Una gara sprint senza noia quella andata in scena questa mattina nel tempio della Velocità di Monza. A trionfare con 18 secondi di vantaggio sul secondo classificato è stato Simone Iaquinta. Il pilota di GSK Grand Prix, partito dalle retrovie a causa del problema accusato ieri in gara 1, ha subito recuperato posizioni allo start e si è messo alle spalle del gruppetto di testa, guidato da Alex Perullo (Technorace), scattato dalla pole position.

Allo start Perullo ha mantenuto la testa della gara seguito da Lukas De Moraes e da Michele Beretta che, al termine della prima tornata si è portato in seconda posizione e ha tentato di passare anche il leader, Perullo, all’esterno della Parabolica. Nel frattempo ad Alessio Rovera e al suo compagno in Cram Motorsport Denis Nagulin viene imposto un drive through per aver continuato a lavorare sulla macchina in griglia di partenza. Sabino De Castro, partito dalla prima fila, finisce in sabbia alla prima variante ed è costretto alla resa, mentre Iaquinta prende la testa della gara all’ingresso della parabolica.

Al terzo giro Beretta e Rovera inseguono il leader Iaquinta, ma il neo campione italiano, prima di poter effettuare il passaggio in corsia box, commette un errore all’ingresso dell’Ascari ed è costretto al ritiro. Moraes, alle spalle di Perullo, nella lotta per il podio, tocca il campano e lo fa girare all’ingresso della Variante Ascari. Perullo è out, ma al brasiliano di Facondini viene imposto un drive through.

Davanti Iaquinta incrementa il vantaggio con Beretta e Orsini alle sue spalle. Il lecchese di Euronova, però, finisce in testacoda alla seconda di Lesmo e, per sua fortuna, sfiora solamente i muretti senza impattarli e può riprendere in quarta posizione. Così Orsini ha strada libera per conquistare il podio dietro a Iaquinta e davanti al moscovita di SMP Racing by Euronova, Vitaly Larionov. Quarto è Michele Beretta che precede gli altri 2 russi Sergey Trofimov e Denis Nagulin. Settima piazza per Lukas De Moraes (Facondini Racing) che chiude davanti all’italo venezuelano Giorgio Alberto Mandozzi, al suo esordio in campionato e subito competitivo con la Tatuus di SG Motors. Nona piazza per Gianmarco Maggiulli, in difficoltà con l’asfalto molto umido dell’autodromo brianzolo.


Stop&Go Communcation

Una gara sprint senza noia quella andata in scena questa mattina nel tempio della Velocità di Monza. A trionfare con […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2013/10/iaquinta70ghfgh.jpg Monza, Gara 2: Iaquinta vince in rimonta!