Comincia alla grande l’avventura di Adrian Quaife-Hobbs nell’Auto GP World Series. Il pilota britannico, dopo la pole-position di ieri, ha colto una autorevole vittoria in Gara 1, condotta tutta al comando ad eccezione della fase di pit-stop.

Per l’alfiere della Super Nova la marcia verso la bandiera a scacchi è stata sostanzialmente impeccabile, nonostante un piccolo brivido in pit-lane (dovuto a un “incrocio” con Sirotkin) e la pressione di un convincente Sergio Campana. Il driver emiliano, campione in carica della F3 Italia, ha saputo tenere il ritmo del rivale ma non ha avuto modo di avvicinarsi a sufficienza per essere realmente pericoloso. Per lui, in ogni caso, un ottimo risultato per iniziare la stagione insieme alla debuttante scuderia MLR 71.

Campana allo start, a causa di un eccessivo pattinamento delle gomme, ha dovuto resistere alla minaccia del quotato Pal Varhaug, alla fine 3° ma più staccato con il team Virtuosi UK, altro nuovo ingresso sulla griglia.

Davvero un peccato invece per Sergey Sirotkin, rimasto pericolosamente fermo alla partenza. Il russo, per fortuna, è stato sfilato da tutti gli avversari, ma ci è voluto un giro (e l’aiuto dei commissari) per far sì che anche la sua corsa potesse scattare. Una corsa di fatto contro se stesso, ma il ritmo e il best lap messo a segno in 1’36″4, nettamente inferiore a tutti gli altri, suggerisce che l’alfiere della Euronova avrebbe avuto il potenziale per giocarsi il successo con Quaife-Hobbs e Campana.

Più intensa la bagarre per gli altri piazzamenti, con Daniel De Jong giunto 4° e autore di un sorpasso pulito su Facu Regalia all’ingresso della Parabolica, a cui l’argentino (5°) ha risposto poco dopo. Chris van der Drift ha preso la leadership per un breve frangente durante il valzer dei cambi gomme, per poi chiudere 6° davanti al nostro Giacomo Ricci.

Bilancio negativo per Victor Guerin, che ha rimediato la rottura dell’ala anteriore danneggiata in un contatto alla prima staccata. Nel finale il brasiliano ha rischiato grosso in un “lungo” alla Variante della Roggia, mentre cercava di difendersi dall’attacco di Max Snegirev. Quest’ultimo, così come Adderly Fong, aveva ricevuto in precedenza una segnalazione di bandiera bianco-nera per aver “abusato” delle vie di fuga.

Penalità di drive-through invece per Giuseppe Cipriani, colpevole di aver varcato la linea che delimita l’uscita della corsia box.

Domani, sempre alle 11:45, si svolgerà Gara 2: in pole ci sarà Snegirev beneficiando dell’inversione dello schieramento.

Classifica

01. Adrian Quaife-Hobbs – Super Nova – 14 giri
02. Sergio Campana – MLR 71 – +1.499
03. Pal Varhaug – Virtuosi UK – +4.880
04. Daniel De Jong – Manor MP Motorsport – +11.480
05. Facu Regalia – Campos Racing – +13.444
06. Chris van der Drift – Manor MP Motorsport – +22.896
07. Giacomo Ricci – Zele Racing – +27.137
08. Max Snegirev – Campos Racing – +28.245
09. Antonio Spavone – Euronova Racing – +32.073
10. Giancarlo Serenelli – Ombra Racing – +40.862
11. Michele La Rosa – MLR 71 – +54.340
12. Giuseppe Cipriani – Campos Racing – +1:27.688
13. Adderly Fong – Ombra Racing – a 1 giro
14. Sergey Sirotkin – Euronova Racing – a 1 giro
15. Victor Guerin – Super Nova – a 2 giri

Jacopo Rubino


Stop&Go Communcation

Comincia alla grande l’avventura di Adrian Quaife-Hobbs nell’Auto GP World Series. Il pilota britannico, dopo la pole-position di ieri, ha […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2012/03/autogp-100312-01.jpg Monza, Gara 1: Vittoria di Quaife-Hobbs, 2° Campana