Per gli appassionati della nuova Formula 2  non c’è bisogno di presentazioni. Kazim Vasiliauskas, grazie alle eccellenti prestazioni dello scorso anno, è uno dei volti più noti dello schieramento 2010. Catapultato nel 2009 nei due campionati di Jonathan Palmer dopo aver fatto faville nei kart ed aver affrontata una più che dignitosa esperienza in Formula Renault 2.0, il driver lituano è ora tra i favoriti assoluti nella lotta per il titolo. Non tutto è però iniziato per il meglio, viste le enormi difficoltà economiche dovute affrontare a pochissimi giorni dal round di Silverstone.

Attualmente sesto in campionato dopo un week-end difficile in terra di Gran Bretagna, Stop&Go ha ritenuto d’obbligo sentire in prima persona le impressioni e le opinioni del pilota lituano dopo quindici giorni tanto intensi ed importanti per la sua carriera.

Kazim, in una settimana sei passato dall’essere escluso dal campionato allo scendere in pista per la tappa di Silverstone. Pensavi fosse possibile dopo l’abbandono del tuo vecchio sponsor?

Le corse sono la mia passione e sono molto determinato nel raggiungere gli obiettivi prefissati nella mia carriera. Naturalmente ho pensato fosse possibile. Per il momento però ho il supporto solo per la prossima gara a Marrakech, ma io ed il mio manager siamo fiduciosi di poter trovare nuovi sponsor per il resto della stagione.

Hai partecipato al primo appuntamento senza esser mai salito prima sulla JPH1B. Quanto questo ha influenzato sulla tua performance?

Normalmente un pilota dovrebbe adattarsi abbastanza velocemente alla vettura ed al circuito, ma la gara di Silverstone è stata più difficile di quanto mi aspettassi. La nuova auto è totalmente diversa dalla precedente, perciò la mia esperienza accumulata nel 2009 non mi è praticamente stata di aiuto e non ha contribuito nella ricerca di un buon set up. Tutti gli altri hanno avuto il tempo di capire o di apportare modifiche alla macchina nei test prestagionali, io invece ho dovuto studiare le nuove componenti perfino durante la gara.

Come consideri la tua prestazione durante tutto il fine settimana? Sei soddisfatto?

In realtà non sono soddisfatto al 100%, sono solo sesto dopo il primo round. Il mio obiettivo quest’anno è quello di vincere il campionato, però sono contento di aver centrato punti in entrambe le gare. Per lottare per il titolo devo comunque occupare posizioni migliori.

In molti ti considerano uno dei maggiori pretendenti al titolo. Cosa ne pensi?

Voglio ricordare che la nuova macchina è completamente differente dalla precedente. Tutti gli aggiornamenti l’hanno resa molto più veloce e performante. Non ho alcun vantaggio nei confronti dei miei concorrenti, così come nel 2009 vincerà il più veloce ed intelligente. Penso di aver tutte le carte in regola per farcela, ma ho bisogno di lavorare sodo perchè il livello di competitività è davvero alto.

Cosa puoi dire riguardo il tuo futuro? Ci sono altre categorie dove sei già interessato a competere?

Per ora sto lavorando in diversi campi come la ricerca di sponsor e la comunicazione con i media. Sto cercando di cominciare a pensare al futuro e naturalmente sarei interessato a molte altre categorie. Ma per il momento voglio fare tutto passo dopo passo, del resto ho pochissima esperienza in monoposto, non ho fretta. Ora sono concentrato in Formula 2 con l’unico obiettivo di vincerla.

Antonio Mancini


Stop&Go Communcation

Per gli appassionati della nuova Formula 2  non c’è bisogno di presentazioni. Kazim Vasiliauskas, grazie alle eccellenti prestazioni dello scorso […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/f2yhfthfth.jpg Kazim Vasiliauskas intervistato da Stop&Go: “Ho il budget sufficiente solo per Marrakech, ma resto fiducioso”