Ormai per Carlos Iaconelli è diventato un vizio: il pilota brasiliano anche a Magny-Cours si è aggiudicato la seconda gara dell’Auto GP, come aveva già saputo fare a Imola e Spa. Partito dalla pole, Iaconelli ha dovuto resistere alla pressione iniziale di Jan Charouz, ma dopo un paio di giri sotto pressione è riuscito a prendere un leggero vantaggio che ha mantenuto fino alla fine, cogliendo altri sei punti che lo portano al terzo posto in campionato, a pari merito con Duncan Tappy e Charouz. Proprio il pilota ceco è stato l’unico avversario dell’alfiere del team Durango in gara: con una partenza fulminante ha bruciato Edoardo Piscopo che partiva davanti a lui, e poi ha provato ad affiancare Iaconelli al tornantino Adelaide.

La manovra però, non è riuscita e da lì in poi Jan non ha più avuto reali possibilità di attaccare. Alle sue spalle ha chiuso Piscopo, che dopo aver perso la posizione al via ha fatto una gara regolare accontentandosi dei 4 punti del terzo posto, che comunque gli hanno permesso di riprendere la testa del campionato. Alle spalle di Piscopo il compagno di squadra Duncan Tappy, che nel finale di gara si è dovuto guardare dal ritorno di Esteban Guerrieri.

È durata pochi metri, invece, la gara di Romain Grosjean e Fabio Onidi: il pilota italiano ha fatto spegnere la vettura e il francese della DAMS non ha potuto evitarlo. L’impatto non è stato troppo duro ma ha costretto la direzione di gara a mandare in pista la Safety-Car per liberare il rettilineo dalle vetture. Ad approfittarne più degli altri è stato Jonny Reid: il pilota neozelandese è partito bene passando Julian Leal e si è installato al sesto posto che ha mantenuto fino alla fine, incassando un punto.

Gara sfortunata invece per Jake Rosenzweig e Giorgio Pantano. Il primo doveva partire dalla quinta piazza ma ha fatto spegnere il motore al via del giro di lancio ed è quindi partito dall’ultimo posto. Da lì in poi ha dato vita a una bella rimonta proprio con Pantano, interrotta da un testacoda mentre era in lotta con Celso Miguez. Il pilota italiano della Euronova, invece, è stato tradito dalla gestione elettronica del cambio.

Classifica

01. Carlos Iaconelli – Durango – 16 giri
02. Jan Charouz – Charouz-Gravity Racing – +1.606
03. Edoardo Piscopo – DAMS – +2.971
04. Duncan Tappy – DAMS – +5.404
05. Esteban Guerrieri – Charouz-Gravity Racing – +7.254
06. Jonny Reid – Super Nova – +11.645
07. Julian Leal – Trident Racing – +13.117
08. Celso Miguez – RP Motorsport – +26.674
09. Stefano Bizzarri – RP Motorsport – +40.294
10. Adrien Tambay – Charouz-Gravity Racing – a 1 giro
11. Giorgio Pantano – Euronova Racing – a 4 giri
12. Jake Rosenzweig – Super Nova – a 8 giri

Ritirati

13. Romain Grosjean – DAMS
14. Fabio Onidi – Lazarus

Il montepremi del weekend: 1. Grosjean (12 punti) 80.000 euro; 2. Tappy (11 punti) 50.000 euro; 3. Charouz (9 punti) 30.000 euro; 4. Iaconelli (7 punti) 15.000 euro; 5. Piscopo e Onidi (6 punti) 12.500 euro

La classifica Piloti: 1. Piscopo 32 punti; 2. Grosjean 30 ; 3. Iaconelli, Charouz e Tappy 24; 6. Filippi 23; 7. Onidi 18; 8. Tambay 17; 9. Reid 11; 10. Arabadzhiev e Pantano 8; 12. Miguez e Zaugg 6; 14. Leal, Rosenzweig e Guerrieri 5; 17. Grubmuller, Coletti e Leo 2

La classifica Team: 1. DAMS 90 punti; 2. Charouz-Gravity Racing 49; 3. Durango e SuperNova 24; 5. Euronova 23; 6. Lazarus 18; 7. Trident 13; 8. RP Motorsport 6


Stop&Go Communcation

Ormai per Carlos Iaconelli è diventato un vizio: il pilota brasiliano anche a Magny-Cours si è aggiudicato la seconda gara […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/auto-gpautogp-110910-011.jpg Magny-Cours – Gara 2: Il brasiliano Carlos Iaconelli concede il tris. Charouz e Piscopo a podio, ritiro per Grosjean