Dopo l’entusiasmante apertura di ieri, la Mobil 1 Arena ha raddoppiato, regalando grandi emozioni nelle gare di domenica 5 dicembre. Lo spettacolo della 35esima edizione del Motor Show di Bologna ha offerto un’imperdibile occasione per vedere nuovamente all’opera vetture e piloti di vertice nel panorama racing italiano e internazionale.

A scendere oggi in pista sono state le sportivissime Abarth 500 Assetto Corse, già protagoniste quest’anno di infinite battaglie sulle piste di tutt’Europa, le Granturismo derivate dalla serie del Bomboogie GT Cup e le vetture del Yokohama Drift Battle.

Nella gara riservata alle Abarth 500 Assetto Corse a prevalere è stato il giovane altoatesino Tobias Tauber, classe 1986. Il portacolori del team Uboldi Corse ha battuto in finale Francesco Iorio, al via su una delle vetture di casa Romeo Ferraris. In semifinale, Tauber era andato a sconfiggere Nicola Baldan. Quest’ultimo campione 2010 del trofeo tricolore riservato alle piccole “bombe” da 190 cavalli della casa torinese, ha chiuso terzo con un successo all’ultimo respiro sul reggiano Alex Campani. Tauber ha commentato: “Il team Uboldi Corse mi ha messo a disposizione una vettura fantastica. Per me si trattava della prima volta al Motor Show. È il modo migliore per concludere la stagione ed iniziare quella nuova!”.

Dalle Abarth 500 alle potentissime Gran Turismo della Bomboogie GT Cup, lo spettacolo offerto è stato eccezionale, con il successo della Lotus Exige di Stefano D’Aste. L’agile sportiva britannica ha  battuto la velocissima Lamborghini Gallardo Super Trofeo del bresciano Luciano “Linos” Linossi, mentre sul terzo gradino del podio si è piazzato Fabio Mancini, su Ferrari F430 GT Cup. Il vincitore ha dichiarato: “È andato tutto bene, sono molto contento. Dopo i problemi avuti nei quarti alla pompa della benzina, è una grande soddisfazione”. Linossi, portacolori della casa di Sant’Agata Bolognese, si è comunque detto soddisfatto: “Siamo stati un po’ penalizzati dal cambio sequenziale elettroattuato della nostra vettura nelle partenze da fermo. È comunque un bel risultato essere riuscito a chiudere sul podio”.

Un’esibizione di altissimo livello, quella del Yokohama Drift Battle, che ha visto in azione i numeri uno della specialità a livello mondiale. Con i pionieri della disciplina venuti dall’Estremo Oriente, come Nobushige Kumakubo, si sono esibiti gli italiani Federico Sceriffo, Paolo Blasutta ed Emanuele Festival, oltre alle star del mondo delle due ruote Andrea Dovizioso, Loris Reggiani e Graziano Rossi. Grande accoglienza da parte di un pubblico in visibilio anche per la regina del drift, Sumika Kubokawa.

Sul selettivo tracciato della Mobil 1 Arena, programma ricco di impegni agonistici anche domani, con il DTM Historic Trophy, il Bomboogie Historic Challenge by Scuderia Bologna e la Formula 2000 Light.

Il fascino delle vetture degli anni d’oro del Superturismo rivive al 35° Motor Show nelle gare del DTM Historic Trophy. Alfa Romeo contro BMW, sarà il tema principale di questa sfida di alto livello tecnico, che vedrà in azione alcuni degli specialisti delle ruote coperte. Il teramese Roberto Di Giuseppe, pluricampione italiano della Montagna, porterà in pista la 155 GTA 2000 Turbo della Casa del Biscione appartenuta ad Antonio Tamburini. Al via anche la 155 ITC ex Christian Danner e l’Alfa 155 DTM che fu di Michael Bartels, guidate rispettivamente dagli esperti Fabrizio Pandolfi e Franco Perini. Con una BMW M3 E30 e una D2 E36 saranno invece della partita Maurizio e Marco Iacoangeli, padre e figlio.

Ancora un salto nel passato, per ritornare indietro fino al periodo delle corse degli anni ’60 e ’70, con le splendide vetture Turismo che animeranno il Bomboogie Historic Challenge by Scuderia Bologna. Affollato lo schieramento di partenza: ben ventisei piloti si daranno infatti battaglia in appassionanti gare articolate su due manche di due giri ciascuna, con i traguardi di partenza invertiti e classifica stilata per somma di tempi. Alfa Romeo Giulietta, Lancia Fulvia HF, Lotus Cortina e Porsche RS sono solamente alcuni dei modelli che si potranno ammirare in azione. Tra i nomi al via quello del trevigiano Denny Zardo, autentico specialista delle salite e della velocità.

Sul tracciato della Mobil 1 Arena torneranno in pista anche le monoposto, con l’appuntamento della Formula 2000 Light. A confrontarsi saranno otto giovanissime promesse del panorama automobilistico nazionale. Cominciando dal 17enne padovano Emanuele Piva, tre settimane fa vincitore del trofeo invernale della categoria riservata alle vetture equipaggiate da propulsori di cilindrata contenuta entro i 2 litri. Ai nastri di partenza anche le due lady Mara Alno e Olena Lana (nell’ordine 18 e 21 anni), candidate ad essere protagoniste di una sfida tutta in rosa ed entrambe al loro esordio assoluto nella categoria, alla pari del siciliano Dario Guagliardo.

Come nei giorni scorsi continuerà anche lo spettacolo dei funambolici protagonisti della Scuola di Polizia Stunt Show e quello dell’Abarth Test Drive.


Stop&Go Communcation

Dopo l’entusiasmante apertura di ieri, la Mobil 1 Arena ha raddoppiato, regalando grandi emozioni nelle gare di domenica 5 dicembre. […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/mixage-051210-01.jpg Motor Show – Seconda giornata di gare a Bologna: oggi in azione le Abarth 500, vetture GT e il drifting