova – +0.635
03. Fabio Onidi – Lazarus – +8.549
04. Kevin Ceccon – Ombra Racing – +9.502
05. Rio Haryanto – DAMS – +12.223
06. Sergey Afanasiev – DAMS – +14.184
07. Fabrizio Crestani – Lazarus – +17.045
08. Adam Carroll – Campos Racing – +17.769
09. Pasquale Di Sabatino – TP Formula – +31.454
10. Samuele Buttarelli – TP Formula – +33.752
11. Giovanni Venturini – Griffitz Durango – +37.555
12. Michele La Rosa – Ombra Racing – a 1 giro

Ritirati

13. Giuseppe Cipriani – Griffitz Durango – 12 giri
14. Francesco Dracone – Ombra Racing – 10 giri

Jacopo Rubino


Stop&Go Communcation

Prima pole e prima vittoria stagionale. Un sabato da incorniciare per Adrien Tambay al Mugello, vincitore di Gara 1 dell’Auto […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/10/auto-gpautogp-011011-03.jpg Mugello, Gara 1: Tambay dall’inizio alla fine, il titolo si decide domani