La Formula 2, per la prima volta nella sua decennale storia, lascia l’Europa. Il circus della resuscitata categoria di Jonathan Palmer, successore della vecchia Formula 2 Europea ‘morta’ nel 1984, abbandona per un week-end il vecchio continente e l’amato Regno Unito per far tappa nella calda e desertica terra di Marrocco. Senza ombra di dubbio il prossimo sarà il fine settimana più particolare della stagione, con le ventitre Williams impegnate in pista che si daranno battaglia nell’unico cittadino previsto nel calendario, tra le polverose strade del vecchio ed antico distretto di Marrakech con la storica medina ed i numerosi hotel a cinque stelle a fare da cornice.

Unico ed atipico anche il disegno del tracciato, quasi completamente privo di vie di fuga e composto da due lunghi rettilinei, due chicane, un tornante ed un curvone a sinistra. Alla vigilia dell’appuntamento è impossibile fare pronostici, vista la diversità delle condizioni in cui le corse si svolgeranno rispetto al freddo clima di Silverstone. Detto ciò, l’impressione è quella che tra i protagonisti si riconfermerà sicuramente Jolyon Palmer, leader in classifica con la bellezza di quarantatre punti già messi in cassaforte; Philipp Eng e Sergey Afanasiev figureranno certamente tra gli antagonisti del pilota britannico, senza sottovalutare l’ormai top driver Dean Stoneman, sfortunato in Gara 2 a Silverstone ritiratosi per un guasto meccanico.

Sono attesi in prestazioni più consistenti Will Bratt e Kazim Vasiliauskas, con quest’ultimo ancora impegnato nello studio della JPH1B, vettura sconosciuta al giovane talento lituano fino alla vigilia delle prove libere del primo round. Sempre in zona punti la battaglia sarà sicuramente anche tra i vari Jokinen, Clarke ed Ebrahim, con la piacevole sorpresa del rumeno Mihai Marinescu. Nicola De Marco è chiamato ad una prestazione d’orgoglio per risollevare questo campionato determinante per la sua carriera ma iniziato sotto la luce di una cattiva stella, visto che il pordenonese ha lamentato diversi problemi nella vettura che la federazione gli ha destinato. Tanto per dimostrare che i denunciati problemi di affidibilità delle Williams-Audi persistono anche in questa stagione…

Sarebbe bello veder lottare per le posizioni di testa anche i rookie Lariche e Bailly, che non hanno sfigurato al loro debutto. I vari Rees, Teixeira, Samarin, Sureshwaren e Kowalska continueranno ad avere l’obiettivo fisso della top ten, mentre a fondo classifica Kralev e Kumar dovranno dimostrare di meritare il volante che maneggiano non solo grazie al proficuo supporto economico dei loro sponsor.

Alle 19:00 di giovedì 29 aprile tutto lo schieramento effettuerà una spettacolare parata per le strade della cittadina marocchina per ricevere il caloroso benvenuto dalla cittadinanza, l’anno scorso numerosa ad assistere alla tappa del campionato WTCC.

Il programma del week-end

Venerdì 30 aprile
11:45 – Prove Libere 1
14:30 – Prove Libere 2
18:30 – Qualifica 1

Sabato 1 Maggio
13:15 – Gara 1
19:00 – Qualifica 2

Domenica 2 Maggio
14:05 – Gara 2

Antonio Mancini


Stop&Go Communcation

La Formula 2, per la prima volta nella sua decennale storia, lascia l’Europa. Il circus della resuscitata categoria di Jonathan […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/f2dne1018ap303.jpg Marrakech, Preview: Palmer nel deserto per consolidare la leadership. Eng e Stoneman presenti per vincere