Nella mattinata dell’11 settembre si è spento ad 83 anni nella propria casa di Duluth, Georgia, Don Panoz. L’imprenditore di origini abruzzesi ha ceduto in tempi brevi ad un tumore al pancreas.

Panoz, italo-americano di seconda generazione (cognome di origine Panunzio), dopo la guerra di Corea si era costruito una fortuna in ambito farmaceutico, divenendo alla fine degli anni ’50 uno dei più giovani imprenditori del settore, creando la Myland Coporation e poi la Elan Farmaceutical, divenuta celebre per avere creato e diffuso il primo cerotto contro la nicotina.

Ritornato negli States dopo un periodo trascorso in Scozia, patria d’origine della madre e della moglie, Panoz si è poi lanciato nel settore alberghiero di lusso, avviando la costruzione del primo Chateau Elan a Braselton, Georgia, a cui ne fece seguito un secondo situato all’interno del circuito di Sebring, proprio di fronte alla celebre Turn 10.

Nel 1989 insieme al figlio Danny fondò la Panoz Auto Development e per promuovere il marchio si lanciò nel mondo delle corse di durata con la Esperante GTR-1, seguita dalla LMP-1 Roadster-S, e poi dalla Esperante che conseguì la storica vittoria fra le GT2 a Le Mans nel 2006 nelle mani del team LNT.

Nel frattempo Panoz volle creare una nuova classica americana, la Petit Le Mans, sfruttando la proprietà del circuito di Road Atlanta, per costruirgli intorno, a partire dal 1999, una intera nuova serie endurance, l’American Le Mans Series (ALMS). La serie si sviluppò con successo sino al 2013; dall’anno successivo la fusione con la Grand-Am per costituire l’attuale United SportsCar Championship.

Tra i recenti protagonisti dell’ALMS e poi dell’USCC va senza dubbio ricordata la DeltaWing, frutto di una joint-venture commerciale con Nissan, e poi sviluppata e gestita in proprio insieme ad Highcroft Racing.

Panoz ha però spaziato anche fra le monoposto, costruendo le vetture Panoz G-Force GF-09 e DP-01 utilizzate in IndyCar e ChampCar nel periodo 2003-2008. I nuovi progetti prodotti dalla Elan per la massima serie di monoposto a stelle e strisce non furono adottati a favore delle realizzazioni di Dallara.

Gli ultimi progetti del marchio Panoz riguardano ancora vetture GT, Abruzzi ed Avezzano, quest’ultima vittoriosa nella classe GT4 del Pirelli World Challenge 2018, ed il progetto GT-EV Green4U, presentato dallo stesso Don a Le Mans nel giugno 2017, ma recentemente abbandonato.

Fra meno di un mese si correrà la 21ma edizione della Petit Le Mans, la prima senza la presenza del suo fondatore.

Piero Lonardo


Stop&Go Communcation

L’imprenditore di origini abruzzesi scompare ad 83 anni

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2018/09/09112018_panoz_980x660.jpg L’endurance piange Don Panoz