Che spettacolo! Marcello Puglisi ha avuto la meglio sull'irriducibile e mai domo Jerome D'Ambrosio, campione conclamato della serie che questa volta ha dovuto alzare bandiera bianca davanti a un Puglisi eccezionale. Il pupillo lombardo di Salvatore Tavano ha vinto l’ultima gara della stagione davanti al pubblico amico di Monza e proprio fra le mura confinanti col suo appartamento è stato autore di una corsa maiuscola, che giustifica il risultato finale grazie alla tenacia con cui è riuscito a tenersi dietro proprio il neocampione italo-belga. Pro Motorsport in festa quindi, dopo essere andata più volte vicina all'impresa nell'ultima parte del campionato tanto con Puglisi, quanto con la new entry Gatto.

Entriamo nel dettaglio. Allo start della gara, segnata dai ritiri che hanno falcidiato metà del seppur nutrito campo partenti, la "poleman" lady Frey scatta malissimo lasciando pattinare le ruote per un’eternità. Ne approfitta in prima battura Massimo Torre che le partiva a fianco, ma soprattutto il russo Daniil Move (dominatore delle prove) che, scattato bene dalla 2° fila, passa davanti alla prima curva seguito da Puglisi, Van der Drift, Torre, Persiani, D’Ambrosio e Gatto. Nel caos della prima variante uno dei big del campionato, Pablo Sanchez Lopez, tampona Annala che si deve ritirare. Nel contatto il messicano rimedia un’ala anteriore a penzoloni con cui correrà gran parte della gara. Move intanto scappa subito via, mentre dietro c’è battaglia tra Torre e Van Der Drift, che si cambiano le posizioni, mentre la Frey continua a perdere terreno. Intorno al 3° giro avvengono una serie di incidenti: vola fuori Marco Mapelli; Kasper Andersen, che si deve ritirare, tampona Dominick Muermans e si intraversa in mezzo alla pista Frankie Provenzano. Proprio quest’ultimo crash fa intervenire la safety car. Dopo un solo giro di neutralizzazione si riparte e Move si stacca nuovamente, mentre Persiani prova ad approfittarne e passa 3°. Dietro si insabbia Michele Caliendo, toccato da Norbert Siedler; per entrambi gara finita. La Frey si tocca con Pierre Ragues e vola fuori alla Ascari. Davanti, D’Ambrosio intanto inizia la rimonta e passa Persiani, che viene risuperato anche da Van Der Drift, lasciando i due leader del campionato in bagarre. Nella foga di rientrare nel match però Persiani arriva lungo alla Ascari e decolla sulla posteriore destra di D’Ambrosio, decretando l’ingresso della 2° safety car della giornata. Ancora una volta si tratta di un breve stop, ma è quanto basta per azzerare i distacchi e far ricominciare la gara da zero. 10° giro: questa volta al restart Move si muove peggio e Puglisi tenta di approfittarne. Al momento non riesce ma poche curve dopo il nostro è davanti e dietro si assiste ad una bella volata a tre tra Move, D’Ambrosio e Van Der Drift. Il russo come nella gara di ieri perde di colpo posizioni e si ritrova 4°, lasciando il belga e l’olandese a battagliare fra loro per la piazza d’onore, con D’Ambrosio che alla lunga si porta davanti con un distacco minimo. Dietro si assiste ad un’epica battaglia con un gruppone capitanato da Gatto e Torre con in palio il 5° posto. Nel frattempo Sanchez Lopez passa ai box per farsi sistemare l’ala anteriore e rientra staccatoi proprio davanti ai primi. I tre davanti fanno il vuoto e al 14° giro D’Ambrosio riesce a perfezionare l’inseguimento a Puglisi, mentre Salvatore Gatto riesce a distanziarsi nel gruppone per il 5° posto. Dietro termina la propria gara anche De Bruijn, che si insabbia alla parabolica toccato da Llobel, imitato poco dopo da Rodolfo Avila, toccato da Johnny Cecotto Jr mentre era in fase di sorpasso. Mancano però poche curve e davanti è lotta al coltello. Puglisi all’ultimo giro ritorna davanti e riesce a vincere, forse anche grazie alle bandiere gialle sventolate per l’uscita precedente che frenano i tentativi del pilota belga. Dietro ai due la top ten continua con Van Der Drift, Move, Gatto, Torre, Mattia Pavoni, Claudio Cantelli, Muermans e Cecotto, e saranno gli unici a pieni giri. Alla fine verranno classificati solo 16 piloti su 29 partenti.

La classifica finale del campionato, col trionfo di D’Ambrosio già assicurato (p.100) dalla gara scorsa, vede 2° Chris Van Der Drift con 65 p., terzo Pablo Sanchez Lopez con 50 p. come Salvatore Gatto in virtù dei migliori piazzamenti, mentre con la splendida vittoria di oggi Marcello Puglisi (47 p.) supera Norbert Siedler (40 p.) per la quinta piazza finale. 7° Kasper Andersen con 33 punti e 8° Johnny Cecotto Jr. con 30 punti. Nella classifica a squadre, successo scontato della Cram Competition davanti alla J.D. Mortorsport, all’Alan Racing e alla Pro Motorsport.

Piero Lonardo

 

Clicca qui per vedere la Classifica Finale di Campionato

Clicca qui per vedere l’Albo d’Oro

 

Classifica Gara 2
 

DRIVERTEAMLAPSTIMEGAP
19Marcello PUGLISI   Pro Motorsport1835:50.280174.05
225Jerome D'AMBROSIO   Cram Competition1835:50.5010.221
37Chris VAN DER DRIFT   J.D. Motorsport1835:50.9670.687
443Daniil MOVE   Alan Racing1835:53.6833.403
515Salvatore GATTO   Pro Motorsport1836:07.24816.968
632Massimo TORRE   Scuderia Fama1836:07.87917.599
710Mattia PAVONI   Pro Motorsport1836:09.47919.199
86Claudio CANTELLI JR   J.D. Motorsport1836:14.36724.087
930Dominick MUERMANS   Ombra Racing1836:15.55525.275
1029Johnny CECOTTO JR   Ombra Racing1836:19.00728.727
1112Pablo SANCHEZ LOPEZ   Alan Racing1736:09.1171 LAP
124Oliver CAMPOS HULL   Iris Project1736:09.3101 LAP
1324Arturo LLOBELL   Cram Competition1736:43.9461 LAP
1426Rodolfo AVILA   Cram Competition1632:31.8072 LAPS
1519Pierre RAGUES   Euronova Racing1633:11.4832 LAPS
1644Filip SALAQUARDA   ISR1634:18.5412 LAPS
1733Nick DE BRUIJN   ISR1327:00.607 
1814Giuseppe TERRANOVA   Alan Racing1327:30.387 
1931Luca PERSIANI   Scuderia Fama714:26.163 
205Nicolas MAULINI   Iris Project614:46.727 
2123Sami ISOHELLA   Euronova Racing616:43.868 
222Rahel FREY   Jenzer Motorsport510:51.648 
2322Michele CALIENDO   ADM Motorsport510:52.664 
2441Norbert SIEDLER   ADM Motorsport510:52.712 
258Kasper ANDERSEN   J.D. Motorsport35:45.643 
2635Marco MAPELLI   Bicar Racing23:47.969 
2721Frankie PROVENZANO   ADM Motorsport23:49.490 
2818Alberto COSTA   Euronova Racing13:44.804 
293Juho ANNALA   Jenzer Motorsport0  

 


Stop&Go Communcation

Che spettacolo! Marcello Puglisi ha avuto la meglio sull'irriducibile e mai domo Jerome D'Ambrosio, campione conclamato della serie che questa […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/puglisi.jpg Monza: Gara 2, Puglisi stratosferico fra le mura amiche regala la prima gioia alla Pro Motorsport!